Serie A1 maschile, Pallanuoto: turno infrasettimanale ricco di emozioni

Ecco i risultati del turno infrasettimanale, valido per la nona giornata del campionato serie A1 maschile

0
121
PRO RECCO SEMPRE SUPER, OK ORTIGIA E BRESCIA

Una macchina che, in Serie A1, non si può fermare. Ecco l’unico modo per rappresentare la Pro Recco: nona vittoria consecutiva e 165 gol fatti. Contro l’Iren Quinto un’altra passeggiata per i ragazzi di Rudic, guidati da un super Di Fulvio, autore di 6 reti. Dilagano i campioni in carica della Serie A1, chiudendo il match con il risultato di 19-5. Secondo posto solitario protetto dall’Ortigia, grazie alla vittoria in trasferta contro la Canottieri Napoli per 13-8. Ancora una volta un super Tempesti (7° rigore parato!) deve fare gli straordinari nel constrastare le ottime azioni offensive dei partenopei. In gara fino al terzo quarto, sul risultato di 5-3, i ragazzi di Andrè hanno staccato la spina subendo un parziale di 1-4, decisivo in vista degli ultimi 8 minuti. Quarta posizione per il Brescia che batte davanti al proprio pubblico il Telimar per 11-7. I padroni di casa sigillano il match nel primo quarto con un secco parziale di 5-0. I palermitani rispondono nei successivi 24’ ma non riescono a difendere contro le azioni offensive degli avversari. Il capitano dei Leoni, Presciutti, guida per la “retta via” i suoi compagni mettendo a segno 5 reti.

BPM TERZA DA SOLA, 3 PUNTI PER IL TRIESTE

Ancora 3 punti per la Bpm Sport Management, dopo quelli conquistati inaspettatamente contro il Brescia. I Mastini battono in trasferta per 13-10 la Lazio e restano al terzo posto della Serie A1. Migliori in campo Lanzoni e Mirarchi, per loro rispettivamente 4 e 3 reti messe a segno, ma in generale ottima prestazione degli ospiti. Dopo l’equilibrio del primo quarto, terminato 3-3, il parziale di 1-4 porta il tabellone sul 7-4, risultato con cui si va al riposo a metà gara. Inutile la mini-rimonta tentata dai padroni di casa. Ai confini delle prime quattro di testa troviamo il Trieste, imbattuto da 5 gare. Vittoria per 14-10 contro la Florentia fra le mura amiche. Primo quarto dominato dai padroni di casa, che chiudono i primi 8’ sul 5-1. La rimonta degli ospiti arriva tra il secondo e il terzo tempo e poco dopo l’intervallo lungo il risultato vede Trieste avanti di una sola rete. Mezzarobba e Milakovic tranquillizzano i proprio tifosi e portano la loro squadra sul 12-9, in seguito arriveranno i gol per il 14-10.

VINCONO SALERNO E SAVONA

Solito finale all’ultimo respiro alla Vitale nel match tra Salerno e Roma. A spuntarla sono i campani grazie alla rete a 14” dalla fine di Parrilli. Partita totalmente pazza: gara equilibrata nei primi 12’, poi i padroni di casa allungano fino al 10-5 nel corso del terzo tempo. Ospiti che però non mollano e trainati dal solito Camilleri e da Tartaro (3 reti ciascuno) riducono lo svantaggio sino al -1 a 4’, circa, dal termine. Elez firma l’11-9, ma la risposta è immediata e i romani acciuffano il pareggio sull’11-11. Il finale bollente sappiamo già come andrà a finire. Un’altra sconfitta per il Posillipo, torna alla vittoria il Savona. Quest’ultima alla Scandone riesce a spuntarla per 12-10 dopo una partita molto confusionaria, colpevoli i due arbitri che ne combinano delle belle. Posillipini molto imprecisi in fase offensiva e poco attenti in difesa. Nel secondo e nel terzo quarto i biancorossi possono allungare arrivando anche sull’11-6. Inutile la rimonta dei napoletani che raggiungono anche il -1, per poi subire a 9” dalla fine il gol del 12-10 di Molina.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here