F1 GP Spagna: ancora Hamilton, ancora Mercedes. “Sprofondo rosso” Ferrari

Lewis Hamilton vince a Barcellona, davanti al compagno di squadra Bottas. Quarta e quinta posizione per Vettel e Leclerc

0
87

Cinque doppiette nelle prime cinque gare, un dominio assoluto, micidiale, mortale.
Lewis Hamilton in totale controllo sin dal via, devastante in gara, una supremazia che fa paura, con una vettura che sembra quasi essere stata concepita per un viaggio nello spazio.

Ci mette un istante l’inglese a far capire che oggi è la sua giornata: pronti via, e subito stacca Bottas allo spegnimento dei semafori e andarsene, tranquillo verso un altra vittoria, il finlandese compagno di squadra (secondo posto per lui) dopo la stupenda pole di ieri, dove gli ha rifilato 6 decimi, oggi è apparso opaco, mai in grado di impensierirlo, mai riuscito a stare al suo passo.
Per il resto della concorrenza c’è solo l’onore delle telecamere, Verstappen terzo, festeggia un podio insperato alla vigilia, ma soprattutto felice di aver tenuto dietro le due Ferrari.

FERRARI: ENNESIMA DOMENICA NO

Le Ferrari appunto, altra domenica nera, altra serata di sconforto e riflessione per il team di Maranello, per riuscire a venire a capo di una situazione incandescente. Proprio a Barcellona 70 giorni fa, la squadra era col morale a mille con i test che furono definiti perfetti, meravigliosi, annunciando una vettura fortissima. Ora sono tutti a chiedersi che cosa sta succedendo. Gomme che si consumano presto, bilanciamento poco adatto, squadra che raramente commette errori al pit stop, ma oggi l’hanno fatto, ed ora a testa bassa a meditare sul proseguo della stagione.
Vettel quarto, in continua crisi di pneumatici per tutta la gara, infilato da Verstappen al primo giro, ed ha dovuto cedere la posizione per buona parte di gara al suo fido compagno di squadra, ma alla fine il risultato resta mediocre.
Leclerc quinto, mai in gara, che si è anche dovuto guardare le spalle nel finale da Gasly, dopo che la Safety Car ha fatto l’ingresso in pista per l’incidente in curva 2 tra Stroll (Racing Point ) e Norris (Mclaren), alla fine riuscendo a conservare a stento la quinta posizione.

Degna di nota la notizia che questa è l’ultima edizione del Gran Premio di Spagna, dalla prossima stagione Barcellona sarà sostituito dal Gran Premio d’Olanda.
Prossima gara tra due settimane nello scenario più affascinante e storico dell’intero mondiale per il Gran Premio di Montecarlo.

Ordine d’arrivo dei piloti a punti nel GP di Spagna:
1) Hamilton – Mercedes
2) Bottas – Mercedes
3) Verstappen – Red Bull
4) Vettel – Ferrari
5) Leclerc – Ferrari
6) Gasly – Red Bull
7) Magnussen – Haas
8) Sainz – Mclaren
9) Kvyat – Toro Rosso
10) Grosjean – Haas

                                                                                                Vincenzo Angelicchio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here