Koscielny: “Deschamps mi ha deluso”

Il 33enne difensore dell'Arsenal ha detto "addio" alla Nazionale transalpina non senza qualche rimpianto e polemica: "Non potevo sentirmi campione del Mondo come i 60 milioni di francesi, è stata una sensazione strana. Volevo vederli vincere, ma allo stesso tempo avrei voluto che perdessero"

0
409

Laurent Koscielny è ritornato sul trionfo mondiale della Francia. Il difensore centrale transalpino ha rilasciato un’intervista a Canal Plus riportata da tuttomercatoweb. Tanti i temi affrontati da Koscielny, dalla delusione per non aver preso parte alla spedizione dei Bleus in Russia causa infortunio, alle sensazioni contrastanti provate dopo il trionfo francese a Mosca.

“L’infortunio è stato difficile da accettare e la vittoria della Francia ancora di più. Prevale il lato egoista, avrei potuto far parte della spedizione e vincere la Coppa del Mondo. Mi rimarrà in testa per tutta la vita. Sono stato felice per i miei compagni, ma allo stesso tempo mi sono sentito distrutto. Non potevo sentirmi campione del Mondo come i 60 milioni di francesi, è stata una sensazione strana. Volevo vederli vincere, ma allo stesso tempo avrei voluto che perdessero. Sono molto contento per la squadra, molti li hanno criticati ma hanno dimostrato di essere un gruppo con qualità”.

SU DESCHAMPS

“Ho partecipato alle qualificazioni e ho dato il massimo per permettere alla Francia di partecipare al Mondiale, ma ho avuto il mio primo grande, lungo infortunio. Mi ha reso più forte, mi ha insegnato tanto: ho lavorato ogni giorno per recuperare, mettendo da parte anche la famiglia. In questi momenti si capisce chi ti è davvero vicino e le persone le ho contate sulle dita di una mano. In molti mi hanno deluso, tra questi Deschamps: mi ha mandato solo un messaggio a settembre per il mio compleanno. La vittoria della Francia mi ha ferito di più dell’infortunio sul piano psicologico”.

IL RITIRO DALLA NAZIONALE

Koscielny ha, infine, annunciato il ritiro dalla Nazionale: “Penso di aver dato ai Bleus tutto quello che potevo. Ho 33 anni, ho giocato due Europei e una Coppa del Mondo, è il momento di lasciare”.

 

La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here