Serie A, 38ª giornata: Champions e salvezza al cardiopalma

Sfide dall’alto contenuto di elettricità coinvolgeranno Atalanta, Inter, Milan e Roma per l’Europa ed Empoli, Fiorentina e Genoa per non scendere in B

0
255

La Serie A è ormai arrivata ai titoli di coda ma i verdetti di alcune delle 20 in graduatoria non sono ancora ben definiti. Infatti la giornata numero 38 dovrà dirci chi andrà in Champions tra Atalanta, Inter, Milan e Roma e chi, invece, sarà obbligato a retrocedere in cadetteria tra Genoa, Empoli e Fiorentina.

CHE LOTTA PER L’EUROPA

La corsa più entusiasmante sarà, sicuramente, quella per l’Europa con 4 squadre raccolte in 3 punti. Tra queste, l’Atalanta (3°) sembrerebbe quella più quotata ad accedere nella coppa delle grandi orecchie senza troppi patemi, vista la gara casalinga (neutrale) al Mapei contro un Sassuolo, privo di obiettivi.

La gara più emozionante in questa corsa si giocherà a San Siro tra Inter ed Empoli. I nerazzurri, dopo il clamoroso tonfo di Napoli, sono diventati padroni del proprio destino e senza i 3 punti con molta probabilità salterebbe la seconda qualificazione in Champions consecutiva. Dall’altra parte arriverà a Milano un Empoli, in grande fiducia (3 vittorie di fila) e in piena corsa salvezza (salvo in caso di vittoria o di sconfitta e contemporaneo ko del Genoa).

Chi, invece, non è padrona del proprio avvenire è il Milan, ospite a Ferrara contro la Spal. La squadra di Gattuso, dopo i 3 successi consecutivi, dovrà vincere e sperare in un possibile passo falso dei cugini o dell’Atalanta.

Infine, la compagine che delle quattro ha la minor percentuale di arrivare in Champions è la Roma. I giallorossi sfideranno in un Olimpico gremito (ultima di De Rossi) un Parma ormai salvo, ma i tre punti non potrebbero bastare, visto che sia Inter che Milan in caso di parità di punteggio avrebbero la meglio per gli scontri diretti.

SI SALVI CHI PUO’

Non è da meno di fascino ed emozione la corsa per rimanere in A, con sfide ad alto livello di tensione. Una di queste è l’attesissimo scontro diretto tra Fiorentina e Genoa, rispettivamente a 40 e 37 punti in classifica. Le combinazioni sono delle più svariate: viola salvi in caso di vittoria o pareggio, altrimenti di sconfitta con un solo gol di scarto. Per il grifone conta solamente la vittoria oppure il pareggio con sconfitta dell’Empoli.

IL RESTO DELLE PARTITE

Le altre sfide di giornata saranno Frosinone-Chievo con entrambe le compagini già retrocesse in B; Bologna-Napoli, con i felsinei salvi grazie al pari di lunedì scorso contro la Lazio e i partenopei a +13 dal terzo posto; Torino-Lazio, un match per chiudere in bellezza una stagione positiva per entrambe; Sampdoria-Juve, con la sfida a suon di gol tra Quagliarella e CR7; e infine, Cagliari Udinese, entrambe salve con i successi nell’ultimo turno.

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here