Sabbione, un incontro tra B e C: il Cosenza vuole il tuo cartellino

I calabresi in pressing per "Sabbio"

0
107
Sabbione tra Carpi e Cosenza

E’ stato un esordio parallelo alle loro aspettative: l’allontanarsi dalle Lega Pro, competizione dove avevano gareggiato fino alla scorsa stagione, aveva lasciato qualche dubbio espandersi tra quelle fila. Non serviva altro infatti che agguantare quella salvezza, obiettivo che non sembrava neppur così tanto semplice per un Cosenza reduce da una stagione di alti e bassi. E se solo questa era la loro priorità, li abbiamo visti perfino spingersi ancor più avanti del dovuto. I play-off erano solo un po’ più avanti, dinanzi ai loro occhi, a soli cinque punti. E se ce l’hanno quasi fatta quest’anno, pensiamo al prossimo. Soprattutto ora che la sicurezza sembrerebbe essersi innalzata, che il rischio non dovrebbe più essere preso come un pericolo. E forse non è neppure sbagliato dare un primo sguardo al calciomercato, dove sembrano arrivare le prime idee per preparare un nuovo Cosenza. Ora che quell’Alessio Sabbione, del Carpi, sembrerebbe intenzionato a voler rimanere in B.

CARPI, IL COSENZA VUOLE FREGARTI SABBIONE

Non lo si è mai sentito come un derby, anche se lo è sempre stato: nonostante non sia mai esistita rivalità storica tra le due, Cosenza e Carpi quest’anno hanno lottato una affianco all’altra, scontrandosi a lungo per raggiungere la salvezza. Solo ai primi, però, è andata bene. Gli altri hanno invece dovuto abbandonare la B con largo anticipo, causa la matematica esclusione dal prossimo campionato. E forse qui che sono nati i primi soprusi tra le due. E chissà se ora quello stesso Carpi sarà disposto a vendere un suo pupillo proprio a quei Lupi che in stagione gli avevano soffiato già quattro punti. Anche se però Alessio Sabbione è solo uno dei pochi nomi rimasti sul taccuino di Piero Braglia, chiamato in causa allo scopo di costruire da zero un nuovo Cosenza pronto a rendersi competitivo per la prossima stagione. Il centrale difensivo, classe ’91, è la prima idea per sostituire l’ex Crotone Kastriot Dermaku, dato ormai per partente. Ed è anche uno dei pochi metodi per riparare quell’inarcatura creata nella retroguardia. I Silani, infatti, nel corso di questa stagione hanno subito 39 marcature, cinque in più rispetto alle loro realizzazioni. E l’arrivo di Sabbione potrebbe essere quella novità utile per ripartire. Per farlo tornare a competere per qualcosa di più grosso del gareggiare in Lega Pro. Aiutarlo a riscattarsi dopo quella brutta stagione che ha visto il suo Carpi retrocedere.

 

Lorenzo Pompei

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here