Serie C, Livorno allunga, Padova Frena, Trapani sorride

Il Livorno allunga sul Pisa, il Padova frena ma limita i danni. Il Lecce, nel proprio turno di riposo, assiste alla vittoria del Trapani sul Catania

0
278

Nei tre gironi di Serie C, non cambia niente nelle posizioni di testa. Il Livorno allunga sul Pisa, il Padova frena ma limita i danni. Il Lecce, nel proprio turno di riposo, assiste alla vittoria del Trapani sul Catania. Al contrario, le gerarchie sono in continua evoluzione, sia in zona playout, che in quella retrocessione.

GIRONE A
Il Livorno riprende la fuga, frena il Pisa, Siena con due partite in meno

Nel girone A di Serie C, il Livorno riprende la fuga. Archiviata l’amara battuta d’arresto nel derby col Pisa, gli amaranto tornano a macinare punti grazie al successo sull’Arzachena. I punti di vantaggio sul Pisa sono ora sette, con una partita in meno. I nerazzurri infatti non riescono ad andare oltre l’1-1 con i vicini di casa del Pontedera, e sprecano di fatto il jolly pescato nel derby la scorsa giornata. Il Siena non può tentare il sorpasso proprio ai danni del Pisa, in quanto il match previsto a Cuneo è stato rinviato causa neve. I bianconeri hanno adesso due partite da recuperare.

serie C, il Livorno consolida il primato
Giana Erminio, un mese vissuto da big. Gran bagarre a centro classifica

Leggendo la classifica, può sorprendere vedere la Giana Erminio così in alto. Dopo aver stazionato da inizio campionato in zona playout, la compagine di Gorgonzola ha decisamente ingranato la marcia giusta nell’ultimo mese. Quattro vittorie e un pari (col Pisa) è il buonissimo recente score della Giana, che aggancia così le posizioni medio-alte. Sorride la Viterbese, che nonostante il turno di riposo resta saldamente quarta. Importante successo della Pistoiese sulla Carrarese, che vale l’aggancio in classifica ai danni degli azzurri. Olbia e Lucchese non si fanno male e restano quinte. Il piacenza frena nella stracittadina, ma mantiene un punto di vantaggio su Monza e Arzachena, che oggi sarebbero fuori dai Playoff.

Alessandria e Arezzo, tre punti d’oro: frenano le rivali

L’Alessandria torna a vedere la luce grazie al successo nello scontro salvezza col Gavorrano. I piemontesi restano in zona playout, ma mettono il Pontedera nel mirino. Il Gavorrano deve così vivere un’altra settimana da ultima del gruppo. Anche l’Arezzo supera l’importante esame con il Prato e si regala cinque punti di margine sulla zona salvezza. Il Prato rimane quindi penultimo. Certamente prezioso il punto strappato dal Pontedera al Pisa. I granata aumentano a due punti il vantaggio sulla quartultima. Serve invece a poco il punto ottenuto dalla Pro Piacenza, che resta inguaiata, ma che si porta comunque a più due sul Cuneo.

GIRONE B
Padova, frenata indolore: solo il Feralpi ne approfitta. Steccano le altre inseguitrici

Nel girone B di Serie C, la capolista Padova frena, fermata sullo 0-0 dalla Fermana. Questa mezza battuta a vuoto è comunque quasi indolore. Solo il Feralpisalò riesce ad approfittarne, e grazie al successo sul Sudtirol, si porta in terza posizione. Il Padova mantiene sei punti di vantaggio sul Renate (una partita in meno), a sua volta messo al palo dal Santarcangelo. Sambenedettese e Pordenone si annullano, mantenendo invariate le rispettive posizioni. Dopo una bella risalita, l’Albinoleffe si inceppa sul più bello e crolla sotto i colpi della Reggiana.

La reggiana ci ha preso gusto. Che cambio di marcia!

A centro classifica, chi muove sul serio la propria classifica è la Reggiana. La squadra emiliana, in poche settimane, ha rivoluzionato la propria classifica. Grazie ad una serie di vittorie, i granata sono schizzati dalla zona playout alla settima posizione. Detto del punticino raccolto dalla Fermana, e della sconfitta del Sudtirol, fanno notizia le sconfitte di Triestina e Bassano, arrivate per mano rispettivamente di Fano e Gubbio.

Vicenza sempre più nei guai. Fanno festa tutte le altre in zon salvezza.

Il Vicenza non sa più uscire dalla crisi. Contro il non irresistibile Ravenna arriva una nuova sconfitta, che tiene i biancorossi inchiodati a quota 16, ancora con sei punti di margine sui playout. Attenzione però, perchè tutte le squadre in lotta per non retrocedere hanno smosso le rispettive classifiche. La vittoria del Fano ed il pari del Santarcangelo non cambiano molto le cose. Le due formazioni rimangono a fondo classifica, ma lanciano un chiaro segnale al campionato: nessuno in questo torneo è disposto ad abbandonare la categoria senza lottare. In questo contesto valgono ovviamente oro le vittorie di Ravenna e Gubbio, che possono vivere una settimana tranquilla.

GIRONE C
Il Trapani affonda il Catania, il Lecce riposa ed osserva

Nel girone C di Serie C, durante il proprio turno di riposo, il Lecce assiste da spettatore interessato al big match fra Trapani e Catania. La vittoria dei granata per 2-0 sancisce un verdetto. Le pretendenti alla vittoria del campionato sono ufficialmente tre. Se Lecce e Catania erano da subito partite con il piede giusto, portandosi dopo poche giornate nelle prime posizioni, il Trapani ha faticato a calarsi nella realtà della serie C. Ma dopo un periodo di rodaggio, la squadra di Calori è a tutti gli effetti pronta a recitare un ruolo di assoluta protagonista. Dopo l’ultima giornata, i salentini sono al comando con tre punti di vantaggio sulle due inseguitrici.

Colpo Siracusa, Virtus Francavilla ha la meglio sul Monopoli

Se le tre squadre in fuga sembrano al momento giocare un campionato a parte, il Siracusa è certamente la compagine più solida e continua nel lotto delle inseguitrici. L’affermazione esterna sul campo del Bisceglie, consolida i siciliani al quarto posto, con quattro lunghezze sul Virtus Francavilla. Virtus che si aggiudica lo scontro diretto con il Monopoli, e stacca così proprio la squadra del Tavoliere. Dopo l’exploit di inizio campionato, i biancoverdi sembrano essersi definitivamente assestati su un andamento da metà classifica. Fanno il proprio dovere Catanzaro e Matera, avendo la meglio rispettivamente su Fondi e Fidelis Andria, e scalano così importanti posizioni. Frenano invece la propria corsa Juve Stabia e Rende. Le vespe infatti si fermano sul 2-2 con la Casertana, mentre i calabresi non vann oltre il 2-2 con il Cosenza.

Akragas e Paganese pescano il jolly. Giochi più che mai aperti in zona playout

L’Akragas può continuare a sperare in una difficile rimonta. Il successo sulla Reggina non sposta i siciliani dall’ultima posizione, ma consente di guadagnare punti preziosi su molte rivali. Colpo esterno della Paganese, che nello scontro diretto di bassa classifica ne fa addirittura tre alla Sicula Leonzio, portandosi ad una sola lunghezza dai siciliani. La Fidelis Andria è ora penultima a più tre sull’Akragas. Il Cosenza si tiene fuori dalla zona retrocessione, la Reggina vede ridotto a soli tre punti il proprio margine di sicurezza.

Alessandro Toncelli

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here