Serie B, 11° giornata, Brescia, che spreco! Palermo, chi l’ha dura la vince! Impresa Ascoli in terra sannita.

Andiamo ad analizzare i match che anticipano l'11^ giornata di Serie B, dove tre gare si sono disputate alle ore 14.00 e l'ultima partita alle ore 18.00

0
211

Tre partite nel pomeriggio e una in notturna sanciscono la chiusura degli anticipi di questa 11^ giornata di Serie B: il Brescia esce dalla terra foggiana con un solo punto, così come il Cittadella scontratosi nel derby con il Padova. Vittoria invece per il Palermo.

FOGGIA SPRECONE, IMPRECISO CITTADELLA, PALERMO CON GRINTA E CUORE

FOGGIA vs BRESCIA 2-2

Partita considerata da over 2,5, rispecchia in tutto e per tutto le previsioni della vigilia: grandi attacchi contro deboli difese. Il primo a scrivere il proprio nome sul tabellino è stato Mazzeo, che al 6′ porta in vantaggio i suoi con un colpo di testa. A pareggiare i conti, dieci minuti dopo, è Torregrossa, che sfrutta un assist di Ndoj; nello scadere del primo tempo il Foggia rischia di portarsi in vantaggio colpendo una traversa con Ranieri.

Il tap-in vincente per il nuovo temporaneo vantaggio casalingo lo sigla Gerbo al 52′, insaccando un assist dell’autore del gol iniziale; successivamente la partita prende però una brutta piega con l’espulsione di Camporese, che lascia in 10 i propri compagni. I rossoneri faticano fino a subire il gol del definitivo pareggio all’82’: a segno Luca Tremolada.

PADOVA vs CITTADELLA 0-0

Senza troppe pretese il match in terra di Padova si conclude a porte inviolate; il Cittadella non è riuscito, pur godendo di un ottimo possesso palla, a tramutare in rete le 10 occasioni da gol create; per entrambe le compagini un punto che lascia l’amaro in bocca.

PALERMO vs COSENZA 2-1

Partita che si gioca tutta nel secondo tempo, poiché nella prima frazione di gara non vi è nulla da segnalare oltre i falli conditi da tre ammonizioni; il primo gol per il vantaggio casalingo lo sigla Salvi, che di testa tramuta in rete un assist del solito Falletti.
Le esultanze durano poco però, perché due minuti più tardi Baclet, anch’esso di testa, pareggia i conti su cross di Garritano. “Chi l’ha dura la vince” si dice, e i rosanero, con grinta e cattiveria, colpiscono prima un legno con Puscas, e al 91′ lo stesso attaccante rumeno, sempre di testa, manda in visibilio i propri tifosi segnando la rete della definitiva vittoria.

IMPRESA ASCOLI, TRE PUNTI IMPORTANTISSIMI  
BENEVENTO vs ASCOLI 1-2

Attesissimo match in quel di Benevento. I sanniti, grazie alla solita spinta del pubblico locale, si portano subito in vantaggio, segnando al 2′ con l’instancabile Massimo Coda. Seguono una sfilza di ammonizioni fino al caso “fortunoso” per l’Ascoli, quando un autogol di Volta riapre la partita e dà inizio alle danze ascolane.
Infatti, dopo appena due minuti del secondo tempo, Nikola Ninkovic sfrutta un clamoroso passaggio di D’Elia e tramuta in rete il gol che sancisce quindi la vittoria: tre punti che permettono all’Ascoli di agganciarsi al treno in corsa che vede sei squadre battersi per i playoff.

RISULTATI

Foggia – Brescia 2-2
Padova – Cittadella 0-0
Palermo – Cosenza 2-1
Benevento – Ascoli 1-2

CLASSIFICA

1. Palermo 21
2. Pescara 19
3. Hellas Verona 18
4. Salernitana 17
5. Lecce 16
6. Benevento 16
7. Cittadella 16
8. Brescia 15
9. Ascoli 15
10. Spezia 13
11. Cremonese 12
12. Perugia 11
13. Crotone 11
14. Venezia 9
15. Cosenza 8
16. Padova 8
17. Foggia 7
18. Livorno 5
19. Carpi 5

Nicolò Falla Trella

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here