Inter, Perisic: “Ora concentrato sui nerazzurri. Futuro? Non lo so”

Ivan Perisic si confessa al mensile inglese "FourFourTwo" e si lascia sfuggire qualcosa di importante sul suo futuro

0
56

Ivan Perisic, uno dei capisaldi dell’Inter di Spalletti ha passato un gran 2018. Con i nerazzurri si è qualificato in Champions League, ed ora è ad un passo dalla qualificazione agli ottavi di finale in un girone di ferro. Con la propria nazionale, la Croazia, ha sfiorato l’impresa nel Mondiale, perdendo in finale contro la corazzata Francia. Proprio in merito al suo anno, e non solo, Perisic ha parlato al mensile sportivo inglese FourFourTwo. Ecco cos’ha detto.

SUL 2018

L’anno non è ancora finito ma è stato certamente un anno da ricordare. Il successo ottenuto in Russia è stato indubbiamente il più grande e prezioso della mia carriera, ma ho vissuto negli ultimi 12 mesi anche parecchi momenti belli e di successo all’Inter. Poteva anche essere meglio, ma il fatto di essere tornati in Champions dopo un periodo così lungo fuori mi dà ragione di pensare che questo sia stato assolutamente l’anno migliore della mia carriera“.

SULL’INTER

Non si era qualificata per la Champions League negli ultimi 6 anni. E per un club talmente conosciuto è un periodo lunghissimo. Per fortuna siamo stati capaci di riportare la Champions League a San Siro, sono davvero felice di aver fatto parte di questa storia perché non è stata una passeggiata. La qualità del calcio italiano è migliorata tantissimo negli ultimi anni e ci sono diverse squadre forti. Magari non avevamo la squadra giusta per vincere lo scudetto ma volevamo lottare per un piazzamento nelle prime quattro e andare in Champions. La partita con la Lazio è stata davvero stressante e probabilmente riassume alla perfezione la nostra stagione in 90 minuti. Abbiamo dovuto rimontare due volte ma alla fine abbiamo vinto ed è stata un’emozione incredibile da celebrare all’Olimpico“.

SUL FUTURO

Dall’inizio della mia carriera ho avuto l’ambizione di giocare nel maggior numero di grandi campionati possibili. E ho ancora il desiderio di testarmi in altri tornei, come quello spagnolo o inglese. Spero che i tifosi dell’Inter possano capire il mio punto di vista. Sono un atleta e sono un professionista, mi piacciono le sfide e questa è la mia forza trainante. Cosa porterà il futuro non lo so, adesso sono concentrato sull’Inter. Stiamo provando a fare un passo avanti ancora più grande rispetto alla scorsa stagione“.

La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here