Mertens: “Stanco dopo il Mondiale, ma sto recuperando la forma fisica”

Mertens era stanco, appena tornato in Italia. Ma adesso è pronto per tornare in forma e contendere a Milik il posto da titolare

0
406

Dries Mertens ha parlato alla conferenza stampa d’avvicinamento al match fra Belgio e Scozia (stasera, ore 20:45). Ha trattato di molti argomenti fra i quali quello del suo club, il Napoli.

Con Carlo Ancelotti in panchina, il funambolico attaccante sembra esser tornato fuori dagli 11 titolari: l’allenatore emiliano ha infatti optato principalmente per Milik nel ruolo di centravanti. Alto, pesante e potente. Non un brevilineo come Mertens. Che però nelle ultime due stagioni ha giocato splendidamente in quel ruolo, segnando caterve di goal e deliziando il pubblico con giocate impensabili. Il belga adesso entra nel secondo tempo e vista la sua storia antica e recente, può sostituire tutti i tre lì davanti e addirittura diventare la quarta bocca di fuoco offensiva, quando la partita si mette male.

Ma dietro al fatto che Mertens giochi molto meno rispetto alle scorse stagioni vi è un confronto fra giocatore ed allenatore. Ne ha parlato proprio il numero 14, a colloquio con la stampa della Nations League: “Quando sono tornato dal Mondiale ho detto ad Ancelotti che mi sentivo stanco. Ho parlato con lui ed ha capito. Sono arrivato più tardi (il Belgio ha giocato per il 3-4 posto, fino al penultimo giorno di Russia 2018 quindi, ndr), dopo il Mondiale. Dopo un torneo del genere è sempre difficile ritrovare subito la forma fisica perfetta. Sono comunque soddisfatto del mio recupero e sono sicuro che le cose cambieranno presto”. Come a voler prefigurare un recupero della forma a breve. E a quel punto il posto da titolare Milik dovrà guadagnarselo a suon di reti. Perché Mertens sarà pronto come non mai per riprendersi il ruolo da centravanti che tanto ha sudato e che con Sarri ha dimostrato di meritare completamente.

Daniele Errera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here