Serie C, ecco i risultati della ventesima giornata del girone C

Nell’ultima domenica di dicembre, la Juve Stabia apre il suo girone di ritorno continuando a vincere (1-0 contro il Siracusa), senza trovare forti opposizioni. Per il secondo posto, si prospetta una sfida a 2 in salsa siciliana tra Trapani (pareggio al 91’ con la Reggina) e Catania (2-0 con il Monopoli), con una possibile aggiunta del Catanzaro, a valanga sul Potenza. In coda, la Paganese chiude l’anno vincendo la sua prima partita in campionato battendo il Rende, la Viterbese vince a Lentini e la Berretti del Matera prende 4 reti dal Rieti

0
256

Si chiude il 2018 per il calcio di Serie C ed inizia il ritorno per il girone meridionale. In vetta, la Juve Stabia, vittoriosa in casa con il Siracusa, mantiene saldo il distacco dal solito Trapani (pareggio in extremis a Reggio Calabria) e dalla new entry Catania (2-0 con il Monopoli). In zona play-off, il Catanzaro demolisce il Potenza nonostante un uomo in meno, mentre Vibonese e Casertana vincono facile contro Bisceglie e Casertana. In zona retrocessione, la Paganese fa il colpaccio a Rende e vince la sua prima partita in campionato, la crisi del Matera continua con la sconfitta a Rieti e la Viterbese viola Lentini. Vediamo nel dettaglio quanto accaduto in questa ultima domenica di dicembre.

VESPE DI MISURA CONTRO IL SIRACUSA. CATANIA: LODI E ANGIULLI STENDONO IL GABBIANO. CATANZARO: CHE BOTTI A POTENZA!

A Castellammare di Stabia, la capolista continua a vincere senza sosta, sconfiggendo solo di misura il Siracusa. Basta una rete al 21’ del primo tempo di Carlini: azione nata da un recupero in tackle di Mastalli, pallone gestito bene da Elia sulla sinistra e cross di quest’ultimo per il numero 29 che di testa mette facilmente in rete. Nonostante la sconfitta, gli aretusei escono a testa alta dal Romeo Menti dopo aver giocato bene per tutta la partita. In classifica, le Vespe di Caserta rimangono in testa al girone a 46 punti, mentre gli uomini di Raciti restano fermi a 15 punti.

Al Massimino, il Catania supera il difficile esame Monopoli, vincendo 2-0 grazie a una spettacolare punizione di Lodi e una sassata di Angiulli, gol realizzati entrambi nella seconda frazione. Grandi manovre per i rossoazzurri nel primo tempo, ma le incursioni di Curiale, Biagianti e Marotta vengono neutralizzate da un eccellente Pissardo, che ha dovuto impegnarsi maggiormente rispetto a Pisseri, attivo in poche occasioni per i biancoverdi. Gli uomini di Sottil conquistano 3 punti d’oro che li portano a quota 37 punti, mentre gli uomini di Scienza, nonostante il buon gioco prodotto, si arrendono al freddo risultato e rimangono a 29 punti.

Un uragano a tinte giallorosse si abbatte al Viviani, dove il Potenza subisce un rotondo 1-5 da un inarrestabile Catanzaro, vittorioso nonostante un espulsione nel primo tempo. Decidono le reti nel primo tempo di Mawuli (poi espulso), Maita, Fischnaller e poi la doppietta di D’Ursi, seguite poi dall’inutile gol della bandiera per i lucani di Di Somma. Tanti fischi per i padroni di casa, mai in partita e presi a sonore sberle senza pietà dai calabresi di Auteri (sostituito dal secondo Aprile), che salgono a quota 34 punti, mentre gli uomini di Raffaele stazionano a 25 punti.

TRAPANI: PARI IN EXTREMIS SU RIGORE AL GRANILLO. PAGANESE: CHE COLPACCIO AL LORENZON! MATERA: LA BERRETTI NE PRENDE 4 A RIETI.

Sospiro di sollievo dopo 90 minuti di ansia per il Trapani, che trova il pareggio all’ultimo al Granillo contro la Reggina. Nel primo tempo, i granata passano subito in vantaggio, grazie al colpo di testa di Redolfi su cross di Sandomenico, e resistono fino al novantesimo minuto, dopo una seconda frazione ad alta tensione. All’ultimo momento, su un cross rinviato male da Confente l’arbitro ravvisa gli estremi per il calcio di rigore, che Corapi realizza senza problemi. Gli uomini di Italiano mostrano le loro lacune in trasferta, pareggiando solo all’ultimo una partita complicata, venendo raggiunti dal Catania a 37 punti, mentre gli amaranto vedono sfumare nei minuti finali una vittoria clamorosa e muovono poco la loro classifica, salendo a 27 punti.

Clamorosa vittoria della Paganese (prima del fischio d’inizio ancora a 0 vittorie) contro un Rende che sembra la brutta copia della piccola corazzata di inizio campionato. I biancorossi passano in vantaggio al 24’ con il gol di Vivacqua, che però viene vanificato dal pareggio un quarto d’ora dopo di Cappiello. Il secondo tempo si apre con il gol del 1-2 finale a favore degli azzurrostellati, siglato da Gaeta. Gli uomini di De Sanzo sbancano il Marco Lorenzon portando a casa la loro prima vittoria (nonostante gli 8 punti in classifica), mentre gli uomini di Modesto cadono in maniera impensabile, perdendo punti contro le dirette rivali (31 punti).

Continua la crisi nera del Matera, che schiera nuovamente la Berretti in quel di Rieti e subisce un perentorio 4-0 dagli amarantocelesti. Le reti di Gondo, Todorov e Maistro, inframezzate dall’autorete di De Marco scrivono la storia di un match dal risultato scontato. Prova onorevole per i ragazzi di mister Danza che restano fermi a quota 11 punti, con una situazione societaria ferma e problematica. Sliding doors anche tra i Sabini, visto l’imminente cambio societario (Chéu rassegna le dimissioni a fine partita, per rispetto dell’ormai ex-patron Poulinakis), ma che li vede in classifica a 19 punti.

BUM-BUM VITERBESE A LENTINI. DOPPIA VIBO CONTRO IL BISCEGLIE. CASERTANA: 3 PUNTI A CAVA DE’ TIRRENI, MA I DUBBI SONO MOLTI…

A Lentini, la Viterbese vince agilmente per 0-2 contro la Sicula Leonzio, grazie a un rigore dubbio di Pacilli al 55’ e il bel gol al volo di Polidori al 78’. Una partita tra due squadre completamente diverse rispetto al loro precedente di qualche tempo fa: i laziali, inizialmente lenti e macchinosi, arrivano a questo match con grande entusiasmo alle spalle. Discorso inverso per i bianconeri di Torrente, calati di forma in tempi recenti. I padroni di casa restano fermi a quota 20 punti, mentre la Castrense raggiunge quota 15 punti.

Al Luigi Razza, la Vibonese vince facilmente contro il Bisceglie per due reti a zero. Gara quasi in controllo per i rossoblù che gestiscono bene il pallone e trovano il gol nel secondo tempo, con il sinistro di Prezioso al 59’ e poi dalla fortunosa sassata di Collodel all’85’. Gli uomini di Nevio Orlandi continuano la loro serie positiva (9 risultati utili consecutivi) e salgono a 29 punti, mentre i pugliesi restano a 15 punti.

Nel posticipo di giornata, la Casertana vince il derby contro la Cavese per 1-2, non senza difficoltà. Vantaggio fortunoso per i Falchetti con il gol di Pinna direttamente da calcio d’angolo beffando Vono e poi trovano il raddoppio con Castaldo, abile a risolvere un disimpegno sbagliato degli ospiti. Nonostante lo svantaggio (nel risultato e negli uomini in campo, vista l’espulsione di Favasuli), i Blufoncè guidano il gioco senza però trovare la via della rete sino al 93’ con il tiro a giro di De Rosa. I rossoblù di Di Costanzo trovano 3 punti d’oro in trasferta e salgono a quota 26 punti, mentre gli uomini di Modica escono a testa alta dal Simonetta Lamberti, pur rimanendo fermi a 22 punti.

RISULTATI E MARCATORI DELLA VENTESIMA GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C – GIRONE C – 30/12/2018

Juve Stabia [1°] – Siracusa [15°] – 1-0 (21’ Carlini) – Romeo Mentigiocata alle 14:30

Catania [3°] – Monopoli [6°] – 2-0 (60’ Lodi, 87’ Angiulli) – Angelo Massiminogiocata alle 16:30

Potenza [10°] – Catanzaro [4°] – 1-5 (69’ Di Somma – 8’ Mawuli, 11’ Maita, 45’ Fischnaller, 61’ rig., 67’ D’Ursi) – Comunale Vivianigiocata alle 16:30

Reggina [8°] – Trapani [2°] – 1-1 (7’ Redolfi – 91’ rig. Corapi) – Oreste Granillogiocata alle 16:30

Rende [5°] – Paganese [19°] – 1-2 (24’ Vivacqua – 38’ Cappiello, 51’ Gaeta) – Marco Lorenzongiocata alle 16:30

Rieti [13°] – Matera [18°] – 4-0 (27’ Gondo, 61’ a.g. De Marco, 67’ Todorov, 76’ Maistro) – Centro d’Italia ‘Manlio Scopigno’giocata alle 16:30

Sicula Leonzio [12°] – Viterbese Castrense [17°] – 0-2 (55’ rig. Pacilli, 78’ Polidori) – Angelino Nobilegiocata alle 16:30

Vibonese [7°] – Bisceglie [16°] – 2-0 (59’ Prezioso, 85’ Collodel) – Luigi Razzagiocata alle 16:30

Cavese [11°] – Casertana [9°] – 1-2 (93’ De Rosa – 14’ Pinna, 27’ Castaldo) – Comunale ‘Simonetta Lamberti’giocata alle 18:30

Riposa Virtus Francavilla [14°]

CLASSIFICA (dopo 20 giornate)

Juve Stabia* 46 pt.; Trapani*, Catania** 37 pt.; Catanzaro** 34 pt.; Rende* 31 pt.; Monopoli**, Vibonese* 29 pt.; Reggina** 27 pt.; Casertana* 26 pt.; Potenza* 25 pt.; Cavese** 22 pt.; Sicula Leonzio* 20 pt.; Rieti* 19 pt.; Virtus Francavilla** 18 pt.; Siracusa**, Bisceglie*, Viterbese Castrense******** 15 pt.; Matera* 11 pt.; Paganese* 8 pt.

*1 partita in meno

**2 partite in meno

********8 partite in meno

PENALITA’

Juve Stabia, Rende, Trapani, Siracusa: 1 punto in meno

Monopoli: 2 punti in meno

Matera: 5 punti in meno

Gaetano Bonanno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here