NBA Finals, Curry: “La serie non è finita, noi ci crediamo”

Parla Curry

0
91

Mai sottostimare il cuore di un campione. Si dice così. E i Toronto Raptors, pur con un grandissimo vantaggio, non devono fare altro che concentrarsi sulla prossima partita e vincerla. Gli Warriors, recuperare KD e vincerle tutte per confermarsi campioni.

Al termine del match perduto alla Oracle Arena contro i canadesi, Stephen Curry ha parlato del prossimo futuro e della trasferta al nord. La point guard nata ad Akron conosce bene la situazione: nel 2016 si era trovato sotto per 1-3 in finale di Western Conference contro gli Oklahoma City Thunder di Durant, Westbrook, Ibaka e co. E Golden State vinse. Poi in finale NBA andarono sopra per 3-1, complice anche una serie di prestazioni di LeBron James più egoiste che di gruppo, quasi a volere dimostrare qualcosa più ai compagni che agli altri. Finali che poi persero per 4-3 (e non era mai successo nella storia): proprio il fatto che nessuno lo abbia fatto prima se non LeBron contro Curry, porta il numero 30 a parlare della difficilissima situazione: “La serie non è finita, in questo momento naturalmente siamo a terra ma adesso dobbiamo concentrarci solo sulla prossima partita. Abbiamo vissuto entrambe le situazioni (1-3 e 3-1). So bene che in questi casi si tira fuori la solita frase fatta ma dobbiamo dare tutto quello che abbiamo in gara-5 e poi pensare al resto. Nello spogliatoio abbiamo detto che ci crediamo. In passato abbiamo perso una serie avanti 3-1 e ne abbiamo recuperata un’altra sotto 1-3, per cui l’esperienza in queste situazioni come questa non ci manca. Dobbiamo vincere una gara alla volta”. Con Durant recuperato, il match in Canada protrebbe non essere l’ultimo. Kawhi permettendo.

Daniele Errera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here