11 febbraio: John Surtees, il figlio del vento

Avrebbe compiuto 85 anni John Surtees, il re del Motomondiale e della Formula 1

0
335

John Surtees aveva sempre un comportamento calmo e controllato: erano queste le armi che lo resero leggenda dello sport. Il suo amore per i motori era qualcosa di più unico che raro.

CONOSCIAMO IL RE DEI MOTORI

John Surtees nasce 11 febbraio 1934 a Tatsfield, piccola cittadina a sud della Gran Bretagna. La sua carriera comincia sui sidecar, in coppia col padre, Jack. Ed è subito vittoria, ma durante la premiazione gli organizzatori vengono a sapere che John non aveva ancora quindici anni (età minima per esordire) e quindi i due vengono squalificati.

LE PRIME IMPRONTE AL MOTOMONDIALE

Nel 1952 viene messo in sella a una Norton. Ed è subito il Gran Premio dell’Ulster, nel quale il “figlio del vento” trova un bel sesto posto. La sua prima vittoria la vive sempre su una Norton, sempre nel Gran premio di casa: nel 1958, in classe 350 e 500. Surtees nella stagione 1956 firma il contratto con una casa motociclistica italiana, la MV Agusta: su questa moto avrebbe trovato parecchi dei suoi successi. In Classe 350 trionfò ben tre volte, dal 1958 al 1960. Poi, in Classe 500, trovò ben quattro titoli mondiali: il primo arrivò nel 1956, gli altri tra il 1958 e il 1960.

IL PASSAGGIO IN FORMULA UNO

Il suo debutto sulle quattro ruote sarebbe avvenuto a Monaco nel 1960. L’ex campione delle due ruote trova subito un gran secondo posto. Nel 1961 decide di dedicarsi unicamente alla Formula 1, lasciando così completamente le moto. Il suo primo contratto lo ebbe lo stesso anno con la Yeoman.

SURTEES E IL CAVALLINO RAMPANTE

Poco dopo aver firmato con la Yeoman, arriva una cosiddetta “offerta che non può rifiutare”. Proviene da Maranello, arriva dal grande Enzo Ferrari. Surtees con la casa automobilistica emiliana firma alla fine del 1962. Nel 1964 con la “Rossa” vince il suo primo titolo mondiale in Formula 1, trionfando con un solo punto di vantaggio sul connazionale Graham Hill. Dopo il sodalizio con la Ferrari, sale su Honda, BRM e Cooper dove però non ottenne risultati eclatanti.

LA SCOMPARSA DEL FIGLIO HENRY

Anche il figlio Henry coltivò la stessa passione del padre. Sfortunatamente il destino fu crudele. Tutto successe quel maledetto 19 luglio del 2009, sull’asfalto bollente di “Brands Hatch”, nel corso di una gara valevole per il titolo di Formula 2. Durante la gara, il britannico Jack Clarke perse una ruota che finì in faccia a Henry. Furono inutili gli immediati soccorsi: dopo averlo immobilizzato e portato con l’elisoccorso all’ospedale di Londra, il cuore di Henry smise di battere.

Il padre lo ricordò così: “Un uomo buono e un amorevole figlio, che purtroppo ho perso”

LA MORTE DI JOHN SURTEES

Il cosiddetto “figlio del vento” si è spento all’età di 83 anni, per una crisi respiratoria, nell’ospedale di Londra. Era il 10 marzo 2017.

Alessandro Bergamaschi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here