SERIE C, Girone A: Analisi campionato d’ andata. Promossi e bocciati.

Il Piacenza si ferma a Natale e perde la vetta. I numeri dicono Entella. Delusione Novara.

0
75

È tempo di bilanci al termine del campionato d’andata, nel girone A, di serie C.
Al comando la Pro Vercelli, grazie alla vittoria esterna, nello scontro diretto, al “Garilli” di Piacenza. In virtù della vittoria, si laurea campione d’ inverno a 36 punti, al pari dei piacentini, che tuttavia hanno disputato una gara in più rispetto ai piemontesi. L’ Entella, con quattro gare in meno della capolista ed il colpo di mercato,Mancosu in attacco, sembra aver le carte in regola per interpretare il ruolo della favorita, nel girone di ritorno, che resta tuttavia molto agguerrito.

PIACENZA E CARRARESE

Campionato perfetto per i piacentini fino a Natale, salvo poi perdersi nel giorno di Santo Stefano nel match casalingo contro il Siena, e nell’ ultima gara, la sconfitta casalinga le è costata la vetta.
La “ Macchina da gol” Carrarese, terza della classe, dopo un ottimo avvio fatto di vittorie a suon di gol, trascinata dai bomber Tavano e Caccavallo (14 e 12 reti) ha faticato nelle ultime gare. I soli 4 punti ottenuti nelle ultime cinque partite, hanno rallentato la rincorsa verso la vetta dei toscani.

LE PIACEVOLI SORPRESE: PRO PATRIA, GOZZANO E ALBISSOLA

Le neopromosse, quest’ anno non recitano il ruolo di comparsa, per poi tornare nei dilettanti, come spesso è accaduto con altre formazioni. Menzione particolare per la Pro Patria, capace di concludere il girone d’andata al nono posto. Il Gozzano ha raggiunto una posizione di classifica tranquilla. Fosse finito a dicembre il campionato, sarebbero salvi senza passare per i play out. L’ Albissola, invece è in piena lotta salvezza, ma dopo il pessimo inizio di stagione, in pochi si aspettavano questa risalita. Trascinati dal bomber Martignago, la salvezza non è pura utopia.

JUVENTUS B: BENE COSI’

Per i giovani bianconeri dopo un avvio di stagione difficile, dovuto all’ ambientamento dei ragazzi, al calcio degli adulti, il bicchiere risulta essere mezzo pieno. I giovani hanno disputato un buon girone d’andata, terminando a due soli punti dalla zona play off. Tali presupposti, lasciano pensare ad un girone di ritorno roseo, vista la progressiva crescita dei bianconeri.

LE DELUSIONI: OLBIA E NOVARA

Ci si aspettava sicuramente molto di più dal Novara, che dopo aver acquistato un bomber di razza come Daniele Cacia, tuttavia non è riuscita ad imporsi in questo campionato, terminando addirittura al decimo posto. Le aspettative di inizio stagione erano ben altre…
Stessa cosa vale per l’ Olbia, che dopo la rivelazione dello scorso anno non si aspettava certo, di terminare il girone d’andata al diciassettesimo posto. Solo due punti nelle ultime cinque partite, di questo passo si rischia grosso.

LA DELICATA QUESTIONE PRO PIACENZA

Il 28 Gennaio sarà prevista l’ udienza per il fallimento della società piacentina, mentre dodici giocatori si sono svincolati. È delicata la questione per i piacentini che sembrano destinati al fallimento. Stagione da dimenticare per i tifosi rossoneri. Nella sfida contro l’Alessandria dietro l’angolo (se il Pro non si dovesse presentare nuovamente in campo scatterebbe la radiazione dal campionato in corso) e lo spettro del fallimento risulta essere sempre più vicino.

CLASSIFICA MARCATORI

La classifica cannonieri è comandata da Francesco Tavano a quota 14 reti, seguito dal compagno di squadra Giuseppe Cacccavallo (12 reti). Questo basta e avanza per far capire a tutti, la qualità offensiva della Carrarese. A cinque reti di distacco da Tavano, si colloca Riccardo Martignago, che grazie alle sue nove reti, sta rendendo possibile il sogno salvezza dell’ Albissola. L’ ultimo nome, che merita una menzione particolare è Daniele Cacia, salito a quota otto reti, col suo Novara.

Andrea Faliva

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here