Europa League, Roma beffata dall’arbitro, esagerato AZ

Sotto la pioggia dell'Olimpico la Roma gioca una partita ordinata nonostante le assenze, ma si fa raggiungere a causa di un errore clamoroso dell'arbitro, che regala il rigore a tempo praticamente scaduto al Borussia.

0
79

Dopo la due giorni di Champions, che ha visto impegnate ben quattro squadre italiane, tocca alla Roma inaugurare la terza giornata di Europa League. I giallorossi infatti sono di scena all’Olimpico contro il Borussia Mönchengladbach, alla quale contendono i tre punti per poter ripartire dopo lo stop di Marassi contro la Sampdoria.

Roma meritatamente in vantaggio, Callum regala il pareggio al Borussia

Paulo Fonseca, nonostante le numerose assenze, decide di non cambiare assetto, proponendo in mediana, insieme al “sopravvissuto” Veretout, Gianluca Mancini, con Fazio a fare coppia con Smalling al centro della difesa. Linee molto compatte quelle scelte da Marco Rose, che davanti si affida alla coppia Embolo – Thuram e agli inserimenti centrali degli esterni Neuhaus e Herrmann. La partita, complice anche una pioggia a tratti torrenziale che ha accompagnato l’incontro per tutta la sua durata, non offre tanti spunti, con le squadre che lottano sia contro i propri avversari sia contro il pallone ed il terreno. Nonostante le defezioni però la Roma non soffre troppo, con Mancini che nel corso del match prende le misure di un ruolo non suo, riuscendo comunque a dare copertura alla difesa, permettendo anche a Veretout di sganciarsi. I pochi spunti davanti sono frutto di una partita molto chiusa, dove ne i trequartisti ne Edin Dzeko riescono a trovare gli spazi giusti. Molto anarchico Kluivert, che spesso sbaglia controlli od appoggi, non venendo però supportato al meglio dai compagni, con Pastore costretto ad abbassarsi per giocare la palla e Zaniolo dall’altro lato che ingaggia un bel duello con il terzino tedesco Bensebaini. Lo stesso algerino spaventa la Roma, andando a colpire la traversa su una punizione calciata da Neuhaus ad inizio partita. Alla mezz’ora però la Roma riesce a trovare il vantaggio. Angolo di Veretout che pesca Zaniolo sul primo palo, il quale beffa Sommer con un colpo di testa a palombella che si insacca sul palo lontano. Vantaggio Roma e esultanza polemica per il gioiellino giallorosso, che si tappa le orecchie in risposta alle dichiarazioni fatte da Capello.

La Roma a questo punto cerca di gestire il pallone ed il risultato, sfruttando anche l’innalzamento del Mönchengladbach, che ha bisogno assoluto di trovare il pareggio per muovere una classifica sfavorevole. Le risposte dei tedeschi però non sono mai pericolose per Pau Lopez, che oltre qualche brivido sui retropassaggi corre pochi rischi. Gli squilli arrivano al 90, dove prima il subentrato Florenzi spedisce a lato a tu per tu con Sommer, poi un abbaglio dell’arbitro Callum regala il rigore al Borussia. Non potendo ricorre al VAR, in quanto assente nei gironi di Europa League, l’arbitro ravvisa un tocco di mano di Smalling dopo una punizione calciata dai tedeschi. Le immagini però mostrano chiaramente come il difensore inglese abbia si le braccia larghe, ma che non toccano minimamente il pallone, che va a colpire invece la faccia del centrale giallorosso. Stindl poi spiazza Pau Lopez, consentendo ai suoi di trovare un pareggio che mantiene aperto il discorso qualificazione.

La partita del turno: AZ Alkmaar – Astana

Sicuramente la partita che ha destato più scalpore è stato il reboante 6-0 rifilato dagli olandesi dell’AZ a kazaki dell’Astana. Gli ospiti, complici anche gli infortuni del portiere Eric dopo venti minuti e del terzino Beysebekov prima della fine del primo tempo, cadono sotto i colpi dell’artiglieria dell’AZ, grazie anche alla doppietta su rigore del classe 98′ Koopmeiners.

Risultati ore 18.55

Gruppo A

Qarabag-Apoel Nicosia 2-2

13’ Quintana (Q),29’ Ionnau (A), 45’ Hallenius (A), 58’ Ailton (Q)

Gruppo G

Porto-Rangers 1-1

36’ Diaz (P), 44’ Morelos (R)

Young Boys-Feyenoord 2-0

14’ rig. Assale (Y), 28’ rig. Nsame (Y)

Gruppo H

Cska Mosca-Ferencvaros 0-1

86’ Varga

Ludogorets-Espanyol 0-1

13’ Campuzano

Gruppo I

Gent-Wolfsburg 2-2

3’ Weghorst (W), 24’Victor (W), 41’ e 90’ Yaremchuk (G)

Saint Etienne-Oleksandrija 1-1

8’ Gabriel Silva (S), 14’ aut. Gabriel Silva (O)

Gruppo J

Istanbul Basaksehir-Wolfsberg 1-0

78’ Kahveci

Roma-Borussia Moenchengladbach 1-1

32’ Zaniolo(R), 94’ Stindl (B)

Gruppo K

Besiktas-Braga 1-2

38’ Horta (BR), 71’ Nayir (BE), 80’ Wilson Eduardo (BR)

Slovan Bratislava-Wolverhampton 1-2

11’ Sporar (S), 58’ Saiss (W), 64’ rig. Jimenez (W)

Gruppo L

Az Alkmaar-Astana 6-0

39’ rig. e 83’ rig. Koopmeiners, 43’ Boad, 77’ Stengs, 85’ Sugawara, 90’ Idrissi

Partizan Belgrado-Manchester United 0-1

43’ rig. Martial

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here