Serie A: apre l’Inter, ma gli occhi sono per Napoli-Juve. Sabato il derby romano

L'aalisi della 26esima giornata di Serie A

0
192
during the UEFA Champions League Semi Final, second leg match between Real Madrid and Juventus at Estadio Santiago Bernabeu on May 13, 2015 in Madrid, Spain.

La 26esima giornata di Serie A rischia di essere considerata uno spartiacque importante per il campionato 2018/2019. Anzitutto, scontro al vertice fra le prime due forze del campionato: la Juventus, da molti definita sin da agosto quale campionessa in pectore dell’ennesima Serie A, e il Napoli di Carlo Ancelotti, che non ha aggiunto niente rispetto allo scorso anno se non il cambio in panchina (da Sarri al tecnico di Reggiolo, vecchia conoscenza dell’ambiente bianconero). Le due squadre sono a 14 punti di distanza. Un’enormità, se vengono presi in considerazioni le poche partite rimaste e lo stile Juve, di quelli che non permetto rilassamenti. Giorgio Chiellini ha affermato che il Napoli vuole riaprire il campionato, ma sarà difficile pensare che anche una vittoria nelle mura amiche del San Paolo possano impensierire la Juventus dall’obiettivo dell’ottavo scudetto consecutivo. Nota a margine: non è ancora certo che Cristiano Ronaldo giochi.

La partita serale del sabato vedrà invece la Lazio giocare contro i cugini della Roma. Le squadre sono in difficoltà rispetto alla scorsa stagione. I biancocelesti sono fuori dall’Europa League, la Roma non ha un ritorno facile contro i lusitani del Porto (Champions League). Ma rispetto allo scorso anno qualcosa non gira per entrambi i team. Milinković-Savić ha dimostrato meno continuità ed Edin Dzeko sta troppo poco.

Le milanesi sembrano avere a disposizione due buone occasioni per fare punti: l’Inter gioca a Cagliari, il Milan in casa contro il Sassuolo. Le due ‘piccole’ non devono chiedere nulla dalla classifica, mentre i club meneghini devono vincere per ipotecare la zona Champions.

Sabato è la volta anche di Empoli-Parma. I toscani vogliono qualche punticino per tirarsi sempre più fuori dalla zona retrocessione, che adesso è a 3 punti. La domenica invece le partite cominciano con Torino – Chievo Verona, buona occasione per i ragazzi di Mazzarri per attestarsi in zona Europa League. Alle 15:00 è la volta di Genoa-Frosinone coi ciociari che necessitano di punti per uscire dal pantano lì sotto, Spal – Sampdoria, con i ragazzi di Giampaolo che probabilmente meriterebbero qualcosa di più i classifica e Udinese-Bologna, nuovo banco di prova per il neo allenatore Mihajlović. Alle 18 il caso vuole che si riscontrino Atalanta e Fiorentina, dopo la pirotecnica sfida di andata (3-3) di Coppa Italia. Chiude Juventus-Napoli.

Daniele Errera

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here