ATP Toronto: vincono Djokovic e Cilic, bene i next gen

Esordio positivo per il fresco vincitore di Wimbledon mentre arrivano conferme tra le nuove leve

0
425
DJOKOVIC IN CONTROLLO, A CILIC IL DERBY CROATO CON CORIC

Mercoledì d’esordio per Djokovic che trova, al di là del net, un volenteroso Mirza Basic condannato dalla poca percentuale di prime in campo. Aspetto che si rivelerà letale contro un avversario come il serbo.

Se il primo set ha un andamento favorevole per Nole, nel secondo Djokovic incontra più difficoltà nel chiudere la partita. Sarà il tie-break a fissare il risultato sul 6-3, 7-6(3).

Al contrario, il match tra Cilic e Coric è una battaglia che dura due set. A uscire vincitore è  ancora il numero 7 del mondo che si conferma per la quinta volta in cinque incontri. Dopo i primi due parziali decisi da un break per parte è Cilic che riesce a mettere la testa avanti nel terzo e a respingere gli attacchi del suo giovane connazionale portando a casa il match con il punteggio di 6-3, 3-6, 6-1.

IL RITORNO DI WAWRINKA E DIMITROV, CONFERME PER TSITSIPAS E SHAPOVALOV

Non sarà mai un match normale quello tra Kyrgios e Wawrinka dopo i fatti di Montreal 2015. Saranno state le ruggini passate a motivare lo svizzero che, dopo aver perso facilmente il primo set, mette a segno la rimonta con un duplice 7-5. Resta l’incostanza di Kyrgios che abbina colpi spettacolari (da segnalare un vincente di dritto a 185 km/h) a scelte tattiche incomprensibili come i serve & volley con la seconda sul rovescio di Wawrinka in occasione dei due set point.

Sull’altro campo, un convalescente Dimitrov riesce ad avere la meglio di Verdasco in una partita decisasi al tie-break del terzo set. Il bulgaro ha fatto vedere qualche timido segnale di ripresa soprattutto dal punto di vista della tenuta mentale, ma il tennis è ancora da migliorare.

Tra le giovani promesse sono da segnalare le vittorie di Shapovalov, Tsitsipas e Auger-Aliassime, tutte in due set. 

AVANTI FOGNINI, CECCHINATO DURA SOLO UN SET

Tra gli italiani bene Fognini che conferma il suo ottimo momento di forma battendo in due set un avversario ostico come Johnson. Il tennista ligure riesce a mantenere un’invidiabile solidità al servizio, necessaria per avere la meglio sull’americano. 

Dopo l’exploit sulla terra e le conferme sull’erba, Cecchinato non conferma i suoi progressi sul cemento palesando difficoltà di adattamento. Il siciliano riesce a tenere testa al giovane Tiafoe per un solo set prima di arrendersi in due parziali con il punteggio di 7-6(3), 6-1.

Gianmarco Fetoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here