Serie A, Sampdoria-Milan 1-0: clamoroso errore di Donnarumma, Defrel non perdona

Seconda sconfitta di fila per il Milan, che cade al Ferraris per un gol di Defrel. Clamorosa la papera di Donnarumma

0
283

Terminato il secondo anticipo della 29ª giornata di serie A con il successo della Sampdoria sul Milan per 1-0, decisiva la rete di Defrel siglata dopo una trentina di secondi del primo tempo. Nell’undici iniziale blucerchiato spazio sin dal primo minuto alla coppia Quagliarella-Defrel, supportata da Gaston Ramirez nella posizione di trequartista. Nelle file del Milan, mister Gattuso cambia soltanto due giocatori dopo la sconfitta nel derby: fuori Paquetà e Kessie, dentro Castillejo e Biglia.

PAPERA DONNARUMMA, SAMP AVANTI

Pronti-via e subito Sampdoria in vantaggio: clamoroso errore di Donnarumma, che passa la palla a Defrel, portando avanti i padroni di casa. Lo svantaggio manda un po’ in tilt la retroguardia rossonera, che nel giro di pochi minuti rischia di nuovo la frittata con un passaggio di Musacchio quasi intercettato da Quagliarella con Donnarumma fuori porta. I diavoli si affacciano per la prima volta nei pressi di Audero al minuto 25’ con Suso, che sfodera un grande sinistro a rientrare sull’angolino, messo in angolo dal portiere. Quattro minuti più tardi è il Milan a tremare: palla rubata da Linetty, filtrante per Quagliarella che con il destro allarga troppo, mandando la sfera sul fondo. L’ultimo acuto del primo tempo è ancora di marca rossonera con Musacchio, che da pochi passi colpisce a colpo sicuro, ma il pallone viene deviato in angolo dalla retroguardia doriana.

GRANDE SPETTACOLO, MA ZERO GOL

La ripresa del Marassi è di gran lunga più emozionante dei primi 45 di gioco. La prima palla  gol arriva, al minuto 59′,  con Suso, che si accentra col sinistro ma il tiro deviato sfiora il palo con Audero battuto. Le squadre si allungano, favorendo sempre più lo spettacolo e al minuto 72’ i blucerchiati sfiorano la rete del raddoppio con Quagliarella, la cui conclusione deviata si va a stampare sulla traversa. Il passare dei minuti porta il Milan ad alzare il baricentro, dovuto anche all’ingresso in campo di Cutrone, che riassetta il modulo rossonero con due punte e Castillejo e Suso ai lati. E al minuto 76’ è proprio Cutrone a rendersi pericoloso ma il suo tentativo viene ancora intercettato da un attento Audero. Il Diavolo si scopre e lascia campo aperto alle folate della Doria, che va vicina al raddoppio con Defrel, il quale solo davanti Donnarumma si fa ipnotizzare dal portiere campano, che blocca il suo tap-in in presa bassa. Gli ultimi tentativi rossoneri portano la firma di Cutrone e Piatek, entrambi poco decisi sotto porta e bloccati facilmente da Audero.

Sandro Caramazza

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here