Bundesliga, 7° giornata: volano i due Borussia

Continua la crisi del Bayern sconfitto in casa dai Fohlen, mentre il Lipsia travolge il Norimberga. L'Hoffenheim cade in casa contro l'Eintracht Francoforte. Pareggi per Hertha e Leverkusen. Vincono Schalke e Werder

0
402

Il settimo turno di Bundesliga saluta il dominio della Prussia. O forse sarebbe meglio dirlo alla latina “Borussia”. Sia la BVB che il ‘Gladbach ottengono due vittorie diverse ma dall’immenso valore che rilanciano le ambizioni e l’entusiasmo dei due club. Se il ruolo di Spitzenreiter è affidato ai gialloneri, dietro troviamo un trenino da 4 squadre: l’altro Borussia, il prorompente Lipsia di Rangnick, il SiegenWerder di Kohfeldt e l’Hertha di Dárdai (l’unica delle 3 a non aver vinto).

LARGO ALLE “ALTRE”

Borussia Dortmund vs FC Augusta 4-3 (Sabato, 15:30)
22′ A. Finnbogason (FCA), 62′ P. Alcácer (BVB), 71′ P. Max (FCA), 80′ P. Alcácer (BVB), 84′ M. Götze (BVB), 87′ M. Gregoritsch (FCA), 96′ P. Alcácer (BVB).

Al Signal Iduna Park la BVB vince in extremis contro la squadra di Manuel Baum. Una partita caratterizzata da tantissimi errori e orrori difensivi che consegnano alla Bundesliga un Dortmund più forte e consapevole anche nelle difficoltà. I bavaresi, dopo aver fermato il Bayern, passano a condurre con il solito Finnbogason. Paco Alcácer entra dalla panchina e segna due volte pareggiando il momentaneo nuovo vantaggio siglato da Philipp Max. La sfida sembra impregnarsi definitivamente di giallonero quando Mario Götze, sotto la Gelbe Wand, realizza il suo primo centro stagionale, stuzzicando il pensiero opposto di Gregoritsch e Bürki. Solo il preludio dell’esplosione di decibel che azzera l’udito di tutta Dortmund al 96′ con la punizione trasformata da Alcácer che regala una pazza vittoria alla BVB.

Bayern Monaco vs Borussia Mönchengladbach 0-3 (Sabato, 18:30)
10′ A. Pléa, 16′ L. Stindl, 88′ P. Herrmann.

Continua, invece, la crisi nera del Bayern. All’Allianz Arena i Fohlen di Hecking pasteggiano sui resti dei bavaresi. Gara indirizzata già dopo un quarto d’ora grazie alle reti di Pléa e Stindl. All’88’ arrotonda Herrmann che lancia il ‘Gladbach al secondo posto. La squadra di Niko Kovac, al contrario, scivola al sesto.

RB Lipsia vs Norimberga 6-0 (Domenica, 18:00)
3′ K. Kampl, 7′ Y. Poulsen, 21′ e 55′ M. Sabitzer, 32′ e 59′ T. Werner.

C’è chi scende e c’è chi sale. In queste settimane di montagne russe, ritorna in alto il Lipsia di Rangnick. I Roten Bullen, smaltite le scorie di inizio stagione, tornano nelle parti nobili della Tabelle. Il punteggio tennistico servito al Norimberga (alla seconda imbarcata dopo quella di Dortmund) è sintomatico di una squadra tornata a giocare il calcio verticale e rapido per cui è stata costruita. Werner realizza una doppietta (con un rigore fallito) insieme al compagno Sabitzer dopo i Tore iniziali di Kampl e Poulsen.

Werder Brema vs VfL Wolfsburg 2-0 (Venerdì, 20:30)
35′ D. Klaassen, 86′ J. Eggestein.

Tornano a vincere anche i Werderaner. Dopo la sconfitta di Stoccarda, l’Elf di Kohfeldt riprende a correre superando i Wölfe di Labbadia al Weserstadion. A decidere la gara sono i gol, uno per tempo, di Klaassen e del più giovane dei fratelli Eggestein, Johannes.

Magonza vs Hertha Berlino 0-0 (Sabato, 15:30)

Alla Opel Arena la Alte Dame non riesce a superare i padroni di casa. La squadra di Dárdai fallisce l’aggancio al primo posto facendosi arretire da Schwarz e dal suo Karnevalsverein. Nei berlinesi restano a secco capitan Ibisevic e, soprattutto, l’ormai ex capocannoniere Ondrej Duda (5 Tore in Bundes).

SI RILANCIANO FRANCOFORTE E SCHALKE

Dopo le vittorie ottenute in settimana tra Europa League e Champions, le Adler e i Knappen si ripetono anche in campionato. La squadra di Hütter sbanca la Wirsol Rhein-Neckar-Arena di Sinsheim, casa dell’Hoffenheim, mentre i ragazzi di Tedesco si impongono a Düsseldorf. Con questi successi l’Eintracht sale a quota 10, mentre lo Schalke torna a respirare fuori dagli ultimi 3 posti con 6 punti totali.

Hoffenheim vs Eintracht Francoforte 1-2 (Domenica, 15:30)
40′ A. Rebic, 46′ L. Jovic (SGE), 82′ R. Nelson (HOF).

Vittoria preziosa per gli ospiti dopo il largo successo contro la Lazio in Europa League. Anche a Sinsheim sono i ragazzi balcanici a firmare la vittoria per le Adler, in particolare Ante Rebic e Luka Jovic. Il Tor del giovane inglese Nelson rappresenta solo una magra consolazione per Nagelsmann e il pubblico locale.

Fortuna Düsseldorf vs Schalke 0-2 (Sabato, 15:30)
47′ W. McKennie, 53′ G. Burgstaller.

Lo Schalke di Domenico Tedesco sembra in ripresa, come confermato dal doppio successo in Bundesliga più quello in Champions League. Uomo decisivo ancora il giovane statunitense McKennie che apre le marcature proprio come a Mosca. A chiudere definitivamente la sfida della Merkur Spiel-Arena è l’austriaco Guido Burgstaller.

SUCCESSO PREZIOSO PER L’HANNOVER, LEVERKUSEN A SINGHIOZZO

Gli Hannoveraner si tirano fuori dal momentaccio trionfando nello scontro diretto contro lo Stoccarda. Per gli Schwaben a pagare è stato il tecnico Korkut, per adesso sostituito da Andreas Hinkel ad interim. Il Bayer, invece, continua ad andare a corrente alternata. Sarà la gioventù di molti elementi, ma la squadra di Herrlich non riesce a trovare continuità frenando anche nella Foresta Nera in casa del Friburgo.

Hannover 96 vs VfB Stoccarda 3-1 (Sabato, 15:30)
30′ e 45+1′ B. Wood (H96), 50′ M. Gómez (VfB), 90+1′ I. Bebou (H96).

Alla HDI-Arena la squadra di Breitenreiter ottiene 3 punti fondamentali nella corsa-salvezza. I padroni di casa superano lo Stoccarda grazie alla doppietta di un redivivo Bobby Wood e al sigillo finale di Bebou. Inutile il Tor del momentaneo 2-1 del solito Mario Gómez su consueto assist di Thommy. Con questo successo l’Hannover sale a quota 5 issandosi al terzultimo posto. Gli Schwaben, invece, seppur a pari punti scendono in 18° e ultima piazza.

SC Friburgo vs Bayer Leverkusen 0-0 (Domenica, 13:30)

Le Aspirine non superano l’esame dello Schwarzwald-Stadion. All’ombra della Foresta, la spinta del Werkself viene anestetizzata dalla resistenza degli uomini di Streich, costretti a perdere prematuramente anche Florian Niederlechner, bomber del momento complice anche l’assenza di Nils Petersen. Il Friburgo sale a quota 8, mentre il Leverkusen rimane attardato di  un punto (7) al 14° posto.

CLASSIFICA


Francesco Lo Fria

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here