Serie C: analisi sesta giornata

Andiamo a vedere cos'è successo nel weekend di Serie C

0
47

Andiamo ad effettuare un’analisi attenta dei verdetti della sesta giornata di Serie C. In ogni girone iniziano ad affermarsi delle gerarchie.

GIRONE A

Pontedera – Livorno 2-3. Il Livorno vince in rimonta grazie alla tripletta di Mendes che nell’ ultimo quarto d’ ora di gara, ribalta il risultato da 2- 0 a 2-3. Questa partita in cui i livornesi sono apparsi in difficoltà per la maggior parte della gara, dimostra comunque che la forza dell’ organico c’è.
La squadra ha un solo obiettivo e lotterà fino all’ ultimo secondo disponibile per centrare la vittoria in questa Serie C.

Carrarese – Siena 1-2. Importante vittoria del Siena che prosegue la marcia verso l’ obiettivo promozione. Dopo essere passati in vantaggio, subiscono il gol di Tavano, che potrebbe scoraggiarli, invece con lo spirito di una grande squadra, riescono negli ultimi minuti a vincere il derby. Il Livorno è avvisato. Il Siena c’è.

Gavorrano – Viterbese 0-3. C’è qualcosa che non va nel Gavorrano, fanalino di coda travolto in casa da una bella Viterbese che sogna i Play off, e che giocando così difficilmente non centrerà. La Viterbese dopo due ko consecutivi, torna alla vittoria mentre per il Gavorrano è crisi nera. Squadra con poca cattiveria e poca qualità, non è giocando così che ci si salva.

GIRONE B

Triestina – Renate 0-1. Il gol di Pavan stende la Triestina e regala al Renate la prima posizione.
Gara equilibrata che dimostra la forza del gruppo, solido in difesa, cinico in attacco. Ora la squadra, partita con l’ obiettivo play off può sognare la promozione diretta.

Reggiana – Sambenedettese 0-2. Importantissima vittoria esterna per la Sambenedettese, che si conferma una squadra in grado di puntare ad un piazzamento nobile nella classifica. Le due reti messe a segno nel primo tempo da Gelonese e Miracoli sono la dimostrazione di una squadra che in ogni campo cerca di imporre il proprio gioco fin da subito. Nel secondo tempo da grande squadra gioca senza correre grandi rischi difendendo il risultato.

Feralpi Salò – Pordenone 0-0. Il Feralpì Salò si conferma “ ammazza grandi” dopo il pareggio con il Vicenza, riesce a togliere la vetta della classifica anche al Pordenone. L’incontro si dimostra subito molto equilibrato. Le due contendenti si studiano e cercano di non offrire spazi ai rivali. Burrai, attaccante del Pordenone si vede respingere a fine primo tempo un rigore da Caglioni nella più ghiotta delle occasioni capitate al Pordenone.

GIRONE C

Andria – Monopoli 1-1. Rallenta il Monopoli capolista in casa dell’ Andria. Un Monopoli più cinico e spietato, se possibile, delle precedenti partite, che ha colpito forse nel momento di maggiore spinta dell’Andria. In gol al 75’ con Genchi, tuttavia non riesce a mantenere il vantaggio sino al termine della gara, venendo infatti raggiunti all’ 81’ da Scaringella.

                                                                                                                                          Lecce – Bisceglie 3-1. I giallorossi vincono sfruttando il turno casaingo ed ora in virtù del pareggi del Monopoli ad Andria distano soltanto un punto dalla vetta.
Cosenza – Catania 0-1. Il gol di Mazzarani all’11’ mette subito le cose in chiaro: il Catania fa la partita ed alla prima occasione concessa punisce i locali, spinge per raddoppiare, ma nel finale di gara è brava a non concedere niente agli avversari. Nel prossimo turno di questa Serie C, il Big Match tra Catania e Monopoli, vale la vetta del girone.

 

Andrea Faliva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here