7 ottobre, auguri al gigante finlandese Sami Hyypiä

Oggi compie 45 anni lo storico difensore dei Reds, Sami Hyypiä. Ripercorriamo le tappe più importanti della sua carriera

1
1252

Il 7 ottobre di 45 anni fa nasce in Finlandia, nella piccola città di Porvoo, Sami Hyypiä uno dei difensori più importanti e vincenti del Liverpool. Discende da una famiglia di calciatori, il padre Jouko giocò nel Pallo Peikot, mentre la madre giocò come portiere a livello dilettantistico. Sebbene il giovane Sami abbia giocato ad hockey su ghiaccio, uno degli sport nazionali più importanti, presto capii che il suo destino sarebbe stato quello di seguire le orme dei genitori. Infatti, in seguito, dirà: “Immagino che ci fosse solo una possibilità di carriera per me.”

GLI INIZI IN FINLANDIA E IL TRASFERIMENTO NEI PAESI BASSI

Inizia la sua carriera calcistica nella stessa squadra del padre, il Pallo Peikot, per poi passare al MyPa, squadra militante nel massimo campionato finlandese. Sami vi rimarrà per tre anni in cui riuscirà a vincere due volte la Coppa di Finlandia. La prima nel 1992, la seconda nel 1995. Nello stesso anno, Hyypiä viene notato e acquistato dal club olandese Willem II, rimanendovi per quattro anni. Nei Paesi Bassi, subito si conquista la fiducia e l’affetto dei tifosi per le sue grandi prestazioni. Nella sua ultima stagione vince il premio di miglior giocatore dell’Eredivisie.

Embed from Getty Images
 

L’ARRIVO AL LIVERPOOL E LA SUA CONSACRAZIONE

La svolta della sua carriera arriva nel maggio del 1999, quando viene acquistato dal Liverpool per una cifra intorno ai 4,5 milioni di euro. Debutta con la maglia dei Reds il 7 agosto 1999. Sami, inizialmente, arriva tra lo scetticismo generale. I tifosi erano convinti del fatto che il finlandese non sarebbe stato all’altezza delle aspettative. Questo pregiudizio, però, viene ben presto scongiurato. Infatti Hyypiä forma una grande coppia difensiva insieme a Stéphane Henchoz. Quasi dieci anni dopo, in un tributo d’addio, Ron Yeats, allora capo scout dei Reds, commenta così l’acquisto: “E’ uno dei migliori affari che abbiamo fatto negli ultimi anni.” Nella stagione 2000-01 diventa il capitano del Liverpool, insieme a Fowler, a causa di un infortunio a lungo termine di Jamie Redknapp. Durante quella stagione vince ben tre trofei: Football League Cup, FA Cup e Coppa Uefa. Individualmente vince fino al 2003 il premio come miglior giocatore finlandese dell’anno. Diventa ufficialmente il capitano nel 2002, sostituito in seguito dal leggendario Steven Gerrard.
Nella stagione 2004-2005 vince la sua prima Champions League contro il Milan in una finale incredibile. Il 10 agosto 2005 rinnova il suo contratto che lo lega ad Anfield per altri tre anni. Parte titolare nella vittoriosa finale della FA Cup del 2006 contro il West Ham United ai rigori, anche se il suo lo sbaglia. Sami Hyypiä, con il passar delle stagioni, diventa sempre più importante per il club e per i tifosi. Ian Rush, storico attaccante del Liverpool, arriverà a dire: “Deve essere lassù con i migliori acquisti che il club abbia mai fatto”. Il finlandese rifiuta numerose offerte sia all’estero sia in Premier. Diventa un modello di riferimento per i giovani difensori come Agger e Skrtel. Il 2 marzo 2008, con la sua apparizione contro il Bolton Wanderers, Hyypiä entra nella top 20 delle apparizioni dei giocatori del Liverpool di tutti i tempi. Il 4 maggio 2009 viene annunciato che Sami aveva firmato un contratto di due anni con il Bayer Leverkusen. Gioca la sua ultima partita per il Liverpool ad Anfield contro il Tottenham Hotspur il 24 maggio 2009.  Dopo la fine della partita, riceve una standing ovation da tifosi e compagni di squadra. Sami Hyypiä ha collezionato 464 presenze e ha segnato 35 gol, vincendo dieci trofei in dieci anni.

Embed from Getty Images
 

GLI ANNI IN GERMANIA E L’ESPERIENZA DA ALLENATORE

Con il Bayer Leverkusen, Hyypiä debutta ufficialmente l’otto agosto 2009 nel match contro il Mainz. Il 24 gennaio 2010 sigla il suo primo gol in Bundesliga nella vittoria per 3-0 contro l’Hoffenheim. La sua prima stagione termina con il quarto posto, fallendo l’accesso in Champions League. Il 2 maggio 2011 annuncia il suo ritiro dal calcio professionistico entrando nello staff della squadra come vice. Il 1 aprile 2012 è promosso come allenatore, ottenendo però scarsi risultati. Infatti, viene esonerato il 5 aprile 2014. Altrettanto sfortunate saranno le sue avventure in Inghilterra col Brighton e in Svizzera con il Zurigo.

Embed from Getty Images
 

Tanti auguri Sami! YNWA 

Vincenzo Grimaldi

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here