SERIE C, ecco i risultati del ritorno del Primo Turno della Fase Nazionale dei Play-Off

Sono Pisa, Catania, Arezzo, Feralpi Salò e Imolese a superare il Primo Turno dei play-off e volano alle ‘semifinali’ insieme a Piacenza, Triestina e Trapani. Le toscane vincono quasi facilmente contro Carrarese e Viterbese Castrense. I rossazzurri pareggiano contro il Potenza e passano il turno, a differenza del Catanzaro, pronti via e già fuori dai giochi. Il Monza tenta il sorpasso contro l’Imolese, ma non è sufficiente

0
159

Si chiude il Primo Turno della fase nazionale degli spareggipromozione in Serie C e si va verso le ‘semifinali’.

La Feralpi Salò pareggia a Catanzaro e passa il turno, il Monza sfiora l’impresa a Imola ma non basta, pareggio indolore ma faticoso per il Catania in casa contro il Potenza. Arrivano le vittorie anche per Pisa e Arezzo contro Carrarese e Viterbese Castrense. Vediamo nel dettaglio quanto accaduto.

SFUMA ALL’ULTIMO MINUTO LA RIMONTA PER IL CATANZARO. PISA E CARRARESE SI DANNO BATTAGLIA, MA SONO I NERAZZURRI A VINCERE. VITERBESE ABULICA: FACILE 0-2 PER L’AREZZO.

Sfuma in zona Cesarini il passaggio del turno per il Catanzaro, punito all’89’ dal gol della Feralpi Salò che, invece, va avanti in virtù della vittoria di misura dell’andata. Sono i gardesiani a passare in vantaggio al 34’ con Pesce che, servito bene da Scarsella sul limite dell’area, di sinistro spedisce il pallone all’incrocio dei pali.

La risposta giallorossa arriva nella seconda frazione, con De Risio (gran destro dalla distanza che buca le mani di De Lucia) e il solito Fischnaller (colpo di testa leggero ma imparabile) che rimontano lo svantaggio e portano il risultato complessivo sulla parità che li favorirebbe nel passaggio al turno successivo, in virtù del miglior piazzamento in classifica, ma è Legati all’89’ a tarpare le ali delle Aquile e a gelare il Nicola Ceravolo, colpendo di testa dopo uno schema da corner eseguito alla perfezione. Con questo 2-2, gli uomini di Auteri vanno subito a casa, mentre la squadra di Zenoni continua il sogno ‘Serie B’.

Match divertente quello del Romeo Anconetani tra Pisa e Carrarese, pronte a ripartire dal pirotecnico pareggio dell’andata. Sono i nerazzurri a passare in vantaggio al 20’ con Moscardelli, che, saltato Rosaia, lascia partire un destro da fuori area che sorprende un Mazzini poco attento, ma i marmiferi trovano il pari pochi minuti dopo con Cardoselli, servito bene da uno scatenato Maccarone.

Situazione di parità che si mantiene anche per buona parte del secondo tempo, e che premierebbe i padroni di casa: al 76’ Gucher conquista il pallone su Caccavallo e scarica il destro dalla distanza verso l’angolino dove il portiere gialloblù non può arrivare. Il fischio finale sancisce l’eliminazione degli uomini di Baldini, delusi ma consapevoli di aver dato il possibile, e la gioia dei pisani, vittoriosi per 2-1 in questo derby che avrebbe regalato qualcosa di più della semplice gloria.

Viterbese non pervenuta: questo è il riscontro delle 2 sfide dei laziali contro l’Arezzo. 5 gol subiti, 0 segnati dagli uomini di Rigoli ed esperienza ai play-off che si rivela estremamente fallimentare. Partita che si mantiene su un sottile equilibrio nella prima frazione, con azioni mediamente pericolose operate su entrambi i fronti, ma che esplode nella ripresa: gli uomini di Dal Canto trovano il vantaggio al 55’ con Belloni che ribadisce in rete una goffa uscita di Valentini su un cross dalla lunga distanza di Cutolo.

I laziali entrano in confusione e subiscono dopo 10 minuti il 0-2 finale con la splendida rovesciata di Pelagatti, che fa esplodere il settore ospiti dell’Enrico Rocchi. Gli aretini volano in semifinale e la Serie B, che manca da 12 anni, comincia ad essere sempre più vicina. Da segnalare il bruttissimo episodio di inizio partita, avvenuto negli spogliatoi: il presidente dell’Arezzo ha perso i sensi dopo aver subito vari pugni alla schiena e alla testa, ma la situazione è tornata alla normalità.

DI PIAZZA FA 3 SU 3 CONTRO IL POTENZA: CATANIA AVANTI CON FATICA. SORPASSI E CONTROSORPASSI DA F1 TRA IMOLESE E MONZA!

Con fatica e sofferenza, alla fine di 180 minuti ad alto tasso adrenalinico, è il Catania a superare il Primo Turno contro il Potenza, cercando e trovando il pareggio utile alla qualificazione. La partita dell’Angelo Massimino, pieno e carico come tante volte in questa stagione, comincia subito in salita per gli etnei, visto il gol dei lucani al 13’ (in dubbio fuorigioco, da valutare la posizione di Biagianti) con Lescano. Inizia un doppio assedio da parte di entrambe le formazioni, in cerca del gol che avrebbe riaperto l’incontro.

Meglio gli uomini di Sottil (allontanato nell’intervallo), che per più volte con Di Piazza (grande risposta di Ioime e della difesa rossoblù) e poi con Sarno e Lodi su punizione (clamoroso il palo del n°10 nel secondo tempo dalla lunga distanza), si vedono strozzare la gioia del gol. È l’attaccante ex-Cosenza a trovare un gol clamoroso al 79’: dopo uno sprint da centometrista su Sales sulla trequarti, entra in area e batte il portiere avversario con un diagonale che fa esplodere i tifosi di casa e la panchina rossazzurra.

Rimonta inutile del Monza, che esce dai play-off, per via del peggior piazzamento in campionato rispetto alla Imolese, nonostante la vittoria per 1-3. I brianzoli guidati da Brocchi trovano il gol alla mezz’ora con il rigore realizzato da D’Errico, dopo un fallo di mano di Saber su cross di Lepore. Lo stesso terzino trova il secondo gol al 41’ con un piatto al volo dopo il cross di Marconi e la gran giocata di Reginaldo.

A riaprire l’incontro per i padroni di casa è De Marchi, che spara un bolide sul quale Guarna può farci ben poco. Il match si mantiene su un ritmo medio fino al 90’, quando arriva il gol finale dei biancorossi con il n°10 sempre su rigore, trovando la doppietta di giornata. Finisce la corsa dei Bagaj, continua quella dei grifoni romagnoli, alla ricerca dell’incredibile doppio salto dalla Serie D alla Serie B.

RISULTATI E MARCATORI DEL RITORNO DEL PRIMO TURNO DELLA FASE NAZIONALE DEI PLAY-OFF “SERIE C” – 22/05/2019

Catanzaro [3°] – Feralpi Salò [4°] – 2-2 (52’ De Risio, 70’ Fischnaller – 34’ Pesce, 89’ Legati) – Nicola Ceravologiocata alle 17:00

Catania [4°] – Potenza [5°] – 1-1 (78’ Di Piazza – 13’ Lescano) – Angelo Massiminogiocata alle 20:30

Imolese [3°] – Monza [5°] – 1-3 (72’ De Marchi – 30’, 94’ rig. D’Errico, 41’ Lepore) – Romeo Galli giocata alle 20:30

Pisa [3°] – Carrarese [7°] – 2-1 (20’ Moscardelli, 76’ Gucher – 27’ Cardoselli) – Arena Garibaldi “Romeo Anconetani” giocata alle 20:30

Viterbese Castrense [12°, vincitrice della Coppa Italia di Serie C] – Arezzo [4°] – 0-2 (55’ Belloni, 66’ Pelagatti) – Enrico Rocchigiocata alle 20:30

UNO SGUARDO AL PROSSIMO TURNO: ECCO LE 8 SQUADRE A UN PASSO DALLE PORTE DEL PARADISO CHIAMATO ‘SERIE B’.

Il sorteggio di Firenze ha sancito i destini delle 8 squadre rimaste nel lotto delle pretendenti alla promozione. Oltre alle 5 qualificate del turno precedente (Arezzo, Catania, Feralpi Salò, Imolese e Pisa) si aggiungono le seconde classificate della regular season nei 3 gironi, ovvero Piacenza, Triestina e Trapani, presenti nell’urna delle teste di serie insieme ai pisani, quest’ultimi in quanto qualificati con il miglior piazzamento. Le stesse squadre avranno il vantaggio di poter passare il turno anche con il pareggio.

La casualità regala ben 3 derby sulle 4 partite dell’intero programma: Catania e Trapani sono le prime ad essere pescate, apprestandosi alla loro sfida n°3 in questa stagione: una vittoria a testa in campionato sia per gli etnei che per i trapanesi, che vorranno sfruttare il ritorno da giocare in casa. La ‘bella’ sarà la doppia sfida valente per una delle due finali play-off.

La seconda sfida sorteggiata è quella tra Feralpi SalòTriestina, entrambe del girone B: durante la regular season è stata la formazione giuliana a vincere il doppio confronto, sempre per due reti a zero. I verdeblù vorranno sicuramente sfruttare lo slancio ottenuto nei precedenti turni, mentre i biancorossi tenteranno di far prevalere il loro secondo posto.

Il terzo match è il derby toscano tra Arezzo e Pisa, ormai quasi abituate a non uscire dai propri confini regionali a giudicare dalle sfide affrontate sinora. La doppia sfida in campionato ha leggermente favorito gli aretini, vittoriosi in una sola occasione, ma tra le due compagini regna un’apparente equilibrio.

L’ultima sfida è l’unica tra due esponenti di gironi diversi, sebbene sia un derby: l’Imolese, unica neopromossa rimasta a giocarsi la promozione in cadetteria, sfiderà il Piacenza, beffato in campionato all’ultima giornata. Un derby quasi inedito in Serie C: l’unico precedente in Serie D, nella stagione 2014-15, con la doppia vittoria dei rossoblù sui Lupi emiliani.

Oltre al sorteggio delle 4 ‘semifinali’, sono stati sorteggiati gli abbinamenti delle finali tra le vincenti di questi incontri: la vincente della sfida tra Imolese e Piacenza sfiderà nella Finale A la vincente tra Catania e Trapani, mentre la Finale B si giocherà tra le vincenti di ArezzoPisa e Feralpi SalòTriestina.

PROGRAMMA DEL SECONDO TURNO DELLA FASE NAZIONALE DEI PLAY-OFF “SERIE C” – andata: 29 maggio; ritorno: 2 giugno

SEMIFINALI

Gara 1: Imolese [3°] – Piacenza [2°] – (andata: Romeo Gallih. 20:30; ritorno: Leonardo Garilli h. 20:30)

Garra 2: Feralpi Salò [4°] – Triestina [2°] – (andata: Lino Turinah. 20:30; ritorno: Nereo Roccoh. 20:30)

Gara 3: Catania [4°] – Trapani [2°] – (andata: Angelo Massiminoh. 20:30; ritorno: Provincialeh. 20:30)

Gara 4: Arezzo [4°] – Pisa [3°] – (andata: Città di Arezzoh. 20:30; ritorno: Arena Garibaldi-Romeo Anconetanih. 20:30)

PROGRAMMA DELLA FINAL FOUR DELLA FASE NAZIONALE DEI PLAY-OFF “SERIE C” andata: 8/9 giugno; ritorno: 15/16 giugno

FINAL FOUR

Finale A: vincente Gara 1 [Imolese/Piacenza] – vincente Gara 3 [Catania/Trapani] – (andata: 8 giugno, h. 18:00 – ritorno: 15 giugno, h. 20:30)

Finale B: vincente Gara 2 [Arezzo/Pisa] – vincente Gara 2 [Feralpi Salò/Triestina] – (andata: 9 giugno, h. 18:30 – ritorno: 16 giugno, orario da stabilire)

Gaetano Bonanno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here