Serie C: Alessandria ultima chiamata, Monopoli continua a stupire!

0
116
serie C
GIRONE A
Riflettori puntati sul big match Robur Siena – Alessandria. I piemontesi sono all’ultima chiamata per recitare un ruolo da protagonista in questa serie C. Un successo su un campo così importante rilancerebbe le ambizioni dei grigi, infondendo punti ed entusiasmo. Un risultato diverso, quasi certamente, condannerebbe l’Alessandria ad una stagione di anonimato, dopo aver sfiorato la promozione diretta in B nella scorsa stagione. Certo, la missione non appare semplice. Il Siena infatti si è portato al comando in coabitazione col Livorno. E’ presto per dare un giudizio sui bianconeri, che avranno comunque il vantaggio di giocare in casa da prima della classe.
Dicevamo del Livorno. Dopo un avvio stentato, la squadra sta pian piano ingranando. Il clamoroso 3-0 con cui hanno schiantato l’Alessandria è più di un indizio sulla buona condizione della squadra. Per gli amaranto oggi altro test impegnativo. Il derby interno con la Pistoiese andrà preso con le molle. Gli arancioni arrivano infatti galvanizzati da una bella quinta posizione.
Fra le inseguitrici, la Viterbese ha il compito più semplice, ospitando la Giana Erminio, in difficoltà al penultimo posto. La Carrarese non deve sottovalutare la trasferta a Monza. I brianzoli, pur se neopromossi, sono apparsi solidi fra le mura amiche. Si prennuncia molto interessante Cuneo-Pisa. I piemontesi sono un po’ a sorpresa al quinto posto. I toscani, dopo aver finalmente centrato la prima vittoria, arrivano da inseguitori con la fame di ristabilire le gerarchie. In coda, Prato-Gavorrano somiglia già ad una sfida salvezza, per non salutare anzitempo la serie C. Una nuova sconfitta dei maremmani sarebbe molto simile ad una sentenza.
Cuneo-Pisa
Livorno-Pistoiese
Monza-Carrarese
Olbia-Pontedera
Piacenza-Arzachena
Prato-Gavorrano
Robur Siena-Alessandria
Viterbese Castrense-Giana Erminio
riposa: Pro Piacenza
GIRONE B
Le due capolista VicenzaPordenone scendono in campo per proseguire la loro scalata, che potrebbe portare dalla C alla B. Fermate entrambe sul pari nell’ultimo turno, sono chiamate a riprendere la loro marcio. I biancorossi ospitano il Feralpisalò, che attualmente stanzia nella fascia medio-alta della classifica. I neroverdi ricevono invece il Teramo, che dovrà evitare la sconfitta per non essere risucchiato in zona play-out.
In zona podio sono da seguire Renate-Reggiana e Sambenedettese-Padova. Coefficiente di difficoltà simile: le squadre di casa vorranno mantenere la terza posizione, quelle in trasferta devono tenersi lontane dalla bassa classifica. Il Padova, dopo aver fermato il Vicenza, potrebbe riuscire nel colpaccio. Südtirol-Bassano virtus e Santarcangelo-Fermana completano il quadro delle zone nobili di classifica.
In coda, sembra già drammatica la situazione del Modena, ancoa fermo a zero punti. Il Ravenna, anche se da affrontare fuori casa, è pur sempre una neopromossa in serie C, e potrebbe perciò essere l’avversario adatto per rialzare la testa.
AlbinoLeffe-Gubbio
Mestre-Triestina
Pordenone-Teramo
Ravenna-Modena
Renate-Reggiana
Sambenedettese-Padova
Santarcangelo-Fermana
Südtirol-Bassano Virtus
Vicenza-Feralpisalò
riposa: Fano
GIRONE C
Monopoli a caccia della quinta sinfonia. I biancoverdi hanno finora stupito e superato ogni aspettativa della vigilia, guadagnando la vetta solitaria della classifica. La sfida interna con il Matera, non sembra rappresentare un ostacolo insormontabile. Chissà che questa serie C non abbia veramente trovato una nuova protagonista. A questo punto cresce la curiosità di vedere il Monopoli impegnato contro le big del girone.
Altra squadra che ha iniziato molto bene è il Catanzaro. Dopo aver rischiato la retrocessione la scorsa stagione, superate varie vicissitudine societarie, la nuova proprietà ha effettuato un mercato importante. I risultati sono finora positivi. Occhi puntati dunque su Catanzaro-Lecce– Calabresi per continuare a stupire, salentini per proseguire la rincorsa al primo posto. Sicuramente la sfida più interessante in programma.
Compito più facile sulla carta per il Catania, che riceve la Fidelis Andria. Dopo un inizio stentato, gli etnei hanno mostrato una bella condizione nelle ultime due uscite (vedi il 3-0 inflitto al Lecce). Un avversario in zona playout non dovrebbe rappresentare un ostacolo per proseguire la rincorsa alla vetta. Riposa il Trapani, e per forza di cose dovrà vedere le rivali allontanarsi.
Bisceglie-Sicula Leonzio
Casertana-Akragas
Catania-Fidelis Andria
Catanzaro-Lecce
Monopoli-Matera
Paganese-Juve Stabia
Racing Fondi-Reggina
Rende-Virtus Francavilla
Siracusa-Cosenza
riposa: Trapani
Alessandro Toncelli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here