Serie A, la Juve domina anche senza Ronaldo. L’Inter non si arrende. Romane da Champions

Il Napoli di Ancelotti non sa più vincere. Bonaventura fa respirare il Milan e Pioli. Sorprendente Hellas Verona

0
47

Tanti i possibili spunti concessi dall’ultima giornata di Serie A. La Juventus, priva di Ronaldo, espugna in rimonta uno dei campi più difficili del campionato nostrano, quello di Bergamo, consolidando la sua presenza in cima alla classifica. Bene anche l’Inter che, impegnata Torino, rifila un tris secco a dei granata sempre più in crisi. Bene le romane. La Lazio inanella in extremis, contro il Sassuolo, la sua quinta vittoria consecutiva mantenendo la terza piazza. Insegue la Roma, vincente in casa contro il Brescia, che appaia in classifica il Cagliari, fermato sul 2-2 a Lecce.

CON O SENZA RONALDO LA STORIA NON CAMBIA. LA JUVENTUS DI SARRI CONTINUA A PRIMEGGIARE. CONTE NON MOLLA

Continua l’avvincente duello tra Juventus ed Inter in testa alla classifica. I bianconeri, una settimana dopo il caso Ronaldo, vincono anche senza di lui uno degli incontri più insidiosi del campionato, quello fuori casa contro l’Atalanta di Gasperini. Nonostante il momentaneo vantaggio di Gosens, il carattere di Higuain e di un ritrovato Dybala hanno permesso alla Vecchia Signora di rimontare i padroni di casa, permettendo a Sarri di mantenere il primo posto a più 1 sull’Inter. Inter che, poche ore più tardi, ha piegato senza troppi problemi il Torino di Mazzarri, grazie alle reti di Martinez, De Vrij e del solito Lukaku. Unica nota stonata l’infortunio di Barella, che rimarrà fuori per tutta la fine del 2019.

CAICEDO FA VOLARE LA LAZIO. ROMA, TRIS AL BRESCIA E QUARTO POSTO CONDIVISO CON IL CAGLIARI. IL NAPOLI NON SA PIU’ VINCERE

Turno favorevole per le Romane. La Lazio di Simone Inzaghi si conferma la squadra più in forma del campionato, vincendo 2-1 in extremis sul campo del Sassuolo. Per i biancocelesti si tratta della quinta vittoria consecutiva, che permette ai capitolini di mantenere la terza piazza a più 2 su Roma e Cagliari. Sorride anche l’altra sponda della Capitale. All’Olimpico, i giallorossi di Fonseca superano nel secondo tempo l’ostacolo Brescia, siglando un 3-0 costruito prevalentemente da calci piazzati. Decisivo, ancora una volta, il colosso inglese Smalling, autore di una rete e due assist per i gol di Mancini e Dzeko. Stop imprevisto per il Cagliari. I sardi, in vantaggio per 2-0 al Via Del Mare fino al 83′, si fanno recuperare dal Lecce nel finale, complici anche le espulsioni di Cacciatore ed Olsen (oltre a quella di Lapadula per i padroni di casa) che hanno lasciato gli ospiti in 9 vs 10 negli ultimi 7 minuti di gioco. Ancora a secco di vittorie il Napoli di Ancelotti. Impegnato contro il Milan a San Siro, la squadra partenopea non riesce, nonostante il vantaggio momentaneo di Lozano, ad uscire dalla scala del calcio con i tre punti. Fondamentale per Pioli la rete di Bonaventura, che permette ai rossoneri di evitare la terza sconfitta consecutiva dopo quelle con Lazio e Juventus.

LE ALTRE…

E’ un Hellas Verona sorprendente quello delle prime 13 giornate. I veneti, superano la Fiorentina in casa per 1-0 e salgono a 18 punti, a meno due dal Napoli che attualmente occupa il settimo posto. Si fa raggiungere in extremis il Parma che, fino al 95′, il settimo posto lo aveva concretamente raggiunto. Di Dzemaili la rete che ha permesso al Bologna di non uscire sconfitto dal derby. Respira la Sampdoria, vincitrice in rimonta al Ferraris contro l’Udinese, al quale non basta la prima rete in campionato di Nestorovski. Pari nel monday match tra Genoa e Spal, con le due squadre che rimangono rispettivamente terzultima e penultima in classifica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here