LaLiga, 28esima giornata: Rodrigo giustizia il Siviglia. L’Atletico ci crede

Il Barcellona e CR7 non si fermano. Importante vittoria del Levante, mentre crolla il Deportivo

0
316
MONTELLA PRECIPITA NELLO SCONTRO DIRETTO

Il big match del weekend spagnolo proponeva lo scontro per l’Europa tra Siviglia e Valencia. La squadra dell’aeroplanino parte bene, crea molto, ma non concretizza: la traversa di Muriel nel primo tempo e la giornata di grazia di Neto negano agli andalusi di infilare gli ospiti. Questi hanno il merito di saper soffrire e sfruttare gli spazi in contropiede: prima al 22′, poi al 68′, Rodrigo trafigge Rico, siglando una doppietta pesante, modellata su due grandi assist di Kondogbia. Nel mentre, sempre nella giornata di sabato, il Real riesce ad ottenere bottino pieno dalla difficile trasferta sul campo dell’Eibar: i padroni di casa danno filo da torcere ai ragazzi di Zidane, che chiudono comunque un insipido primo tempo sullo 0-1, grazie al solito Ronaldo. La ripresa riserva una doccia fredda quasi immediata ai Blancos, che al 50′ subiscono il pareggio firmato Ramis. Nonostante l’offensiva ospite, l’Eibar sembrerebbe reggere, sino al minuto 84, quando Ronaldo decide di trafiggere ancora un ottimo Dmitrovic: il secondo posto non è ancora irraggiungibile. Ciononostante, i Colchoneros non sono dello stesso parere: il 3-0 rifilato al Celta è una prova di forza da parte del Cholo. L’Atletico passa in vantaggio solo allo scadere della prima frazione, quando Griezmann raccoglie nell’area piccola una spizzata di Gimenez e con la suola inganna difensore e portiere avversari: palla scagliata sotto l’incrocio opposto, col piede “debole” per di più. Il secondo tempo è ancora nel segno dell’attaccante francese, appena eletto miglior calciatore del mese di febbraio, che con un delizioso filtrante, trova Vitolo in area, a cui resta semplice scavalcare Blanco. La gara la chiude Correa, che dopo un’azione insistita, trafigge la porta avversaria con un bel destro ad incrociare. Se per il Real è lecito credere ancora nel secondo posto, per l’Atletico è un dovere guardare ancora al primo. Tuttavia, questo resta distante ancora 8 punti, a causa della sconfitta col Barça la scorsa settimana: i catalani passano anche a Malaga per 0-2. Suarez apre le danze con un’incornata vincente su cross di Alba, e Coutinho la chiude correggendo con un gran colpo di tacco su un cross rasoterra dalla destra. Sì, i blaugrana vincono anche senza Messi, e sentono la Liga sempre più vicina.

ORGOGLIO LEVANTE. DEPORTIVO VERSO LA SEGUNDA

Se già dalla scorsa settimana vi parlavamo un Malaga arrendevole, conscio ormai di retrocedere, oggi siamo qui a dirvi che con ogni probabilità, il Deportivo ha intrapreso la stessa via. Una lancia in favore di questi va comunque spezzata: il trend negativo è difficile interromperlo sul campo del Girona, squadra in piena lotta per l’Europa League. I padroni di casa vincono 2-0 soffrendo, a tal punto da riuscire ad imbucare gli avversari solo grazie a due palle inattive. Grazie al successo, si portano a due lunghezze dal quinto posto. Chi invece ha dato un forte segnale è il Levante, che nonostante la netta supremazia del Getafe, riesce a vincere per 0-1 grazie alla rete al 70′ di Coke, dopo che i padroni di casa hanno sciupato occasioni su occasioni. Ora il Las Palmas, terzultimo, è sotto di 4 punti, vista la sconfitta casalinga di quest’ultimo contro il Villarreal per 0-2: agli ospiti bastano Bacca e Sansone (su rigore) nella ripresa per salire a -1 dal quinto posto del Siviglia. Tante emozioni al San Mamés per Athletic Bilbao-Leganés, coi padroni di casa che vincono 2-0 e salgono a 35 punti, scavalcando proprio gli ospiti, fermi a 33: a deciderla, è una splendida doppietta di Raul Garcia, che prima di testa e poi con un bel destro al volo, regala i tre punti ai suoi. La giornata si chiude nella serata di ieri, alle 21, con Alaves-Betis, conclusasi 1-3: il momentaneo 1-2 di Sobrino illude i tifosi di casa, costretti a cadere dinanzi alla doppietta di Moron ed al sigillo di Javi Garcia.

Luigi Romanelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here