Ennesima prova straripante dei Reds che umiliano lo Spartak Mosca

Nella partita decisiva il Liverpool sfodera una prestazione straripante e passa il girone come primo. A segno tutte le frecce a disposizione di Klopp

0
271

Si conclude ad Anfield il girone di Liverpool e Spartak Mosca. Entrambe le squadre sono alla ricerca del pass per gli ottavi di Champions League. Serve solo la vittoria ai russi per sopravanzare i Reds grazie agli scontri diretti favorevoli. Gli uomini di Carrera dovranno fare una partita diversa da quella dell’andata, quando riuscirono quasi miracolosamente a strappare un pareggio.

Per gli uomini di Klopp tutto da rifare. Dopo il primo tempo di Siviglia la qualificazione sembrava cosa fatta e invece, dopo la rimonta degli andalusi, il passaggio del turno è ancora in bilico. Il manager tedesco vuole attaccare fin dal primo momento per mettere in ghiaccio la partita e, magari, far riposare qualche giocatore importante in vista del derby con l’Everton di Domenica.

FORMAZIONE OFFENSIVA PER ENTRAMBI GLI ALLENATORI.

Massimo Carrera sceglie un 4-2-3-1, con Luiz Adriano a sostegno di Ze Luis. Sulle ali agiranno Zobnin e Promes, al centro di trattative di mercato in estate proprio con i Reds. Bocchetti e Tasci guidano la linea a 4 di difesa davanti a Selikhov. Schermo di centrocampo composto dal duo Glushakov e Fernando, autore del momentaneo gol del vantaggio nel match di Mosca.

Liverpool in campo con la formazione migliore possibile. Manca ancora Matip, ma recupera Klavan che fa coppia con Lovren in difesa. Gomez e Moreno saranno i terzini. Resta ancora a riposo Henderson, quindi il trio di centrocampo viene formato da Emre Can, Wijnaldum e Coutinho con la fascia da capitano. Tridente titolare composto da Mane, Firmino e Salah.

PRIMO TEMPO SUBLIME DEI REDS CHE DOMINANO IN LUNGO E IN LARGO

L’inizio di partita è come un sogno: dolcissimo per il Liverpool, ma un vero incubo per lo Spartak. In 18 minuti i Reds mettono al sicuro il primo posto con addirittura 3 gol. Prima Coutinho su rigore, poi ancora il brasiliano e, infine Firmino, mettono la firma su un avvio strepitoso. Match che ricorda molto il ritorno dei preliminari con L’Hoffenheim. La squadra di Carrera è letteralmente stordita e rischia una clamorosa imbarcata, ma i Reds si calmano per qualche minuto.

Promes è l’unico a sembrare non arrendersi e si fa vedere un paio di volte dalle parti di Karius. Poca roba a dire la verità. Molto piu vicino il Liverpool al 4°gol, con gli attaccanti che trovano praterie davanti a loro. Mane e Salah non infieriscono e allora i ritmi calano notevolmente. Si fa male Moreno che deve abbandonare il campo per Milner. La prima frazione termina come a Siviglia, ma i Reds ora sono più maturi.

NEL SECONDO TEMPO CONTINUA L’INCUBO PER I RUSSI CHE NE INCASSANO 7!

Per allontanare subito i fantasmi i ragazzi di Jurgen Klopp partono nuovamente fortissimo. Il risultato è che prima Mane segna un bellissimo 4°gol e poi Coutinho porta a 5 le marcature firmando la tripletta. Tutto troppo facile e Spartak Mosca che è quasi costretto a difendere lo 0-5. Il match si trasforma in una sorta di allenamento, con i Reds che dosano le energie.

Continua a provarci il povero Promes, ma non riesce a trovare il gol della bandiera e allora è Mane a trovare il 6-0 su assist di Sturridge. Carrera aspetta solo la fine del match, mentre ad Anfield chiedono tutti il gol di Salah e Sturridge. L’egiziano li accontenta a 5 minuti dalla fine completando la serata da favola dei Reds. Termina con l’arbitro Marciniak che chiude la contesa senza recupero con un roboante 7-0!

I REDS SI QUALIFICANO AGLI OTTAVI, SPARTAK MOSCA IN EUROPA LEAGUE

In una notte magica il Liverpool si esibisce in una prova di forza straordinaria. Secondo 7-0 nel girone e passaggio agli ottavi ottenuto. In un periodo di forma a dir poco impressionante gli uomini di Klopp si presentano nel migliore dei modi al derby del Merseyside. Serata totalmente da cancellare dalla memoria per la squadra di Massimo Carrera. Lo Spartak retrocede in Europa League e si ritufferà sul campionato dove occupa la 4°piazza attualmente. Passa come seconda il Siviglia, che pareggia 1-1 in Slovenia col modesto Maribor.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here