1 settembre, l’invincibile pugile: Rocky Marciano

Il primo settembre 1923 nasceva Rocky Marciano, storico pugile campione del mondo dei pesi massimi dal 1952 al 1956. Chiuse la carriera da imbattuto.

0
4250

Quarantanove. 49. Scriverlo a numero o a lettere il numero è immenso. Sono il numero di vittorie (e di match, visto che non è mai stato sconfitto) di Rocco Marchegiano, alias Rocky Marciano: 49-0. Solo vittorie, nessuna confitta. Oggi Marciano, uno dei più grandi del pugilato, avrebbe compiuto 94 anni.

178 centimetri di altezza per 83/85 chili. Marciano era un peso massimo. Uno dei migliori di sempre, secondo molti IL migliore. Fu campione dal 23 settembre 1952 al 27 aprile 1956, quando si ritirò dalla boxe professionistica.

Come nelle migliori sceneggiature originali, Marciano si avvicinò solo in un secondo momento alla boxe. A 16 lavorava in un cantiere edile e questo lo aiutò a rinforzare il suo corpo. Poi, si dice attraverso una rissa a Cardiff, fu notato il suo ‘magico’ destro. Solo dopo la seconda guerra mondiale, nel 1947, ebbe l’opportunità di dimostrare il meglio di sé in un incontro professionistico. Vinto, ovviamente. Nei primi anni incontrò parecchi pugili e tutti ebbero la stessa fine: furono battuti uno dopo l’altro. Dei 43 K.O. che mise in atto, ben 20 erano entro il terzo round. Grandi pugili i suoi avversari: Carmine Vingo non fu più in grado di gareggiare. Joe Louis, uno dei più grandi di sempre, fu messo per la seconda volta K.O. nella sua carriera pugilistica.

Passando agli onori, Filadelfia fu il luogo della verità. Il momento della verità fu il 13esimo round. Jersey Joe Walcott fu battuto da un diretto e gancio di Marciano. Fu la vittoria dell’italo americano. Gli incontri per il titolo da lì in poi furono grandi sfide, incastonate nella mente di chi ama questo sport: la rivincita con Walcott, una nuova sfida con Joe Louis e il grande match con Roland La Starza (imbattuto da 37 match). Per non parlare del match col campione del mondo dei pesi medio massimi, Archie Moore. Un pugile capace di essere campione ininterrottamente dal 1952 al 1962 ed in grado di vincere 131 match per K.O. , un record. Marciano vinse ancora. Invincibile Marciano, The Brockton Blockbuster.

Il 27 aprile 1956 si ritirò definitivamente. E da imbattuto. Un record, quello di 49 vittorie consecutive, eguagliato solo da Floyd Mayweather, della categoria pesi superleggeri. Marciano ora poteva dedicarsi alla famiglia e ad una lunga vecchiaia. Purtroppo il 31 agosto 1969 il suo biplano si schiantò in Iowa e perì. Stava raggiungendo la festa di compleanno che si sarebbe svolta il giorno dopo. Ma lì, nella memoria dei più grandi di sempre, c’è lui. Il campione dei pesi massimi, il campione imbattibile ed infatti imbattuto: il grande Rocky Marciano.

Daniele Errera

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here