NBA, strepitoso Westbrook. Golden State domina Denver

Che nottata in NBA

0
239

Grande nottata di scontri al vertice NBA e fra grandi franchigie, quella di stanotte. Si giocano solo quattro partite, ma sono assolutamente di livello e fra squadre con importanti prospetti.

L’ex NBA MVP Russell Westbrook, mister tripla doppia, legittima ulteriormente il suo soprannome con una prestazione monstre. Di quelle, one for the ages. 20 punti, 20 rimbalzi e 21 assist. Una doppia tripla doppia, quindi. E’ dal 1968 che non veniva registrata e neanche a farlo a posta, era stata messa a referto proprio da uno che il gioco lo ha rivoluzionato da cima a piedi: Wilt Chamberlain. I Los Angeles Lakers sono ormai senza LeBron, Kuzma, Lonzo e Ingram, e perciò crollano 103 a 119.

E se OKC vince, gli Spurs non possono essere da meno. Uscissero settimi dalla classifica al termine delle 82 partite (dalla NBA Regular Season, quindi) e si scontrerebbero più che verosimilmente con i Denver Nuggets e non con Golden State. Ecco perché con Atlanta, pur entrando nell’ultimo periodo con uno svantaggio, mettono le marce alte e sconfiggono gli Hawks per 111 a 117 nel fortino dell’AT&T Center.

James Harden non lo ferma più nessuno: 36 punti e 10 assist per il Barba, l’attuale NBA MVP. Il cestista mette 7 triple su 12. Bene anche CP3 quale play ed Eric Gordon come al solito dall’arco. Sacramento Kings che perdono, ma fanno intravedere buone prospettive future.

Chiude il match di cartello fra la sorpresa della stagione, i Denver Nuggets, e i soliti Golden State Warriors. I campioni NBA vogliono legittimare la propria legacy e dominano lungo tutto il match, chiudendo il primo quarto 30 a 24 e andando al riposo lungo sul 59 a 43. Molto bene DeMarcus Cousins che ha l’occasione di giocare un po’ di più a causa dell’espulsione di Kevin Durant, che negli ultimi giorni sta silenziosamente alzando ancora di più il proprio livello di gioco, ce ne fosse l’opportunità. Regular Season che si sta chiudendo e prospettive sempre più chiare. Con tante, tantissime probabilità il titolo NBA tornerà in California, in una delle città culturalmente più vivaci: San Francisco, sponda Oakland.

Ecco i risultati NBA della notte:

Los Angeles Lakers 103 – 119 Oklahoma City Thunder

Atlanta Hawks 111 – 117 San Antonio Spurs

Houston Rockets 130 – 105 Sacramento Kings

Denver Nuggets 102 – 116 Golden State Warriors

 

Daniele Errera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here