Paok Salonicco, il presidente si scusa: “Sono pentito. Ho perso la testa”

Ivan Savvidis ha rilasciato una nota sul sito ufficiale del club dove si scusa per essere entrato in campo armato durante il match tra la sua squadra e l'AEK Atene

0
264

“Sono dispiaciuto. Noi ostaggi di un calcio malato”. Queste sono state le parole di Ivan Savvidis, presidente del Paok che questo fine settimana ha fatto il giro del mondo per essere entrato  in campo con una pistola nella fondina durante la sfida tra la sua squadra e l’AEK Atene.  “Sono molto dispiaciuto per quello che è successo, chiaramente non avevo il diritto di entrare in campo in quel modo” -ha dichiarato Ivan Savvidis in un comunicato- “Mi scuso con i sostenitori del Paok, con tutti i tifosi greci e con la comunità calcistica internazionale. Credetemi, non era mia intenzione interferire con gli arbitri. Io, la mia famiglia e miei colleghi siamo vittime ed ostaggi di un calcio malato. Sto combattendo e continuerò a farlo, nonostante i continui attacchi, per un calcio pulito e leale e per vincere i campionati in campo e non nei tribunali. Ancora una volta mi scuso

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here