Presentazione Europa League: il ritorno dei sedicesimi di finale

Ad una settimana di distanza la resa dei conti dei sedicesimi: per Napoli e Inter gli ottavi sono un obbligo; male ieri la Lazio. 2 a 0 dal Siviglia

0
211

Dopo stasera si sapranno quali sono le Last Sixteen dell’Europa League. Una, però, la conosciamo già: è il Siviglia di Machin che ieri, in un inedito mercoledì dunque, ha battuto ed eliminato la Lazio, con un complessivo che cita un netto 3 a 0. Ma perchè si è giocato di mercoledì, giornata di Champions? Perchè questa sera al Pizjuan giocheranno i cugini del Betis, che ospiteranno i francesi del Rennes. Le due compagini nella partita di andata hanno dato vita ad una partita spettacolare terminata 3 a 3. Tutto ancora in gioco, dunque.

A dirla tutta, dopo i risultati delle partite di andata, praticamente tutte le partite sono ancora in equilibrio. Fa eccezione forse il Napoli che alle 18.55, tra le mura amiche del San Paolo, affronterà uno Zurigo certamente non spavaldo e che ha già perso in casa per 3 a 1. I partenopei si confermano dunque una delle principali candidate alla vittoria della coppa, insieme al già qualificato Siviglia ed il Chelsea della vecchia e amata conoscenza Maurizio Sarri.

I londinesi sono forti di una vittoria per 2 a 1 ottenuta in Svezia contro il Malmoe, e questa sera proveranno a replicare. Non dovrebbero esserci grossi problemi, ma occhio. Il momento in casa Blues non è certo dei migliori: il 6 a 0 contro il City e la successiva eliminazione con lo United dalla FA Cup hanno dato vita al malumore dei tifosi.

L’altra italiana superstite è l’Inter: anch’essa non sta passando certamente un buon periodo. In primis la questione Icardi che sta raggiungendo l’inimmaginabile, oltre che un avvio di 2019 dal punto di vista dei risultati certamente poco entusiasmante.
Questa sera al Meazza i nerazzurri sono forti dell’ 1 a 0 di settimana scorsa, riusciranno a procedere nel cammino che porta ad un titolo che manca dal 2011?

Torniamo a Londra dove troviamo l’Arsenal, altra favorita. Questa sera dovranno ribaltare però l’ 1 a 0 subito all’andata. Urge una prova di carattere da parte dei ragazzi di Emery; l’umile Bate Borisov ha dato dimostrazione di saper lottare.

Alle 18.55 si affrontano inoltre alcuni match di cartello, come ad esempio Villareal-Sporting CP, Zenit-Fenerbache e Eintracht-Shakhtar Donetsk. Tutti i risultati della settimana scorsa hanno lasciato i giochi ampiamente aperti. Stesso discorso vale per Salisburgo-Club Brugge e Dinamo Zagabria-Club Brugge.
Forse solo Valencia-Celtic, in virtù del 2 a 0 in trasferta, riserverà ben poche sorprese.

Alle 21 concludono Genk-Slavia Praga, Leverkusen-Krasnodar, Dinamo Kiev-Olympiacos e soprattutto il Big Match Benfica-Galatasaray.

Moltissime le partite che, come sempre in Europa League, promettono spettacolo e tanti goal. Si prospetta dunque un giovedì sera europeo molto interessante!

Riccardo Incontri

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here