Premier League, Chelsea-West Ham 2-0: Hazard show

Hazard nel Monday night lancia Sarri alle spalle solo di Liverpool e Manchester City, anche se con una partita in più di Tottenham e Arsenal. Higuain a secco

0
265

La Premier League regala gioie e spettacolo anche nel monday night della 33° giornata di campionato: a Stamford Bridge ci sono di scena i padroni di casa del Chelsea e rivali concittadini del West Ham. I Blues non possono assolutamente sbagliare perché la battaglia per le posizioni in champions è agguerritissima e ci sono ben quattro squadre (Chelsea, Arsenal, Tottenham, Manchester United) in una forbice di cinque punti. La classifica presenta però l’incognita della gara in meno per Gunners, Spurs e Red Devils (32 partite giocate contro le 33 del Chelsea).

HAZARD SHOW, HAMMERS SPUNTATI

Sarri schiera i suoi secondo il solito 433 d’ordinanza nel segno della meritocrazia: Loftus-Cheek e Hudson-Odoi partono titolari questa volta. Emerson al posto di Marcos Alonso infortunato mentre Higuain è al centro dell’attacco nonostante si ritrovi nel periodo più difficile della sua carriera. Kepa confermato tra i pali insieme alla coppia di centrali Rudiger e David Luiz. Azpilicueta con la fascia da capitano si prende come di consueto la corsia di destra. Gli altri due centrocampo oltre a Loftus-Cheek sono sempre Kante e Jorginho. In attacco, Hazard, completa il tridente.

Nella prima decina di minuti la gara scorre in equilibrio, poi Emerson Palmieri ci prova su punizione ma spedisce la sfera sopra la traversa. Tocca a Kante che decide di fare tutto da solo e con il sinistro non riesce a trovare lo specchio. Hazard, dopo essersi fatto vedere a sprazzi, in questa fase del match decide di salire in cattedra e dimostrare quando vale realmente: al minuto 23 il numero 10 riceve la palla in mezzo al campo, cambia passo bruciando Rice e Noble sul posto e puntando dritto verso il cuore della difesa degli Hammers. Un volta arrivato sul dischetto scarta come birilli Balbuena e Ogbonna ed infila Fabianski con un delicato tocco di sinistro battendo anche Fredericks in scivolata.

Il talento belga è scatenato e dopo un paio di minuti prova a mandare in rete Higuain con un lancio al fulmicotone. L’attaccante argentino stoppa in corsa e da posizione super defilata riesce a trovare lo specchio della porta ma il palo gli nega la gioia del goal. Dopo un paio di giri di lancette è Fabianski a bloccare ancora il Pipita che non riesce a trovare la sua quarta marcatura nella sua esperienza inglese. Hudson-Odoi non sta a guardare e  a fine primo tempo decide di iscriversi alla partita: sporca i guantoni di Fabianski che devia in angolo. Anche l’inglese classe 2000 si candida ad ulteriore minaccia per gli ospiti. Gli uomini di Pellegrini, al netto dei nomi presenti in rosa, non riesco a rendersi quasi mai pericolosi: al 90esimo i tiri nello specchio saranno solo due su nove tentati.

BLUES AVANTI MA NON IN CONTROLLO, EDEN LA CHIUDE

All’inizio della ripresa Hazard sfiora il raddoppio con un diagonale velenoso facendo vedere i sorci verdi all’estremo difensore polacco del West Ham per l’ennesima volta. Pellegrini corre ai ripari e decide di bilanciare la squadra. Toglie un evanescente Chicharito Hernandez ed inserisce Snodgrass. Gli ospiti prendono coraggio e si fanno vedere dalle parti di Kepa prima con Lanzini e poi con Felipe Anderson. L’occasione più ghiotta è quella che capita a Creswell che spedisce un missile terra aria a pochissimi centimetri dal palo. Le squadre si allungano, aumenta la stanchezza e la partita diventa frenetica.

Ad un quarto d’ora dalla fine Sarri decide di gettare in mischia Giroud e di togliere Higuain sempre più spaesato e lontano dai fasti di un tempo. Odoi con un cross velenoso cerca Barkley che non riesce a spingere la sfera in porta da due passi. All’83’ Arnautovic ha l’occasione per poter pareggiare la gara ma la sua incornata viene sporcata da un provvidenziale intervento di Emerson Palmieri. Dall’altra parte del campo tocca a Giroud ma Fabianski dice no e salva il risultato ancora una volta. Le due squadre si avviano verso il fischio finale con questo risultato ma c’è ancora tempo per l’ultima giocata: Barkley crossa dalla trequarti, Hazard stoppa nel cuore dell’area e con un chirurgico diagonale confeziona il 2-0. I Blues trovano la terza vittoria consecutiva in campionato mentre Hazard è al 16esimo goal  in 32 partite Premier League.

Franco Febbo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here