Roma, Pallotta: “Forti anche senza rinforzi”

Ecco il punto di vista di James Pallotta sul mercato della Roma. Il presidente giallorosso spiega la sua posizione per la prossima finestra invernale

0
157

Si apre il mercato e squadre come la Roma cercano una quadratura del cerchio. 

I giallorossi vogliono trovare una dimensione reale all’interno della nostra Serie A, dopo il buon inizio ed il periodo di difficoltà ad inaugurare il 2018. Di Francesco ha detto di “non disdegnare”, diciamo così, un qualche rinforzo per la rosa già a gennaio, chiamando direttamente in causa il presidente James Pallotta.

ROMA, PALLOTTA: “POSSIAMO COMPETERE CON JUVE E NAPOLI. MOMENTO NO”

L’americano, oltre a dover accontentare il tecnico, ha la preoccupazione primaria di far quadrare i conti della società. Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, ha chiarito la sua posizione specificando come il momento negativo dei suoi non sia necessariamente dovuto ad una mancanza di soluzioni. Ecco un estratto dell’intervista.

“Il mercato? Sono sincero: quando ho visto giocare la Roma fino alla partita con il Genoa o contro la Juventus non ho mai avuto la sensazione di dover cambiare o di dover comprare un paio di giocatori in più. Abbiamo avuto un paio di scivoloni, ma la squadra ha dimostrato di avere tanto talento, anche in Champions League”.

La rosa è quindi già pronta per proseguire la stagione?

So che abbiamo la squadra per competere con Napoli e Juventus per la vetta e non essere lì è un po’ frustrante. Ma ho grande fiducia in Di Francesco e in Monchi, con loro non possiamo che migliorare”.

Sulla crisi di risultati della Roma…

“Abbiamo vissuto qualche partita sfortunata, con la Juve abbiamo avuto un paio di occasioni per pareggiare e non ci siamo riusciti. Ed è normale che ci sia un po’ di frustrazione quando giochi bene e non riesci a fare risultato. Ma la squadra è la stessa che ha dimostrato di avere talento in Champions, dobbiamo solo ritrovarlo tutti insieme…”.

Sfortuna ed occasioni sprecate dunque: tra gli alibi concessi a Di Francesco non rientra nessuna mancanza a livello di organico. Il messaggio di Pallotta è abbastanza chiaro, per il tecnico e per i tifosi. Mentre sarà necessario tirare fuori il meglio da chi è già presente, è possibile ipotizzare colpi importanti soltanto nel caso in cui accompagnati da delle cessioni. Che sia quella di un big (Strootman) o quella degli esuberi (Skorupski e Bruno Peres), il concetto rimane quello di dover vendere prima di comprare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here