Chelsea-WBA 3-0: Hazard trascina i Blues

0
250

Dopo due sconfitte consecutive (in casa e in trasferta) il Chelsea di Antonio Conte rialza la testa contro il West Bromwich Albion. Arriva una bella vittoria con annessa porta inviolata a riportare un po’ di serenità nell’ambiente. Battere gli uomini di Pardew ultimi in classifica a quota 20 punti era quello di cui gli uomini in blu avevano bisogno. Giroud si presenta bene al pubblico di casa e si rivela protagonista nella rete che apre le marcature della serata con una delicata sponda per Hazard che batte Foster sul palo lontano.

Panchina calda, calendario caldissimo

I padroni di casa scendono in campo con il solito 3-4-3 e ritrovano Christensen tra i titolari in difesa. Rudiger e Azpilicueta completano il reparto arretrato a protezione di Courtois tra i pali. Bakayoko è squalificato quindi al fianco di Kante parte titolare Cesc Fabregas. Zappacosta e Moses si prendono invece le rispettive corsie laterali. Hazard e Pedro supportano Giroud nel tridente d’attacco. Morata torna disponibile (manca dal 17 Gennaio) e si accomoda in panchina mentre Marcos Alonso è ancora fuori per infortunio.

Il primo momento chiave del match arriva dopo soli 3 minuti e purtroppo si tratta di un infortunio per gli ospiti: Sturridge si arrende ad un problema muscolare e lascia il posto a Jay Rodriguez. Pardew è già costretto ad usare un cambio in maniera forzata ma la fortuna gli sorride perché l’ex Southampton calamita uno sciagurato retropassaggio di Moses ma spreca calciando a lato. I Baggies partono con il giusto piglio e cercano di sfruttare questo momento no del Chelsea per poter strappare qualche punto prezioso da questa trasferta.

Dopo un inaspettato dominio da parte del WBA, i Blues rialzano la testa e provano ad iscriversi alla partita. L’inerzia della gara cambia e passa in mano ai padroni di casa che cominciano a macinare gioco e azioni pericolose. Zappacosta da due passi prende in pieno Foster. Poco dopo Giroud viene pescato nel cuore dell’area del WBA da uno splendido passaggio di Hazard. Il francese colpisce di prima intenzione senza angolare e l’estremo portiere avversario si fa trovare pronto sulla respinta.

Giroud punto di riferimento, Hazard incanta

I due episodi precedenti fanno da prove generali per il primo goal della serata. Hazard in isolamento parte dalla fascia, si accentra, scarica su Giroud, l’ex Arsenal protegge con il corpo e prolunga con delicatezza di nuovo per il numero 10 che trafigge un immobile Foster. Palla in rete e Chelsea che si porta sul risultato di 1-0. La rete del vantaggio è una boccata di ossigeno per gli uomini di Conte. I Blues vanno a riposo con il minimo scarto nel punteggio ampiamente meritato per quanto fatto nei primi 45 minuti di gioco.

Il secondo tempo riparte nel segno del primo. Gli ospiti bussano dalle parti di Courtois con Rondon che ingaggia un duello all’arma bianca con Christensen lo induce all’errore e si appropria della sfera. Il venezuelano ex Rubin Kazan tira forte ma l’estremo difensore belga riesce a deviare in corner con l’interno della coscia destra. Altra bella chance per Pardew e co che non viene cinicamente sfruttata. Il Chelsea al contrario presentandosi con puntualità a tu per tu con Foster trova il raddoppio al minuto 63.

Secondo tempo in discesa, Hazard chiude i conti

Moses si fa perdonare il mezzo pasticcio del primo tempo e dopo aver ricevuto un assist con deviazione da parte di Fabregas trova il goal da due passi aprendo il piatto. Dopo nemmeno 10 minuti arriva la ciliegina sulla torta per una prestazione maiuscola come quella dimostrata da Hazard stasera. Il belga riparte di nuovo dalla fascia si accentra e con un sinistro velenoso impallina Foster che rimane immobile ingannato dai numerosi difensori in area. 3-0e partita in ghiaccio. Giroud esce acciaccato (tacchettata accidentale da parte Hegazy sulla testa ed intervento durissimo da dietro da parte di Evans) e lascia il posto a Morata.

Il risultato rimane invariato e da tutto lo stadio si alzano cori ed uno scrosciante applauso a sostegno di Antonio Conte. Il Chelsea deve assolutamente piazzarsi entro il quarto posto per accedere alla prossima Champions League. I londinesi sono ancora in corsa in FA Cup e saranno impegnati questo week end contro l’Hull City (quinto turno di coppa) prima di iniziare un tour de force tremendo dove verranno affrontati ll Barcellona negli ottavi di UCL e le due squadre di Manchester in successione in campionato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here