Il Barcellona demolisce il Siviglia di Montella e si aggiudica la Copa del Rey

Nella finale di Copa del Rey non c’è storia e il Barcellona domina dall’inizio alla fine. Super partita di Iniesta, una delle ultime grandi prestazioni dell’illusionista in maglia blaugrana. Il Siviglia sbaglia atteggiamento fin dall’inizio, il Barça ringrazia e Valverde conquista il suo primo trofeo stagionale

0
523

Per la finale di Copa del Rey Valverde schiera con il 4-4-2 il suo Barcellona. In porta gioca Cilessen, il portiere di coppa. La difesa è quella titolare composta da Pique e Umtiti in mezzo, con Jordi Alba a sinistra e Sergi Roberto sulla destra. In mezzo al campo agiscono Busquets e Rakitic, con Iniesta leggermente spostato sulla sinistra e Coutinho a destra. Davanti la coppia che non si tocca: giocano Messi e Suarez. Montella risponde con un 4-2-3-1: in difesa giocano Mercado e Lenglet in mezzo, mentre ai lati ci sono Jesus Navas ed Escudero. In porta gioca David Soria e a centrocampo la coppia formata da N’zonzi e Banega. La trequarti è composta da Sarabia, Vazquez e Correa, mentre come punta unica gioca Luis Muriel.

LA PARTITA

Il Barcellona parte forte e si rende pericoloso con una punizione di Messi dalla lunga distanza, Soria al minuto numero 8 è già chiamato al primo paradon di serata. Passano 5 minuti e il Barça la sblocca: Cilessen, durante la manovra di gioco, riceve la palla sui piedi e va al rilancio lungo. Il lancio pesca perfettamente Coutinho sulla destra che ha tantissimo spazio, il brasiliano avanza fino ad arrivare a tu per tu con Soria, poi scarica la palla a Suarez che la deposita in rete. Malissimo in questo caso la retroguardia di Montella, che si fa beffare in una situazione più che evitabile con la difesa schierata. Alla mezz’ora i blaugrana raddoppiano: il Barça sviluppa la manovra e manda sulla sinistra Jordi Alba, lo spagnolo entra in area e con un tacco geniale serve a rimorchio Leo Messi, che con il sinistro sentenzia Soria. Grande azione della squadra di Valverde, poi per sua fortuna Jordi Alba e Messi si troverebbero anche bendati. Il Siviglia accusa il raddoppio e mentalmente va già negli spogliatoi. Il Barcellona ne approfitta e cala il tris, con Messi che manda in profondità Suarez con una palla perfetta e il pistolero con freddezza batte Soria.

IL SECONDO TEMPO

Nel secondo tempo l’atteggiamento del Siviglia non cambia: squadra troppo passiva, che rimane con un baricentro molto basso e che non aggredisce. Il Barça, invece, ha voglia di divertirsi e continua a giocare fortissimo. Al 52’ c’è gloria anche per Andres Iniesta, che sigla uno degli ultimi gol in maglia blaugrana. Nell’azione del gol Suarez recupera la palla sulla trequarti avversaria e scarica al limite per Iniesta. Lo spagnolo dialoga con Messi che lo manda a tu per tu con Soria. Il centrocampista con una finta riesce a mettere a sedere il portiere avversario e deposita la palla in rete. Poco più tardi il Barcellona cala addirittura la manita e lo fa con Coutinho, che realizza un calcio di rigore spiazzando Soria. I blaugrana dopo il quinto gol controllano la sfera con un possesso palla prolungato, fino al triplice fischio di Gil Manzano. E’ il primo trofeo stagionale per il Barça di Valverde, che con una super prestazione demolisce il Siviglia di Montella. Adesso per i blaugrana testa al campionato per gli ultimi match point fondamentali.

Tommaso Cherubini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here