Manchester United, Mourinho: “Gesto finale? Risposta a 90′ di insulti”

"Sono venuto qui per fare il mio lavoro senza offendere nessuno. La gente non può insultare la mia famiglia e quella interista"

0
80

Dopo la sorprendente vittoria in rimonta in casa della Juventus, l’allenatore del Manchester United José Mourinho è intervenuto ai microfoni di Sky, chiarendo il motivo del suo gesto post gara: “Sono stato insultato per novanta minuti. Sono arrivato qui per fare il mio lavoro, non ho offeso nessuno. La gente non può insultare la famiglia, la mia e quella interista. Abbiamo fatto una partita fantastica, al nostro massimo livello, e non possiamo fare meglio di così. La Juventus ha un potenziale diverso dal nostro, ma noi dal 1′ abbiamo cercato la fortuna che è arrivata nei minuti finali”.

Cambi determinanti?
“In casa non siamo stati bravi. Allegri nel finale ha messo Barzagli per controllare, ma noi abbiamo creato quelle due punizioni che sono state determinanti ai fini della vittoria finale”.

Nel primo tempo il Manchester non ha brillato
Siamo partiti con un centrocampo statico, cercando di dare libertà a Sánchez. Martial sta giocando bene, Lingard è uno creativo. L’ingresso in campo di Mata era per crossare. Abbiamo vinto la partita, anche se il pareggio sarebbe stato più giusto. Per noi i tre punti sono importantissimi”.

 

La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here