Corsa Champions apertissima. La Juventus fallisce il primo matchpoint. Analisi della 32a giornata di Serie A

0
190

Poteva essere la giornata dell’ottavo tricolore per la Juventus. Invece, i bianconeri, andati a Ferrara con le seconde linee in vista del match di ritorno di Champions League con l’Ajax, non sono riusciti a racimolare il punto che li avrebbe fatti diventare aritmeticamente campioni. Resta apertissima la corsa alla Champions League. Inter, Roma e Milan ottengono successi fondamentali, prendendo punti a Lazio, Atalanta e Torino. Dopo 11 anni, il Chievo Verona tornerà nella serie cadetta, diventata aritmetica dopo la sconfitta interna con il Napoli. 

PRIMO MATCHPOINT FALLITO. LE SQUADRE IN LOTTA PER LA RETROCESSIONE INSORGONO

L’ufficialità dell’ottavo scudetto è rimandata. A Ferrara infatti, nonostante il vantaggio dell’inarrestabile Kean, i bianconeri cadono contro la Spal. Una caduta sicuramente indolore per la Juve, scesa in campo con le seconde linee, ma che ha provocato la rabbia di molte squadre in lotta per la retrocessione. L’accusa è arrivata direttamente dall’allenatore del Bologna Mihajlovic, che ha imputato ai bianconeri, rei di non aver schierato la formazione migliore, di aver influenzato la corsa alla salvezza.

IL MILAN VINCE LO SCONTRO DIRETTO CON LA LAZIO. INTER E ROMA NE APPROFITTANO IN VISTA DEL MATCH DI SABATO. SOLO PARI PER ATALANTA E TORINO

La corsa alla Champions League resta apertissima. Le favorite all’Europa cambiano ogni settimana, con nessuna delle pretendenti in grado di raggiungere una continuità tale da poter distaccare definitivamente le altre. A San Siro, il Milan supera di misura la Lazio al termine di un match intenso e pieno di polemiche, chiusosi con lo sfottò, un po’ troppo sopra le righe, di Bakayoko e Kessiè ai danni di Acerbi. Sempre alla scala del calcio andrà in scena il prossimo big match che varrà l’Europa che conta, quello tra Inter e Roma. I neroazzurri, rientrato il caso Icardi, hanno totalizzato 7 punti sui 12 disponibili delle ultime giornate, mentre i giallorossi hanno fatto bottino pieno nelle sfide che li hanno visti affrontare Sampdoria e Udinese. Solo pari per Atalanta e Torino. I bergamaschi, impegnati nel posticipo del Lunedì sera contro l’Empoli, non riescono a sfondare il muro toscano e a portarsi a pari punti con il Milan al quarto posto. Rimangono, invece, a quota 50 i granata di Mazzarri, fermati in casa dal Cagliari.

SI SALVI CHI PUO’. ADESSO RISCHIANO IN MOLTE

L’alto rendimento delle squadre in coda ha riacceso una corsa alla salvezza che sembrava ridotta a poche squadre. Se inizialmente la lotta sembrava riguardare solo Spal, Bologna ed Empoli, i continui successi di queste tre squadre hanno portato anche Udinese, Genoa e Parma a non dormire sonni tranquilli. Con il Chievo già aritmeticamente retrocesso, e il Frosinone ormai spacciato, saranno, con ogni probabilità, queste 6 squadre a lottare per evitare l’ultimo posto per la retrocessione. Sabato, al Castellani, andrà in scena un vero e proprio scontro diretto che metterà contro Empoli e Spal.

 

Matteo Matanò

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here