La Liga, 28esima giornata: Suarez e Messi affondano l’Atlético, continuano a volare Getafe e Siviglia

Tutto quello che è successo in Liga, con il Barça che vince lo scontro diretto con l'Atlético e ipoteca il campionato. La lotta per la salvezza rimane incerta, così come quella per il quarto posto

0
163

Si è conclusa la 31esima giornata di Liga, mancano sette turni ancora al traguardo finale e tutto – tranne la lotta per il primo posto – è ancora incerto.

Partiamo proprio dalle prime posizioni, con il Barcellona che sabato sera al Camp Nou ha chiuso il campionato, vincendo 2 a 0 contro l’Atlético Madrid. La banda del Cholo ha resistito, in 10, per più di 60 minuti. Poi Suarez e Messi hanno chiuso i conti, mettendo le mani sulla Liga 2018/19. I blaugrana adesso sono a +9 sui colchoneros e aspettano solo la matematica per festeggiare.

Il Real Madrid di Zidane ha vinto, con fatica, contro l’Eibar 2-1. I baschi sono andati in vantaggio grazie a Cardona, poi ci ha pensato con una doppietta Benzema a rimettere le cose a posto. L’Euro-Getafe continua a volare e a mantenere la quarta piazza. Gli uomini di Bordalas hanno vinto 1-0 in casa contro l’Athletic Bilbao e rimangono a +1 dal Siviglia quinto. Anche gli andalusi hanno vinto, sul campo del Real Valladolid, e continuano a lottare per raggiungere il quarto posto.

Il Valencia, invece, ha subito una sconfitta pesante a Madrid contro il Rayo Vallecano: la squadra di Marcelino è caduta sotto i colpi di De Tomás e Mario Suárez. Dietro al Valencia in classifica c’è l’Alavés, che non è riuscito ad andare oltre l’1-1 in casa con il Leganés.

Bella partita a Montilivi tra Girona ed Espanyol nel derby catalano, due squadre ben salde a metà classifica senza preoccupazioni: vanno in vantaggio gli ospiti con il gol del centrocampista Darder, pareggia Stuani su rigore (diciottesimo centro in questa Liga). Negli ultimi minuti, Darder cala la doppietta personale e regala i 3 punti alla squadra di Rubí.

Fondamentale la vittoria del Celta Vigo contro la Real Sociedad, trascinato da un monumentale Iago Aspas. La squadra galiziana, in questo momento, sarebbe fuori dalla zona retrocessione. Il Villareal, invece, continua a rimanerci, dopo aver perso 2 a 1 in casa del Betis. L’Huesca, ultima in classifica, non va oltre il 2-2 contro il Levante e spreca una ghiotta occasione in ottica salvezza.

Tommaso Cherubini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here