3 dicembre: Joe Frazier, ritorno e addio

Il 3 dicembre 1981 tornava su ring Joe Frazier. La stessa sera decise di ritirarsi definitivamente dalla boxe

0
295

Smokin’ Joe Frazier è stato trai più grandi pugili di sempre. Senza dubbio. Nell’Olimpo della Boxe c’è e ci sarà per sempre. Se tutti, tutti ricordano The Rumble in the Jungle (Foreman vs Ali), secondo molti il più grande incontro della storia è stato l’altro, quello con Frazier: Thrilla in Manila. L’altro interprete fu ovviamente il più grande di sempre, Mohamed Ali.

Frazier divenne campione proprio grazie al primo incontro con Ali, quando vinse. Poi la rivincita, persa ai punti ed infine il capolavoro pugilistico delle Filippine, quando Smokin’ Joe si ritirò alla 15esima ripresa, per la fortuna di entrambi gli atleti, allo stremo come mai nella loro carriera.

Il boxer originario della Carolina del sud prima del match a Manila ebbe un problema all’occhio, quasi accecato, cosa che gli fece poi perdere ancora un incontro per il titolo contro Foreman (che anni prima, nel gennaio 1973, gli strappò il titolo in una grande serata di sport e pugni). Per recuperare si ritirò temporaneamente. E rientrò il 3 dicembre 1981. Fino a quel momento aveva vinto 32 incontri e persi 4. Non aveva mai pareggiato. Cosa che incredibilmente accadde proprio contro Floyd Cummins.

Fu l’ultimo atto di una splendida carriera durata 16 anni ad alti, altissimi livelli. Quando morì nel 2011, il prete che presiedette la cerimonia disse queste parole: “Rocky non era un campione, Joe Frazier lo era: Rocky era finzione, Joe realtà. Rocky non ha mai affrontato Alì, Holmes o Foreman: non ha mai assaggiato il sapore del sangue. Qui in città c’è una statua di Rocky, attendo che in centro ne erigano una a Frazier”. Smokin’ Joe Frazier, un vero campionissimo.

Daniele Errera

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here