Freccia Vallone, bis per Julian Alaphilippe

0
134

Freccia Vallone, bis per Julian Alaphilippe: Era il grande favorito, oltre a partire col numero 1 da campione in carica, e non ha tradito le attese.

Per Julian Alaphilippe arriva così il bis nella corsa con conclusione in cima al Muro di Huy, che corona una prima parte di stagione da grande protagonista, in cui brilla la Sanremo, conquistata dopo le Strade Bianche, su cui aveva trionfato davanti al danese Fulsgang, con cui aveva animato anche l’ultima parte dell’Amstel domenica, prima di esser clamorosamente ripresi negli ultimi metri.

Ancora una volta la piazza d’onore tocca al portacolori dell’Astana, mentre il terzo gradino del podio è azzurro, grazie al livornese Diego Ulissi, apparso in ottima forma.

La corsa è stata molto vibrante sin dalle prime battute, essendo animata da una fuga a cinque, ossia Joey Rosskopf (CCC Team), Robin Carpenter (Rally-UHC), Kenneth Van Rooy (SportVlaanderen-Baloise), Koen Bouwman (Jumbo-Visma) e Tom Wirtgen (Wallonie-Bruxelles). Nessuno di loro fa paura, il gruppo tiene sotto controllo e riprende l’ultimo supersite poco prima dei 20 all’arrivo. Nel frattempo, in gruppo c’è una brutta caduta, i cui protagonisti sono Pozzovivo, Kreuziger e Yates; le conseguenze peggiori sembrano per il lucano, subito medicato.

Frattanto, dopo aver ripreso un tentativo di una trentina di unità, il gruppo giunge sotto il Muro di Huy: si decide tutto lì. Il più pimpante sembra Fulsgang, che ci prova e sembra poter fare il vuoto. Stacca tutti, ma non il francese, che prima resiste alla ruota e poi riesce a superarlo ai 100 metri dall’arrivo, tenendo la prima posizione fino all’arrivo, quasi in fotofinish. Primo degli staccati Ulissi, bravissimo a cogliere un podio davvero prestigioso.

Da segnalare anche che prima della corsa maschile c’è stata quella riservata alle donne: vittoria per Anna van der Breggen. Per l’iridata olandese, si tratta del quinto successo consecutivo.

Ordine d’arrivo

  1. Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step)
  2. Jakob Fuglsang (Team Astana) st
  3. Diego Ulissi (UAE-Team Emirates) a 6″
  4. Bjorg Lambrecht (Lotto Soudal) a 8″
  5. Maximilian Schachmann (BORA-Hansgrohe) a 8″
  6. Bauke Mollema (Trek Segafredo) a 8″
  7. Patrick Konrad (BORA-Hansgrohe) a 8″
  8. Michael Matthews (Team Sunweb) a 8″
  9. Jelle Vanendert (Lotto Soudal) a 11″
  10. Enrico Gasparotto (Dimension Data) a 11″

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here