Champions League, 1° turno: dilagano Celtic e Malmo, vince anche il Legia

Pokerissimo dello Shkendija

0
203

Archiviato il mini torneo di qualificazione, è arrivato il tempo di tuffarsi nel primo turno di Champions League. Sono scese in campo alcune squadre importanti come il Celtic, il Malmo e il Legia Varsavia. Nessuna sorpresa rilevante ma andiamo a vedere nel dettaglio come sono andati tutti i match.

CELTIC E HAPOEL BEER SHEVA GIÀ VIRTUALMENTE QUALIFICATE

Il primo turno di Champions League inizia in Georgia dove il Torpedo Kutaisi batte per 2-1 lo Sheriff Tiraspol. I moldavi erano andati anche in vantaggio dopo 14 minuti grazie al tiro, piuttosto fortunoso, di Badibanga. I padroni di casa non si disuniscono e, prima pareggiano con Kimadze (errore clamoroso della difesa), poi passano avanti con un rigore di Kukhianidze. Risultato che lascia aperte tutte le possibilità. Schiacciante vittoria invece dell’Hapoel Beer Sheva ai danni degli estoni del Flora. Gli israeliani si portano sul 3-0 in 50 minuti con Sahar, un rigore di Tzedek e Maman. Sappinen accorcia momentaneamente le distanze ma poi, all’85’, Ezra firma il definitivo 4-1 con un gran tiro di destro.

Pareggiano 1-1 il Dudelange e gli ungheresi del MOL Vidi. Sono proprio quest’ultimi a segnare il primo gol con l’ex Zenit e Hannover, Huszti. I lussemburghesi pareggiano nella ripresa con un tiro da fuori di Melisse, sul quale però il portiere avversario compie un grave errore, facendosi scivolare il pallone tra le braccia. Passiamo ora ai veri protagonisti di questo turno, il Celtic. Gli scozzesi si sbarazzano con un sonoro 3-0 dell’Alashkert. Odsonne Edouard, l’acquisto più oneroso della storia del club, sblocca il match deviando in rete un tiro cross dalla destra. Negli ultimi 10 minuti della ripresa poi, Forrest e Mcgregor chiudono definitivamente i giochi. Ottimo inizio per la squadra di Brendan Rodgers.

QUASI FINITA LA FAVOLA DEL DRITA, LEGIA DI MISURA

Nella fresca estate delle Far Oer, l’HJK sbanca il campo del Vikingur per 2-1. I finlandesi si portano sopra di due grazie al gran tiro a giro del centrocampista Dahlstrom e all’autogol di Gregersen. Al 51′ Vatnhamar riapre il discorso qualificazione per il ritorno. Passeggia invece lo Shkendija contro i gallesi del TNS. Dopo il primo gol di Emini al 14′, si scatena l’attaccante Ibraimi che segna un poker pazzesco, fissando il risultato sul 5-0. Qualificazione archiviata, quindi, per i macedoni.

L’altra grande attesa, oltre al Celtic, era sicuramente il Malmo che, contro i Kossovari del Drita, vincitori del torneo preliminare, non stecca, imponendosi per 3-0. Gli svedesi vanno sul doppio vantaggio nel primo tempo con le reti di Strandberg di testa e di Traustason in contropiede. Nella ripresa poi il veterano Rosenberg mette il sigillo definitivo sul match, saltando un difensore e depositando la palla alle spalle di Rexhepi. Chiudiamo in Irlanda dove il Legia Varsavia vince di misura contro i padroni di casa del Cork City. La rete decisiva arriva al 79′ grazie a Kucharczyk che tira fuori dal cilindro un destro a giro da circa 30-35 metri, che si insacca sotto l’incrocio dei pali.

Embed from Getty Images

RISULTATI

Torpedo Kutaisi (Geo) – Sheriff Tiraspol (Mld) 2-1 (14′ Badibanga, 24′ Kimadze, 64′ Kukhianidze)
Flora (Est) – Hapoel Beer Sheva (Isr) 1-4 (18′ Sahar, 36′ Rig.Tzedek, 53′ Maman, 73′ Rig.Sappinen, 85′ Ezra)
Dudelange (Lus) – MOL Vidi (Ung) 1-1 (42′ Huszti, 58′ Melisse)
Alashkert (Arm) – Celtic (Sco) 0-3 (45’+2′ Edouard, 81′ Forrest, 90′ McGregor)
Vikingur (Fai) – HJK (Fin) 1-2 (9′ Dahlstrom, 29′ Ag.Gregesen, 51′ Vatnhamar)
Shkendija (Mac) – TNS (Gal) 5-0 (14′ Emini, 38′ 53′ 60′ e 66′ Ibraimi)
Drita (Kos) – Malmo (Sve) 0-3 (13′ Strandberg, 39′ Traustason, 82′ Rosenberg)
Cork City (Irl) – Legia (Pol) 0-1 (79′ Kucharczyk)

Luca Fantoni

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here