A1 Maschile, Pallanuoto: quanti pareggi! Vincono solo Recco, Ortigia e Posillipo

La quinta giornata del campionato A1 maschile di pallanuoto ha seguito le aspettative, regalandoci grandi match di alto livello. Tanti i pareggi, vittorie per le due di testa e per il Posillipo

0
63
ORTIGIA DA FAVOLA, IL RECCO BATTE IL BRESCIA

Se è un sogno, non provate nemmeno a svegliare giocatori e staff dell’Ortigia. La serie di vittorie consecutive sale a 5 partite, dopo i 3 punti conquistati contro la Roma Nuoto. Partita combattuta ed equilibrata, grazie soprattutto a Tempesti, autore nuovamente di una grande prestazione evidenziata da un altro rigore parato. Al terzo quarto di gara il punteggio è sul 4-3 per la squadra di casa, ma gli ospiti nei successivi 16 minuti infliggono un parziale di 2-6 rimontando e vincendo il match per 9-6. Migliori in campo? I due ragazzini classe 2002 dei siracusani, Cassia e Ferrero, autori rispettivamente di una tripletta e di una doppietta. Il “Classico” dell’A1 maschile viene vinto dalla Pro Recco per 11-9. Il Brescia sbaglia totalmente l’approccio alla gara, subendo il pressing e la fisicità dei ragazzi di Rudic. Primo parziale, decisivo, di 0-3, mentre il resto del match si gioca sull’orlo dell’equilibrio. 3 gol ciascuno per Cannella, capocannoniere dell’A1 maschile, e Ivovic.

VINCE IL POSILLIPO, PARI PER LA BPM

In vantaggio per tutta la prima metà di gara, portandosi anche sul 6-2, la Bpm Sport Management subisce la rimonta del Trieste. Prima dell’intervallo lungo la squadra di casa accorcia le distanze con Milakovic, 3 reti per lui, per poi agguantare il pareggio ad inizio ultimo quarto. Nel finale Dolce riporta gli ospiti sul +1, ma a 1’02” dal termine arriva il 9-9 finale, che frena nuovamente i ragazzi di Baldineti, a -3 dal Brescia. Arriva nel derby la prima vittoria per il Posillipo. Esce comunque a testa alta la Canottieri Napoli, che ha combattuto per tutta la gara senza mai demordere nonostante il risultato abbia visto avanti sempre i posillipini. Sin dall’inizio i rossoverdi mettono le mani nella gara dominando i primi due quarti, chiusi sul parziale di 5-2. Risultato che poteva essere più pesante, se Di Martire non si fosse fatto parare due rigori e se Mattiello non avesse piantato il terzo sul palo. Nel terzo quarto la Canottieri si porta a -1 ma il Posillipo risponde colpo su colpo, chiudendo il match con il risultato di 10-6.

PAREGGIANO LAZIO, FLORENTIA E SALERNO

A 2 minuti dal termine segna Razzi e a 58 secondi Dani, entrambi decisivi per il pareggio finale conquistato dalla Florentia che si trovava sotto in casa contro il Telimar. Palermitani che dunque rimandano ancora l’appuntamento alla prima vittoria in A1 maschile. Partita equilibrata ma divertente, con entrambe le squadre che pensano poco a difendere come si può ben capire dal risultato finale di 14-14. Migliori in campo Astarita e Draskovic, 4 gol a testa. Pari anche per il Salerno contro l’Iren Quinto. Ospiti che sfiorano una straordinaria rimonta: all’inizio del terzo quarto il team di casa è avanti 7-4 dopo aver dominato la gara con le 4 reti di Cuccovillo. La seconda metà di gara è un’altra partita per gli ospiti, che trascinati dalle 5 reti di Giorgetti pareggiano i conti sul 7-7 e poi passano in vantaggio sul 9-8. A 2 minuti dalla fine pareggia Luongo per il Salerno. Un’altra rimonta è quella del Savona sulla Lazio. Quest’ultima domina la prima parte di gara, ma si illude troppo presto di avere la vittoria nelle mani. Prestazione perfetta di Vuskovic, autore di 4 reti, una delle quali realizzata per il 13-13 finale a 22” dal termine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here