Premier League, il Liverpool vince 1-3 contro il Burnley e continua il suo inseguimento al Man City

I reds vincono una partita complicata e tornano a -2 dal Manchester City. Decidono il match le reti di Milner, Firmino e Shaqiri

0
75

Neanche il tempo di festeggiare la vittoria arrivata all’ultimo secondi contro i cugini dell’Everton che, per i ragazzi di Klopp,  subito si torna in campo. Il Liverpool per proseguire la sua rincorsa al Manchester City, vittorioso ancora una volta sul campo del Watford, fa visita ad un Burnley sempre più in crisi. Per i Clarets appena nove punti in 14 giornate. I Reds scendono in campo senza i tre tenori in attacco: spazio a Shaqiri, Sturridge e l’eroe di domenica, Divock Origi.

UN PRIMO TEMPO CON POCHE EMOZIONI TERMINA A RETI INVIOLATE

Nei primi 45′ minuti di gioco succede davvero poco a Turf Moor. Entrambe le squadre sbagliano molti passaggi e impensieriscono pochissimo i rispettivi portieri. I tre attaccanti scelti da Klopp dialogano pochissimo tra di loro e non creano dei veri pericoli per Joe Hart. L’occasione più importante del primo tempo è dei Clarets: a dieci minuti dalla fine sugli sviluppi di calcio d’angolo Bardsley con un tiro molto potente sfiora il gol. Da segnalare l’infortunio di Joe Gomez al 23′, al suo posto dentro Trent Alexander-Arnold. Brutta tegola per Jurgen Klopp che, in vista del decisivo match di martedì contro il Napoli, perde uno dei suoi uomini più importanti. 0-0.

Embed from Getty Images

IL LIVERPOOL VINCE IN RIMONTA CON QUALCHE DIFFICOLTÀ

Il secondo tempo è molto più godibile rispetto ai primi quarantacinque minuti. Sia il Liverpool che il Burnley accelerano la propria manovra di gioco e arrivano al tiro con molta più facilità. La prima occasione è sui piedi di Sturridge che, dopo un bel scambio con Origi, lascia partire un tiro forte dalla trequarti. Joe Hart, però, è attento e blocca il pallone. I Clarets pochi minuti più tardi su un calcio d’angolo trovano inaspettatamente il vantaggio: Alisson, dopo aver salvato il Liverpool in un primo momento, perde il pallone in area. Cork arriva per primo e a porta vuota sigla il gol del vantaggio. Gli uomini di Klopp non subiscono il colpo e otto minuti più tardi trovano il gol del pareggio: Keita serve Origi in area, il belga è costretto a scaricare dietro per Milner. Il centrocampista inglese lascia partire un tiro di rasoterra che entra all’angolino. Il tecnico tedesco capisce che è il momento di far entrare i due grandi esclusi della serata: dentro Salah e Firmino, fuori Moreno e Origi, cambi che si rivelano essere decisivi. Infatti al 68′ il Liverpool trova il vantaggio: Alexander-Arnold, su calcio piazzato, serve van Dijk, lasciato solo dalla difesa dei Clarets, che serve in mezzo Firmino. Per il brasiliano è un gioco da ragazzi spingere la palla in rete.
I Reds chiudono il match nei minuti di recupero: dopo un salvataggio miracoloso di Alisson, l’azione riparte velocemente con Momo Salah che serve in area tutto solo Shaqiri. Lo svizzero batte Hart e consegna i tre punti al Liverpool.

Embed from Getty Images

TABELLINO

BURNLEY – LIVERPOOL 1-3 ( 54′ Cork (B), 62′ Milner (L), 69′ Firmino (L), 90′ Shaqiri (L) )

BURNLEY (4-4-2): Hart; Bardsley; Tarkowski; Mee; Taylor; Gudmundsson; Cork; Westwood; Brady (dal 71′ Lennon); Barnes (dal 83′ Vydra); Wood (dal 71′ Vokes). All.: Dyche
A disposizione: Heaton; Lowton; Hendrick; Long.

LIVERPOOL (4-3-3): Alisson; Gomez (dal 23′ Alexander-Arnold); Matip; van Dijk; Moreno (dal 65′ Salah); Henderson; Milner; Keita; Shaqiri; Sturridge; Origi (dal 66′ Firmino). All.: Klopp
A disposizione: Mignolet; Fabinho; Lallana; Camacho.

ARBITRO: Attwell

AMMONIZIONI: 86′ Vydra (B)

ESPULSIONI: N/D

CORNER: 5-9

Vincenzo Grimaldi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here