Dopo le emozioni austriache, la MotoGP fa tappa in Inghilterra

Archiviato l'elettrizzante duello del Red Bull Ring tra Dovizioso e Marquez con il successo del romagnolo, domenica si scende in pista a Silverstone per il GP di Gran Bretagna

0
138

La MotoGP arriva al suo 12° appuntamento stagionale, dopo il fantastico, bellissimo duello tra Andrea Dovizioso e Marc Marquez di due domeniche fa,
con la classe regina che si presenta su uno dei circuiti storici del motorsport, una pista veloce, insidiosa ed emozionante come quella di Silverstone.
Gara che si svolge dal 2011, (mentre in precedenza si correva alla Dunlop Arena di Donington Park), e in quella prima edizione di 8 anni fa, il giovane centauro Michele Pirro di San Giovanni Rotondo coglie il primo podio in carriera nella classe Moto2, giungendo terzo, alle spalle di Stefan Bradl Bradley Smith.
Ma il gran premio d’oltre manica viene ricordato anche per le imprese di Valentino Rossi, ultima in ordine cronologico quella del 2015, sotto una pioggia torrenziale dove domina in lungo e in largo per un podio tutto italiano con Petrucci secondo e Dovizioso terzo con il tricolore troneggiante sul podio inglese.
Ma la sua gara più bella nel Regno Unito resta quella del 2005, sempre con la pioggia protagonista, con Rossi che parte dalla decima piazza e in gara ridicolizza gli avversari a suon di sorpassi, vincendo con ben 15 secondi di vantaggio su Kenny Roberts Jr. giunto in seconda posizione, e il “Dottore” sul traguardo si alza in piedi dalla sua Yamaha M1 e si fa una sviolinata alla Alberto Gilardino, che proprio in quella estate passò dal Parma di Prandelli al Milan di Ancelotti.
Più indietro nel tempo torniamo all’edizione 2002, quando la rivalità Rossi-Biaggi era esplosa definitivamente, all’apice della guerra agonistica, con Valentino che trionfa a Donington, e con Max Biaggi dietro staccato di 3 secondi, che sulla linea del traguardo gli sfreccia vicino a tutta velocità sfiorandolo. Nel post gara Rossi si lascia andare al microfono di Paolo Beltramo con dichiarazioni forti, pungenti, provocanti, sentenziando il pilota romano e affermando: “Biaggi mi è passato vicino sul traguardo a più di 250 all’ora, mi ha letteralmente sfiorato, lui è sempre capace di fare queste stron… evidentemente gli tira il cu.. arrivare dietro tutte le domeniche”. Ed ecco l’intervista che fece registrare il picco di ascolti quella domenica era servita, con la loro rivalità che ebbe l’epilogo qualche anno dopo, quando Biaggi decise di lasciare la top class del motociclismo per approdare in SBK.
Ma tornando a Silverstone, la pioggia resta il tallone di Achille di questa gara anche nell’edizione dello scorso anno, quando uno scroscio violentissimo si è abbattuto sul circuito pochi minuti prima della partenza con la Race Direction, che si prende la responsabilità di cancellare il gran premio per buona pace dei tanti spettatori accorsi numerosissimi al circuito.
Appuntamento dunque questo weekend per il Gran Premio di Gran Bretagna, tutto live in esclusiva sui canali Sky Sport.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here