Honduras: le pagelle del Trofeo d’Apertura

A pochi giorni dall'inizio del Clausura 2018 andiamo a rivivere, nel bene e nel male, quello che è successo tra settembre e gennaio

0
410

Il Trofeo d’Apertura 2017 è stato uno dei più divertenti e movimentati degli ultimi anni, anche a causa della situazione politica vissuta dal paese che ha causato non pochi inconvenienti.

LE PRIME DELLA CLASSE

Il Real Espana, coronatosi campione, non può che essere primo anche nella nostra classifica di miglior squadra del torneo tuttavia, non sempre le cose sono andate nel verso giusto.

I gialloneri, per arrivare alla finale, sono passati attraverso un esonero a metà stagione dello storico allenatore Primi e si sono qualificati alla Liguilla solo dopo un’incredibile rincorsa, partendo tra l’altro, come sfavoriti. Nei quarti di finale e nelle semifinali hanno però dimostrato tutto il loro valore, soprattutto nel derby con il Marathon. La finale vinta contro il Motagua è stata solamente la ciliegina sulla torta.

Il Motagua, qualificatosi direttamente alle semifinali durante il girone di campionato e, dopo aver battuto l’Olimpia nel derby, ha dovuto abbandonare all’ultimo il sogno del tricampeonato.

Le aquile tuttavia sono ampiamente promosse e continuano a dimostrare, con tre finali consecutive, il loro dominio assoluto nel campionato honduregno.

Il Marathon, dopo aver dominato la classifica del campionato, è uscito clamorosamente in semifinale contro i cugini del Real Espana. Nella pessima cornice dell’Estadio Nacional di San Pedro i monstruo è sembrato irriconoscibile. Non può però passare inosservato l’ottimo cammino stagionale, il quale dev’essere il primo punto da cui ripartire nella prossima stagione, anche senza il suo capitano, fresco di ritiro.

LE RIMANDATE

L’Olimpia, per il secondo anno consecutivo, rimane senza titoli nazionali. I leoni hanno disputato una stagione al di sotto delle aspettative, faticando a trovare ritmo e condizione e trovando un immeritato terzo posto solo nell’ultima giornata. L’unica nota positiva di quest’anno è la vittoria nella CONCACAF.

Juticalpa e Lobos, le due “piccole” arrivate ai quarti di finale, sono forse la nota più positiva di questo trofeo. Entrambe le squadre hanno peccato di inesperienza in momenti chiave della stagione, ma quando indovinavano la partita era uno spettacolo vederle giocare.

Stagione incolore per Vida e Real Sociedad, protagoniste di partite scialbe e noiose. I punti ottenuti, tuttavia, potranno essere più che utili nel Trofeo di Clausura per evitare la retrocessione.

LE BOCCIATE

Decisamente bocciate Platene e Honduras Progreso. I primi, dopo un avvio horror, sul finale di stagione sembravano aver preso fiducia. Dovranno ripartire da qui nel Trofeo di Clausura e cercare di racimolare più punti possibili per evitare la Seri B. I secondi, quest’anno, sono stati incommentabili. Dispiace vederli li sotto, soprattutto se si pensa che, esattamente un anno fa, si giocavano la finale con il Motagua.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here