NBA, oltre 50 firme nel primo giorno di free-agency

Super rinnovi, tante firme e trade sorprendenti: nella notte si è aperta la free-agency e che notte!

0
179
Sicuramente nella prima notte della free-agency hanno fatto scalpore gli approdi a Brooklyn della coppia Irving-Durant, seguita dall’arrivo di DeAndre Jordan. Altri all-star hanno firmato nella notte come Kemba Walker ai Celtics o Horford a Phila. Ma tutte le squadre NBA si sono mosse questa notte e si contano, difatti, più di 50 firme.
DAI NETS A PHILADELPHIA, DA GOLDEN STATE A BOSTON
Ad infuocare la notte ci hanno pensato i Nets, a cui non è bastata la firma ad un contratto da 141 milioni di dollari in 4 anni di Kyrie Irving. L’ex playmaker dei Cavs, infatti, è stato seguito da Kevin Durant, che ha sorpresa ha scelto New York, sponda Brooklyn, per un contratto da 164 milioni in 4 anni. Sean Marks, GM dei Nets, non si è fermato e in entrata si è mosso anche per Garrett Temple, biennale da 9.8 milioni più team option, ottimo giocatore difensivo e d’esperienza. In arrivo anche DeAndre Jordan con un quadriennale da 40 milioni. Gli Warriors non sono rimasti a guardare e con una sign-and-trade hanno portato alla ‘Baia’ D’Angelo Russell con un quadriennale da 117 milioni. Per far spazio a quest’ultimo ha lasciato i suoi compagni Andre Iguodala, direzione Memphis. Rivoluzione in casa 76ers: super rinnovo per Harris da 180 milioni in 5 anni; firma da free-agent Al Horford un quadriennale da 109 milioni; in uscita J.J Redick e Butler, quest’ultimo con una trade con Miami ha portato a coach Brett Brown l’ala piccola Josh Richardson. I Celtics hanno subito sostituito Irving con Kemba Walker, per l’ex Charlotte quadriennale da 141 milioni. Boston ha anche portato in città Kanter che in qualità di free-agent ha firmato un biennale da 10 milioni.
NEW ORLEANS INCOMINCIA A COSTRUIRE, DAI KNICKS AI JAZZ AI KINGS
Tutto intorno a Zion Williamson, dovrebbe essere questa l’idea dei Pelicans che hanno firmato un gran colpo d’esperienza, come J.j Redick, per lui un biennale da 26 milioni. Nola che ha portato in NBA anche il terzo italiano, cioè Nicolò Melli, che ha 28 anni saluta l’Europa per firmare un contratto da 8 milioni in 2 anni. Pelicans che lavorano anche per l’arrivo di Favors, le seconde scelte del 2021 e 2023 (entrambe via Warriors) dovrebbero rientrare nella trade. New York Knicks che non hanno accompagnato i cugini dei Nets in quella che è stata la loro super notte. Per i Knicks sono arrivate tante firme, ma non quella di un all-star: Julis Randle 3 anni per 63 milioni, Reggie Bullock 2 anni per 21 milioni, Elfrod Payton 2 anni per 16 milioni, Wayne Ellington 2 anni per 16 milioni, Taj Gibson 2 anni per 20 milioni e Bobby Portis 2 anni per 21 milioni. Lavoro anche per gli Utah Jazz: Bojan Bogdanovic, 4 anni per 73 milioni, e Ed Davis hanno firmato. I Sacramento Kings hanno fatto mercato ragionato, portando in squadra giocatori anziani che possono dare una grande mano ai tanti giovani talenti che già in questa stagione appena conclusa hanno dato spettacolo, sfiorando i play-off. Nella notte sono arrivate le firme di Trevor Ariza, 2 anni per 25 milioni, Corey Joseph, 3 anni per 36 milioni, e Dewayne Dedmon, 3 anni per 40 milioni. Nella serata di ieri è arrivata anche quella di Richaun Holmes, 2 anni per 10 milioni.
SORPRESA BUTLER, DENTRO LA TRADE ANCHE DALLAS E TUTTE LE ALTRE FIRME
I Miami Heat via sign-and-trade riescono a portare a casa, sotto richiesta dello sloveno Dragic, Jimmy Butler, in cambio Philadelphia 76ers ha ricevuto Richardson ed a Dallas sono stati mandati Kelly Olynyk e Derrick Jones (15 milioni in 2 anni). Liberando così spazio salariale sufficiente per offrire a Butler il massimo salariale, un quadriennale da 142 milioni. Inoltre c’è stato uno scambio nel pomeriggio ieri tra Portland e proprio Miami, che saluta Whiteside in cambio di Meyers Leonard e Harkless. Quest’ultimo può già fare le valigie perchè ad aspettarlo ci sono i Los Angeles Clippers, che riceveranno anche una futura prima scelta. Ai Blazers approda anche Hezonja che firmerà al minimo salariale. Insieme a lui nella serata di ieri ha firmato con Portland Anthony Tolliver, un anno di contratto da 2.6 milioni. Memphis prende Andre Iguodala nella trade che gli ha regalato anche una prima scelta al draft e che ha portato ai Golden State Warriors anche Graham e Napier, questi (più soldi) verranno mandati molto probabilmente a Minnesota. A Los Angeles c’è una calma piatta, entrambe le franchigie aspettano la decisione di Kawhi Leonard che incontrerà Clippers, Raptors e Lakers nei prossimi giorni. Nella squadra di Lebron e AD ha firmato Troy Daniels contratto di un anno da 2.1 milioni. Per Orlando Magic firma Aminu, 3 anni per 29 milioni. Ricky Rubio ha scelto i Phoenix Suns, triennale da 51 milioni. Con lui anche Kaminsky, contratto biennale da 10 milioni. Derrick Rose ricomincia dai Detroit Pistons per 15 milioni in 3 anni. Jeremy Lamb firma con gli Indiana Pacers un contratto da 3 anni per 31 milioni. Un colpo solo per i San Antonio Spurs, cioè DeMarre Carroll, 2 anni per 12 milioni. Dallas riesce ad avere la firma anche di Seth Curry, 4 anni per 32 milioni, oltre alla trade che ha portato Olynyk e Jones. Per i Washington Wizards arriva la firma di  Ish Smith, 2 anni per 12 milioni. E anche quella a sorpresa di Isaiah Thomas Via sign-and-trade Milwauke perde Brogdon, che vola agli Indiana Pacers per un quadriennale da 86 milioni, i Bucks in cambio riceveranno una futura prima e due future seconde scelte. Giocherà insieme ad Antetokounpo anche Wesley Matthews, che ha un accordo con i Bucks. Per i Pacers firma anche il free-agent Edmond Sumner per un contratto triennale. Terry Rozier lascia Boston e firma con i Charlotte Hornets per un triennale da 58 milioni. Anche Mirotic lascia Milwauke e in generale l’NBA: il suo futuro è al Barcellona con un contratto di tre anni con opzione per il quarto, per un totale di 13.5 milioni di euro.
TUTTI I RINNOVI
Super il rinnovo di Thompson con Golden State, 190 milioni in 5 anni. Con Klay anche Kevon Looney firma un nuovo contratto con gli Warriors da 15 milioni in 3 anni. Porzingis potrà giocare con Dallas, contratto da 158 milioni in 5 anni. Middleton, Hill Lopez rinnovano con i Bucks: 5 anni per 178 milioni, 3 anni per 29 milioni e 4 anni per 52 milioni. Lillard rinnova con Portland 4 anni per 196 milioni, anche Hood da free-agent riforma con i Blazers un biennale da 16 milioni. Phila e Tobias Harris continuano insieme, per l’ex Clippers rinnovo da 180 milioni in 5 anni. La stella dei Denver Murray rinnova e firma un contratto da 5 anni per 170 milioni. Nonostante le tante voci che lo raccontavano a diversi team, Beverly rinnova con i Los Angeles Clippers. Noel avrebbe trovato nella serata di ieri un accordo di massima per il rinnovo con OKC. Terrence Ross e Vucevic rinnovano con Orlando, 100 milioni per 4 anni per il primo; Rudy Gay firma il rinnovo con i San Antonio Spurs, 2 anni per 32 milioni; Barnes giocherà ancora con Sacramento, 4 anni per 85 milioni; Valanciunas rinnova con i Memphis, 3 anni per 45 milioni; Thomas Bryant rinnova con i Washington Wizards, contratto da 3 anni per 25 milioni; Matt Thomas firma con i  Toronto Raptors, triennale da 4.2 milioni. Jj Barea firma un accordo minimo da veterano e continuerà a giocare per i Dallas Mavericks.
Andrea Greco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here