Serie A Tim – Le probabili formazioni della 6° giornata

0
149

La Giornata Sportiva vi porta in campo con la serie A, tra turnover e conferme ci sono tanti dubbi e moltissimi ballottaggi.

JUVENTUS-SPAL, ore 15

Juventus, Alex Sandro in permesso

Maurizio Sarri ritrova Cristiano Ronaldo dopo il turno di riposo ma dovrà fare sicuramente a meno di De Sciglio e Danilo. Per il brasiliano lesione (lieve) al bicipite femorale della coscia sinistra. Dentro quindi Cuadrado, già impiegato nel ruolo di esterno basso a Brescia. Anche sulla corsia sinistra però ci sono assenze. Alex Sandro è in permesso dopo il grave lutto che ha colpito la sua famiglia. Sarri pensa ad un ‘dirottamento’ a sinistra da parte di Matuidi. 4-3-1-2 confermato quindi con Buffon in porta e coppia d’attacco Ronaldo-Dybala

Juventus (4-3-1-2) probabile formazione: Buffon; Cuadrado, Bonucci, de Ligt, Matuidi; Khedira, Pjanic, Rabiot; Ramsey; Dybala, Ronaldo

Spal, guaio muscolare per Di Francesco

“La speranza è che sia solo uno stiramento”. Questo l’augurio di Leonardo Semplici all’indomani del guaio muscolare capitato a Federico Di Francesco. Piove sul bagnato quindi per i biancazzurri che in vista della Juventus devono cambiare qualcosa. Sulle corsie ci sono in lizza Reca, Igor, Strefezza e Sala ma i posti sono solo due. Tomovic può tornare titolare mentre Petagna avrà come compagno di reparto Floccari, favorito su Paloschi.

Spal (3-5-2) probabile formazione: Berisha; Cionek, Felipe, Tomovic; Sala, Valoti, Missiroli, Kurtic, Reca; Floccari, Petagna.

SAMPDORIA-INTER, ore 18

Sampdoria, c’è Murillo squalificato

Il rosso rimediato nell’infrasettimanale non permetterà a Murillo di scendere in campo contro la sua ex squadra. Di Francesco però deve guardare anche all’attacco con Quagliarella che ritorna ma con Gabbiadini che si è fermato a causa di un affaticamento muscolare alla coscia destra. Si va verso un 3-5-2 senza trequartista ma con Rigoni avanzato. Dietro pronto Chabot, all’esordio dal primo minuto in maglia blucerchiata.

Sampdoria (3-5-2) probabile formazione: Audero; Bereszynski, Chabot, Colley; Depaoli, Linetty, Ekdal, Vieira, Murru; Rigoni, Quagliarella

Inter, prosegue la gestione ottimale della rosa

Gara ‘trappola’ per l’Inter di Conte che fa a far visita all’ultima della classe. Contro la Samp dovrebbe riposare Diego Godin con Bastoni nella linea a 3 difensiva. In mezzo si candida, tra gli altri Gagliardini mentre Asamoah e Candreva vanno verso il rientro nell’XI titolare. Lukaku ha sempre qualche problema alla schiena. Non sarebbe quindi così sorprendente vederlo riposare: pronta la coppia Sanchez-Lautaro

Inter (3-5-2) probabile formazione: Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro Martinez, Sanchez

SASSUOLO-ATALANTA, ore 20:45

Sassuolo, De Zerbi mischia le carte?

Con Defrel e Boga, De Zerbi può ruotare a piacimento e considerando anche che Traorè può agire alle spalle delle punte, ecco che le soluzioni aumentano. Contro l’Atalanta i neroverdi potrebbero riproporre il ‘triangolo’ Berardi-Caputo-Defrel con l’ex Sampdoria a rifinire il duo d’attacco. Qualche rotazione quasi sicura a centrocampo mentre in difesa Muldur e Toljan si giocano una maglia.

Sassuolo (4-3-1-2) probabile formazione: Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Peluso; Traoré, Obiang, Duncan; Defrel; Berardi, Caputo

Atalanta, le condizioni di Muriel

La speranza di Gasperini prima della sfida con la Roma era quella di recuperare Luis Muriel in tempo per il match contro il Sassuolo. Il colombiano è alle prese con la tonsillite e quasi sicuramente, in caso di convocazione, partirà dalla panchina se non sarà totalmente a posto. In difesa può rivedersi Djimsiti. In mezzo ballottaggio De Roon-Pasalic mentre in attacco non è detto che Gomez parta dall’inizio. Pensando anche alla Champions infatti si va verso un duo d’attacco formato da Ilicic e Zapata.

Atalanta (3-4-1-2) probabile formazione: Gollini; Toloi, Djimsiti, Masiello; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Malinovskyi; Ilicic, Zapata

NAPOLI-BRESCIA, domenica ore 12:30

Napoli, Ancelotti senza due centrali

Koulibaly è squalificato mentre Maksimovic rischia di dover saltare la sfida contro il Brescia a causa di un problema alla coscia che non gli ha permesso di giocare il secondo tempo della gara persa col Cagliari. A centrocampo dovrebbe rivedersi Fabian Ruiz mentre in attacco una delle due torri pare destinata ad essere titolare. Ballottaggio apertissimo con Llorente (forse) leggermente favorito.

Napoli (4-4-2) probabile formazione: Meret; Hysaj, Manolas, Luperto, Ghoulam; Callejon, Allan, Ruiz, Insigne; Mertens, Llorente

Brescia, la gestione di SuperMario

Contro la Juventus aveva esordito Mario Balotelli, reduce da 4 giornate di stop per squalifica. SuperMario quindi è riposto e pronto per due gare in 3 giorni? Dipende. Il ciclo di allenamenti ai quali si è sottoposto è stato duro visto che Balo non giocava dallo scorso maggio. Dovesse essere titolare occhio al minutaggio che non sarà quasi certamente di 90’. Ayé scalda i motori. Per il resto, Romulo trequartista, Martella favorito per la fascia sinitra.

Brescia (4-3-1-2) probabile formazione: Joronen; Sabelli, Cistana, Chancellor, Martella; Bisoli, Tonali, Dessena; Romulo; Balotelli, Donnarumma

LAZIO-GENOA, domenica ore 15

Lazio, Lulic e Leiva si scaldano

Bella prestazione ma zero punti. Questo il sunto della trasferta di Milano della Lazio di Simone Inzaghi. Il tecnico potrebbe cambiare molto in vista del Genoa. In difesa c’è Radu, che non era partito con la squadra per Milano per precauzione. Sulle corsie Marusic e Lulic sono i favoriti mentre in attacco occhio alla possibilità che Correa sia ‘vittima’ del turnover con Caicedo a far compagnia a Ciro Immobile.

Lazio (3-5-2) probabile formazione: Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Caicedo, Immobile

Genoa, rientrano Goldaniga e Biraschi

Andreazzoli non dovrebbe modificare molto del suo Genoa. Alle porte c’è l’impegno con la Lazio ma anche una settimana di scarico e di recupero dopo il tour de force di questi giorni. A Pegli sono state provate diverse soluzioni (anche la linea a 4). Dietro occhio a Criscito che nelle ultime due gare ha finito con i crampi. Biraschi e Goldaniga sono di nuovo in gruppo. In mezzo Saponara e Pajac cercano posto. Il secondo potrebbe essere preferito a Barreca mentre su Saponara c’è sempre la questione sistema: con lui si passerebbe al 3-4-1-2

Genoa (3-5-2) probabile formazione: Radu; Romero, C. Zapata, Criscito; Ghiglione, Lerager, Radovanovic, Schone, Pajac; Kouamé, Pinamonti

LECCE-ROMA, domenica ore 15

Lecce, ancora differenziato per Lapadula

La vittoria contro la Spal a Ferrara dovrebbe far pensare ad una conferma in blocco dell’XI che ha trionfato in quel di Ferrara. La volontà di Liverani sarebbe per l’appunto quella ma vanno verificati un paio di giocatori dal punto di vista fisico. A proposito: alla ripresa degli allenamenti, allenamento differenziato per Dell’Orco, Farias, Lapadula e Tachtsidis.

Lecce (4-3-3) probabile formazione: Gabriel; Rispoli, Rossettini, Lucioni, Calderoni; Majer, Petriccione,Tabanelli; Mancosu, Babacar, Falco

Roma, torna Mancini ma esce Spinazzola

Continuano i problemi fisici nella rosa giallorossa. L’ultimo in ordine di tempo è quello che ha colpito Spinazzola che è alle prese con un fastidio al flessore della coscia sinistra. Florenzi quindi pare destinato a tornare stabilmente sulla linea difensiva. Torna dalla squalifica Mancini che potrebbe essere rilanciato. A centrocampo sempre abbastanza alte le quotazioni di Diawara mentre Kluivert potrebbe ritornare nell’XI titolare. Davanti scocca l’ora di Kalinic?

Roma (4-2-3-1) probabile formazione: Pau Lopez; Florenzi, Fazio, Smalling, Kolarov; Veretout, Cristante; Kluivert, Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko

UDINESE-BOLOGNA, domenica ore 15

Udinese, rebus in attacco

Tudor non dovrebbe modificare molto rispetto all’Udinese vista nel turno infrasettimanale. In difesa Opoku cercherà di conquistarsi una maglia da titolare. Stesso discorso per Walace in mezzo che in realtà, potendo ricoprire più ruoli, è uno dei candidati ‘nuovi’ a scendere in campo dall’inizio. Davanti invece ci sono sempre tanti nomi per un posto solo. In attesa di De Paul, dovrebbe toccare alla coppia Lasagna-Okaka

Udinese (3-5-2) probabile formazione: Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Larsen, Fofana, Jajalo, Mandragora, Sema; Okaka Lasagna.

Bologna, c’è chi deve rifiatare

Impegno non semplice per il Bologna di Sinisa Mihajlovic contro una squadra che in casa concede mediamente poco all’avversaria. In difesa è pronto a tornare Danilo dopo lo stop subito. Il giocatore pare recuperato. Sulla sinistra sempre aperto il duello Mbaye-Krejci per sostituire Dijks. In mediana Dzemaili cerca posto mentre in attacco favorito Santander

Bologna (4-2-3-1) probabile formazione: Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Krejci; Poli, Medel; Orsolini, Soriano, Sansone; Santander

CAGLIARI-VERONA, domenica ore 18

Cagliari, recuperato il Ninja

Dopo la splendida vittoria in quel di Napoli, il Cagliari vuole proseguire la serie di vittorie. In avanti difficilmente Maran cambierà qualcosa. Più probabile invece che ruoti in altre parti del campo. Luca Pellegrini e Luca Cigarini sono pronti per tornare titolari rispettivamente a sinistra e in mezzo anche se Oliva non ha fatto male al San Paolo. Sulla trequarti favorito Castro con arretramento di Rog. Torna disponibile anche Radja Nainggolan che anche se pare davvero difficile pensare a una sua titolarità

Cagliari (4-3-1-2) probabile formazione: Olsen; Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Rog, Oliva, Nandez; Castro; Joao Pedro, Simeone

Verona, trauma cranico per Di Carmine

Quattro punti di sutura e leggero trauma cranico. Questo il responso medico sulle condizioni di Samuel Di Carmine. L’attaccante aveva avuto la peggio in uno sconto durante la sfida contro l’Udinese. Al momento le sue condizioni non destano preoccupazioni ma è chiaro che la punta del Verona è in dubbio per la trasferta di Cagliari. Al suo posto è pronto Stepinski. In difesa rientra Kumbulla dalla squalifica

Verona (3-4-2-1) probabile formazione: Silvestri; Rrhamani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Veloso, Amrabat, Lazovic; Verre, Zaccagni; Stepinski

MILAN-FIORENTINA, domenica ore 20:45

Milan, i nuovi non escono

Giampaolo ha definito il suo Milan di Torino quale migliore della stagione quanto a performance sul campo. A meno di rotazioni dovute a eccesso di stanchezza, quindi, non sembra che l’allenatore rossonero voglia cambiare interpreti. Leao, Hernandez e Bennacer vanno quindi verso la conferma con Biglia che però non è completamente tagliato fuori. Mancheranno Caldara, Paquetà e lo squalificato Reina che si è beccato un rosso in panchina

Milan (4-3-1-2) probabile formazione: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer, Calhanoglu; Suso, Leao; Piatek

Fiorentina, titolari inamovibili?

Milan-Fiorentina potrebbe essere l’unica partita della sesta giornata di campionato con gli stessi XI (per entrambe le squadre) visti nell’infrasettimanale. Dopo le buone prestazioni senza vittorie degli uomini di Montella, è finalmente arrivato il primo successo in stagione contro la Sampdoria. Venuti, Benassi e Boateng cercano spazio nella formazione titolare ma presumibilmente saranno ‘solo’ armi da usare a gara in corso

Fiorentina (3-5-2) probabile formazione: Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Ribery

PARMA-TORINO, lunedì ore 20:45

Parma, Kucka in gruppo

Buone notizie per D’Aversa. Dopo la vittoria in extremis contro il Sassuolo, ora è tempo di affrontare il Torino di Belotti. In mezzo al campo va verso il recupero Kucka che è finalmente tornato a lavorare con i compagni. A parte invece Grassi e Karamoh con quest’ultimo a riposo temporaneo dopo essere passato dal dentista…

Parma (4-3-3) probabile formazione: Sepe; Darmian, Bruno Alves, Iacoponi, Gagliolo; Hernani, Kucka, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho

Torino, Zaza a rischio

La rimonta contro il Milan ha portato un ulteriore ventata di buon umore nella Torino granata. Là davanti Belotti non si discute mentre Zaza potrebbe osservare un giro di riposo visto il problema al polpaccio accusato nella serata di giovedì. Mazzarri pare orientato a schierare un 3-4-3 con Verdi e Berenguer a lati del ‘Gallo’. In difesa Bonifazi, Djdji o Nkoulou sperano in una promozione nell’XI titolare così come Laxalt sulla corsia sinistra. Probabile che a destra giochi Ansaldi mentre in mediana c’è il ballottaggio Rincon/Meité

Torino (3-4-3) probabile formazione: Sirigu; Izzo, Nkoulou, Lyanco; Ansaldi, Baselli, Rincon, Ola Aina; Verdi, Belotti, Berenguer

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here