Premiership 3° giornata: scappano Celtic, St. Johnstone e Aberdeen

Dopo l’ottima vittoria ottenuta nel preliminare di Champions League, il Celitc in campionato centra il terzo successo consecutivo, ma in scia restano ST. Johnstone ed Aberdeen, ancora in fase di carburazione Hearts e Rangers

0
345
Premiership

Dopo una settimana di attesa, la terza giornata della Premiership scozzese è andata in scena, regalando e regalandosi un sabato decisamente interessante e soprattutto ricco di gol.

APRE IL CELTIC

Ad aprire la terza di campionato è l’anticipo delle 13.30, con il Kilmarnock che, tra le mura amiche del Rugby Park, ha ricevuto la visita dei campioni in carica del Celtic. La formazione biancoverde, già carica dopo la bella vittoria ottenuta nel preliminare di Champions League, conquista il terzo successo consecutivo nel massimo torneo scozzese mettendo cosi in cascina la bellezza di 9 punti. Nonostante il successo, il club ospite suda le proverbiali sette camicie prima di sbloccare il risultato, al 40’, con la rete di Forrest. Nella ripresa la compagine padrone di casa alza nuovamente le barricate, cercando quella ripartenza con cui far male agli ospiti, ma all’88’ McGregor chiude il match firmando il definitivo 2-0.

RESTANO IN SCIA ST. JOHNSTONE E ABERDEEN

Sulla stessa lunghezza d’onda del Celtic, c’è il ST. Johnstone che, tra le mura amiche del McDiarmid Park, liquida per 1-0 il Partick Thistle. La vittoria consente alla formazione di Perth di toccare quota 9 punti e restare agganciato in classifica ai detentori del titolo. A chiudere il trenino delle fuggitive c’è l’Aberdeen. Dopo soli 11 minuti il team padrone di casa apre il match con la rete di May, la formazione ospite non ci sta e reagisce tanto che, al 53’, con Deacon pareggia i conti. Ristabilita la parità la gara sale di tono, tanto che Kamara per il Dundee e lo stesso May per i padroni di casa vengono ammoniti, ma al 79’ May, in giornata di grazia e per nulla turbato dal cartellino giallo, realizza il definitivo 2-1 che consente all’Aberdeen di restare agganciato al treno delle fuggitive.

HAMILTON E MOTHERWELL IN RIPRESA

Chi risale sono gli Hamilton Accademical che, in casadegli Hibernian, riescono ad imporsi per 3-1 conquistando cosi il secondo successo stagionale ma soprattutto tre punti pesantissimi, giunti al termine di quello che già era uno scontro diretto. Dopo un primo tempo giocato alla pari e chiuso sullo 0-0, la gara si sblocca nella ripresa ed al 52’, grazie al rigore trasformato da Bingham, il team ospite si porta sul momentaneo 1-0. Trovato il vantaggio, gli Hamilton diventano inarrestabili tanto che al 69’ Longridge firma il 2-0. Il team padrone di casa come un pugile suonato va alle corde ed all’88’ subisce il colpo del ko con Bingham, autore della seconda doppietta di giornata. L’ultimo sussulto del match arriva al 90’ quando Stokes realizza il gol della bandiera per il team padrone di casa ma nulla di più, perché al triplice fischio il risultato resta sul di 3-1 in favore della formazione ospite. Dopo due sconfitte consecutive, il Motherwell tra le mura amiche del Fir Park, conquista il primo successo stagionale liquidando per 2-0 il Ross County, grazie alle reti di Tait e Moult.

RANGERS E HEARTS ANCORA CON IL FRENO A MANO TIRATO

A chiudere la giornata è lo 0-0 maturato al termine del match tra Rangers e Hearts. Il pari tutto sommato regala un buon punto ad entrambe le squadre, che ora con 4 punti a testa veleggiano dal treno delle tre lì davanti con un distacco di soli 5 punti, ed essendo ancora molto lunga la stagione sia il club di Glasgow che quello di Edimburgo hanno tempo per poter recuperare lo svantaggio, lasciando però il freno a mano che ha rallentato entrambe i club nelle prime tre gare stagionali.

Davide Piteo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.