17 agosto, tanti auguri alla star della Wwe Paige

Oggi, 17 agosto, Saraya-Jade Bevis, in arte Paige, compie il suo ventiseiesimo compleanno. Ai più questo nome potrebbe dire poco; per aiutare, aggiungiamo qualche dettaglio allora

0
805

Secondo il punto di vista di chi scrive, la vita di Paige, per quanto sia successo fino a ora, è qualcosa che potrebbe essere stata scritta come una sceneggiatura per un film. Lei nasce nel 1992, appunto il 17 agosto, in quel di Norwich, zona sud-est dell’Inghilterra, da Roy Bevis e Julia Hamer. Particolarità? Anche loro sono dei wrestler. La famiglia Knight, o meglio la Knight Dinasty, è una delle famiglie più importanti e famose nell’ambito del wrestling britannico e anche mondiale.

Nel giro di qualche mese dal suo debutto, firma a settembre un contratto con la WWE, trasferendosi nell’allora federazione-satellite di Stamford, la Florida Championship Wrestling, uno show precursore di quello che sarebbe stato NXT nel giro di un paio d’anni. Debutta nel gennaio 2012, con il ring-name di Saraya, salvo poi cambiarlo in Paige. Passa a NXT, dove sarà una delle personalità più influenti per l’eredità dello show e del roster femminile n genere, a quei tempi maggiormente occupato da personaggi poco consoni all’ambito ‘wrestling’. Definendosi come l’Anti-Diva, riesce a guadagnare il supporto di una larghissima fetta di pubblico, diventando la prima NXT Women’s Champion dopo aver sconfitto l’australiana Emma nella finale del torneo per assegnare il nuovo titolo. Due anni dopo, viene promossa nel main roster ancora come campionessa femminile di NXT.

IL DEBUTTO NEL MAIN ROSTER

Da lì in poi l’inglesina proseguirà la sua carriera in WWE tra alti e bassi, riuscendo a conquistare un altro Divas Championship e prendendo parte alla Divas Revolution (divenuta in seguito Women’s Evolution) insieme ad atlete del calibro di Charlotte Flair (figlia del Nature Boy Ric Flair), l’irlandese Becky Lynch e della Boss Sasha Banks, affermandosi come una dei capisaldi della rinascita del roster femminile della WWE.

LA DISCESA

Una relazione che molti hanno definito tossica e che la stava portando a un passo dal licenziamento da parte della Wwe, per via della doppia violazione del Wellness Program da parte sua per uso di sostanze illegali, sanzionate con 30 giorni prima e 60 giorni dopo di sospensione. E a tutto questo marasma dobbiamo aggiungere gli attacchi di alcuni hacker che sono riusciti a rubare alcuni scatti hot privati dal computer e dal cellulare e in più è stata costretta a sottoporsi a un intervento chirurgico al collo, che l’ha portata a una lunga inattività.

LA SVOLTA INASPETTATA

Durante un evento non ripreso dalle telecamere, un paio di giorni dopo Natale, Paige subisce un forte calcio sulla schiena alla base del collo da parte di Sasha Banks e cade a terra priva di sensi, salvo poi risvegliarsi. Quella è la sua ultima apparizione su un ring Wwe come lottatrice.
Ritorna nella puntata di RAW post-Wrestlemania 34, il 9 aprile 2018, dove annuncia con le lacrime agli occhi e con un discorso accorato il ritiro dal wrestling lottato. Ma la sera seguente, dato il miracoloso ritorno sul ring di Daniel Bryan dopo un infortunio simile a quello di Paige, la ragazza di Norwich viene nominata nuovo General Manager dello show del martedì sera, Smackdown Live.

Una vita da libro Cuore, qualcuno potrebbe dire. Una ragazza che, così giovane, è riuscita nell’impresa di poter lavorare con il meglio del meglio, sopravvivere a tantissime brutte situazioni, ma nonostante ciò riuscendo a rialzare un’intera divisione, quella femminile, che ormai stagnava da anni nella volgarità più becera. Grazie anche all’affetto di tantissimi ragazzi e ragazze che l’hanno seguita, tifata e acclamata in tutto il mondo, tra l’America e il Giappone, tra l’Australia e l’Europa, perché ha semplicemente portato il cambiamento.

Tanti auguri Paige, Scream for Us ‘cause This Is Your House!

 

Gaetano Bonanno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here