Mondiale per Club, Al Jazira-Auckland City 1-0. Romarinho manda i suoi alla partita contro l’Urawa Reds

Gli emiratini vincono immeritatamente dopo una partita dominata dall'Auckland. Ora affronteranno l'Urawa Reds

0
235
Mondiale Per Club

Tutti aspettano il 13 dicembre quando il Real Madrid farà il suo ingresso nella competizione, ma il Mondiale per Club è iniziato oggi con la sfida tra la vincitrice del campionato del paese ospitante e quella dell’OFC Champions League, l’Al Jazira e l’Auckland City. Il bello di questa parte iniziale è proprio scoprire realtà calcistiche così poco conosciute e così lontane da noi. Lo stadio, l’Hazza Bin Zayed Stadium, è la casa degli eterni rivali dell’Al Jazira, l’Al Ain. Gli arabi, guidati dall’allenatore Hendrik, schierano Housani in porta, Al Attas e Obaid sono i due terzini mentre Fayez e Ali Ayed giocano al centro. In mediana ci sono Al Otaiba e Al Saadi mentre Al Rezzi, Romarinho e la stella della squadra, il marocchino ex Anderlecht Boussoufa, assistono l’unica punta Ali Mabkhout. Il grande assente è Lassana Diarra. Il francese è out per i costanti problemi muscolari che lo affliggono. I neozelandesi rispondono con un 4-3-3 con Zubikarai tra i pali. La difesa è composta da White, Berlanga, Kim e Iwata. A centrocampo ci sono Howieson, Riera e l’italo-messicano Fabrizio Tavano. Davanti l’argentino Tade e il giovanissimo classe 1999 McCowatt giocano ai lati di De Vries.

L’AUCKLAND GIOCA BENE MA ROMARINHO COLPISCE

Agli ordini dell’arbitro senegalese Diedhiou la partita ha inizio. I ritmi sono molto bassi e il canovaccio tattico è chiaro fin da subito. L’Auckland City fa la partita e l’Al Jazira si limita ad aspettare e ripartire. Bisogna dire che a tratti i neozelandesi mostrano veramente un bel gioco, con combinazioni in velocità degne di nota. Per vedere la prima azione dobbiamo aspettare l’8° minuto quando il giovane McCowatt mostra di avere intraprendenza anche se il suo tiro finisce abbondantemente fuori. Passano 4 minuti ed è De Vries a rendersi pericoloso con un tiro deviato in angolo da un difensore. La pochezza tecnica degli arabi, fatta eccezione per Boussoufa e Romarinho, non permette loro di costruire azioni pericolose e, di conseguenza, continuano a subire il possesso palla dell’Auckland. Al 30° De Vries scappa sulla fascia e scarica dietro per McCowatt ma il tiro dell’esterno è debole e Housani la blocca. Al 37° la partita si sblocca. Dopo una ripartenza, Romarinho raccoglie un pallone al limite dell’area e lascia partire un destro rasoterra su cui Zubikarai non può nulla. Il primo tempo si chiude così, con il vantaggio piuttosto immeritato dell’Al Jazira.

Mondiale per Club

Il secondo tempo inizia con l’Auckland che rabbiosamente cerca il pareggio. Ci prova subito Howieson con un paio di tiri pericolosi. Il pressing di Tade e compagni è costante ma, nella parte centrale della ripresa, non riescono ad impensierire Housani. Al 67° ci prova Tavano ma il suo tiro di controbalzo finisce alto di poco. Passano 5 minuti e Tade ha un’altra occasione ma la sua conclusione è centrale. Al 75° arriva la possibilità più concreta per il pareggio ma De Vries, in ombra per tutta la partita, in spaccata da due metri riesce a non segnare permettendo al portiere emiratino di bloccare il pallone. La partita si chiude con un paio di tiri del neozelandese di Tade respinti dalla difesa. L’Al Jazira vince, immeritatamente, e passa al turno successivo dove incontrerà i giapponesi dell’Urawa Red Diamonds. Da quella sfida uscirà fuori l’avversario del Real Madrid in semifinale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here