NBA Playoff, Boston centra la prima. KD batte Harden

Ecco com'è andata la nottata NBA

0
231

Prima serata NBA, via alle semifinali di Conference per i primi in NBA Eastern Conference e per quelli di Western Conference.

Cominciano la squadra più in forma della Lega, i Milwaukee Bucks. Provenienti da uno sweep nei confronti dei Detroit Pistons e del miglior record della NBA, sembrerebbero i candidati d’obbligo alle Finals. Ma in Wisconsin le cose non vanno come coach Budenholzer si era immaginato: la partita la vincono i Boston Celtics. Brad Stevens la gioca meglio tatticamente e la franchigia con più titoli nella storia NBA va subito in vantaggio per 26 a 17. I Bucks recuperano grazie ad un buon secondo periodo, ma al ritorno dall’intervallo lungo non ce n’è per nessuno e i Celtics mettono piede sull’acceleratore di nuovo. Definitivamente. Entrambe le franchigie mettono a referto lo stesso numero di triple, 13. Ma è da dentro l’arco che le cose vanno meglio per Boston. Giannis Antetokounmpo sbaglia molto: 7/21 per lui, con 3/5 dall’arco. A parte Middleton e Mirotic, tutti sono sotto la doppia cifra. 57.1% dal campo invece per Irving e Brown. Kyrie fa pure 11 assist, lo stesso numero di rimbalzi che prende Horford, strepitoso soprattutto nella metà campo difensiva.

Dall’altra parte di America si gioca l’ex finale di NBA Western Conference, Golden State Warriors vs Houston Rockets. Stavolta si parte dalla Oracle Arena, ma l’epilogo è sempre lo stesso: vincono i guerrieri della baia. Con più difficoltà. Con molte più difficoltà. La partita è sporca, dura, difficile. Houston difende alla meglio e le bocche da fuoco dei gialloblu non sono perfette, anzi. Curry tira fuori il coniglio dal cilindro solo alla fine, per chiudere il match. Parte male anche l’NBA MVP in carica, James Harden. Il fenomeno è Kevin Durant che mette a referto un’altra grande, grandissima partita: 35 punti per l’ex OKC. Anche l’altro ex Thunder, il Barba, ne fa 35, ma l’ultimo tiro non gli entra e non riesce a pareggiare. Da segnalare il cattivo arbitraggio soprattutto sui Rockets: Harden reclama almeno 4 falli da oltre l’arco. Il che sarebbero stati parecchi tiri liberi: nell’economia di un match terminato poi 100 a 104 (con un fallo tecnico alla fine, con conseguente espulsione di Chris Paul) sarebbero pesati eccome. Buono a sapersi per le prossime partite, match dove lo spettacolo sarà assicurato.

Daniele Errera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here