Mercoledì di Champions: vittorie importanti per Inter e Napoli, bene le big

Ripercorriamo insieme il terzo mercoledì di Champions League. Bene le italiane, vincono Liverpool e Barcellona

0
87
IL LIPSIA VINCE IN RIMONTA, COLPACCIO CHELSEA AD AMSTERDAM

Il terzo mercoledì di Champions League si apre con due sfide cruciali per le sorti dei gironi G e H.  Il Lipsia di Julian Nagelsmann vince meritatamente in rimonta contro lo Zenit di San Pietroburgo: I russi trovano il vantaggio a metà primo tempo con un bel tiro da fuori del centrale ucraino Rakitsky. La risposta dei tedeschi, però, non si fa attendere. All’alba del secondo tempo trovano il pareggio con Laimer, rapido scambio con Sabitzer, e palla all’angolino.
Il gol decisivo, e probabilmente anche gol della serata, lo segna proprio l’austriaco Sabitzer che è bravo a raccogliere un bel cross sulla sinistra e battere il portiere con un tiro di collo esterno destro. Palla all’incrocio e 2-1 il risultato finale.

L’altra partita delle 18.55 è tra due delle squadre più interessanti di questa competizione, l’Ajax di ten Hag contro il Chelsea di Frankie Lampard.
I Blues, chiamati a vincere per raggiungere proprio gli olandesi in testa al girone H, riescono nell’impresa nel finale con l’uomo che non ti aspetti: Michy Batshuayi. Il Belga riceve un cross rasoterra sulla sinistra di Pulisic e buca il camerunense Onana per lo 0-1 finale. Chelsea ed Ajax entrambe a quota 6 dopo tre giornate.

BENISSIMO LE ITALIANE, OK LIVERPOOL E BARCELLONA. PAREGGIO TRA LILLE E VALENCIA

Il Napoli di Carlo Ancelotti riesce nell’impresa in Austria contro il Salisburgo di Marsch: vince con un pirotecnico 2-3 e rimane in testa al gruppo E a quota 7. Sblocca la partita il solito Dries Mertens, raggiunto Diego Armando Maradona, con un bel tiro potente dentro l’area. Gli austriaci creano tanto e vanno più volte vicini al pareggio, Meret si oppone in tre occasioni. Il gol dei padroni di casa, però, arriva sul finire del primo tempo su rigore del baby fenomeno Erling Haaland. Gli Azzurri soffrono anche nel secondo tempo ma dimostrano grande carattere, tornando nuovamente in vantaggio ancora con Mertens.
La partita non diminuisce di ritmo, complice la grande prova del Salisburgo che non si arrende e trova il gol del 2-2: Haaland, su una brutta indecisione di Koulibaly, punisce di testa. 7 gol in 3 partite per il 19enne norvegese. Nemmeno il tempo di festeggiare che il risultato cambia ancora una volta, questa volta a segno Lorenzo Insigne, subentrato al posto di Hirving Lozano.

Nell’altra partita del girone il Liverpool vince e convince in Belgio contro il Genk. Rispolverato un grande Oxlade-Chamberlain, autore di una doppietta. In gol anche Sadio Manè e Momo Salah. Inutile il gol di Odey per i padroni di casa. 1-4 il risultato finale. Reds che staccano gli austriaci e si piazzano al secondo posto a quota 6.

L’Inter di Antonio Conte batte il Borussia Dortmund per 2-0 e si rilancia in classifica. I neroazzurri passano in vantaggio grazie ad un gol del Toro Martinez, da menzionare il bel passaggio di Stefan de Vrij. L’argentino sbaglia anche un rigore nel secondo tempo, che non pesa nel risultato finale, anzi. La partita viene chiusa, sul finale, in contropiede da Antonio Candreva che trafigge Burki. Vince in Repubblica Ceca anche il Barcellona, di misura sul modesto Slavia Praga. Ritorna al gol in Champions Leo Messi.

Il Benfica vince la sua prima partita in questa edizione di Champions League battendo il Lione di Rudi Garcia per 2-1. I portoghesi passano in vantaggio con Rafa Silva, poi raggiunti dal solito Memphis Depay. Gli uomini di Bruno Lage devono ringraziare il portiere Lopes che regala il pallone a Pizzi, il portoghese a porta vuota consegna i primi tre punti alle Aquile. Pareggio incredibile in Francia tra Lille e Valencia: gli spagnoli passano in vantaggio, dopo una bella azione corale, con Cheryshev. Tuttavia sprecano una grande occasione facendosi raggiungere nei minuti di recupero da Ikone.

Vincenzo Grimaldi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here